Fastweb

Le 11 novità più importanti di Apple rivelate durante la presentazione dell'iPhone 7

Apple Airdrop Smartphone & Gadget #apple #wi-fi iPhone, AirDrop potrebbe mettere a rischio il vostro numero di telefono Gli hash parziali trasmessi via Bluetooth possono essere potenzialmente decriptati, svelando i numeri di telefono degli utenti
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Le 11 novità più importanti di Apple rivelate durante la presentazione dell'iPhone 7 FASTWEB S.p.A.
Ecco le più importanti novità della Mela rivelate durante l'Apple Event
Smartphone & Gadget
Si è svolta mercoledì 7 settembre, con un evento in pompa magna, la presentazione del nuovo smartphone di casa Apple: l'iPhone 7. Ecco tutte le novità più importanti rivelate durante la serata

No, non ci sarà nessun ingresso jack per le cuffie, sul nuovo iPhone 7. È questo, che vi stavate chiedendo, vero? Non ci sarà.

Se state ancora leggendo queste righe, probabilmente siete interessati anche alle altre features mostrate all'evento della serata di mercoledì 7 agosto 2016. L'intera giornata è stata dedicata all'aggiornamento delle versioni di iPhone e Apple Watch, che presentano tra le altre cose, nuove colorazioni, la resistenza all'acqua ed una storica partnership con Nintendo.

L'iPhone 7 ha perso quindi le cuffie con ingresso jack, ma ha guadagnato nuovi auricolari wireless, gli "AirPod", e la tecnologia dual-camera. La serie 2 dell'Apple Watch, invece, si mostra più efficace che mai nel responsabilizzare l'utente verso uno stile di vita migliore. Tutto è più potente. Se poi siete tra quelli che aspettavano news anche in merito a MacBooks, iPads, Apple TV o magari dei visori per la VR (sognare è lecino, no?), vi toccherà aspettare la prossima volta.

Ecco di seguito tutti i dettagli presentati durante l'evento Apple.

L'iPhone 7 è qui

Al livello puramente cronologico e per dovere di cronaca, la prima novità scaturita dall'evento Apple arriva direttamente dal feed Twitter dell'azienda, che ha annunciato (per errore o per strategia?) l'arrivo del nuovo iPhone 7 qualche minuto prima che venisse fisicamente mostrato al pubblico.

Entrambe le versioni, sia l'iPhone 7 da 4.7 pollici che il 7Plus da 5.5, arrivano sul mercato nella classica gamma di colori che conosciamo, ma con l'aggiunta di due tonalità di nero, una più ordinaria ed una super brillante, chiamata "Jet Black". Lo schermo è del 25% più brillante, con una scala di colori molto più ampia che influirà incredibilmente sulle produzioni di foto e video. Con la nuova versione, le antenne sono costruite all'interno del corpo del dispositivo, eliminando così le due linee presenti sulle precedenti versioni. Internamente, il nuovo telefono presenta due casse stereo e un nuovissimo chip A10 Fusion. Una delle novità più attese e importanti, forse, consiste nella resistenza all'acqua e alla polvere.

Addio, jack!

Uno dei cambiamenti più rappresentativi della svolta, è rappresentato dalla scomparsa dell'ingresso jack da 3,5 millimetri. Le cuffie incluse funzioneranno attraverso l'ingresso Apple Lightning. Questo significa che potrete usare le vostre vecchie cuffie anche sul nuovo iPhone, ma a patto che siate muniti di un adattatore (che sarà incluso nella confezione). Secondo quanto suggerito da Paul Schiller, il Lightning rappresenta ancora un ottimo standard per la riproduzione audio e questo ha rappresentato un cambiamento coraggioso, da parte dell'azienda. È stata una buona idea? Lo scopriremo effettivamente solo tra qualche tempo.

Ciao, cuffie wireless!

Per compiere definitivamente la transizione da audio analogico a digitale, Apple ha dovuto sviluppare un sistema di cuffie wireless in grado di connettersi al dispositivo facilmente. Attraverso il chip W1, Apple ha realizzato i suoi auricolari senza fili, gli AirPods (gioco di parole con EarPods, i comuni auricolari col filo), in grado di collegarsi al telefono senza dover essere necessariamente associati alla connessione Bluetooth. Gli AirPods saranno disponibili in vendita da ottobre al prezzo di 159 dollari. La Beats ha però realizzato una sua versione di cuffie wireless con il medesimo chip W1, disponibili anch'esse da questo autunno, ad un prezzo che oscillerà tra i 149 e i 299 dollari a seconda del modello.

Pulsante Home non cliccabile

Una delle caratteristiche fisiche peculiari degli iPhone è sparita, con questa nuova versione. Stiamo parlando del tasto Home, il bottone rotondo in basso allo schermo. Da sempre, il tasto è stato cliccabile, sebbene nel tempo abbia cambiato forma. Ma nel nuovo iPhone 7 il pulsante Home non sarà più meccanico. Un po' come succede con il nuovo trackpad del MacBook, Apple ha realizzato per l'iPhone un pulsante con tecnologia Taptic Engine, che riconosce la forza della pressione del polpastrello per attivare i comandi. I feedback ricevuti dall'applicazione di questa tecnologia sul MacBook sono stati positivi, quindi si suppone che saranno tali anche per gli iPhone.

Super Mario su iOS

Pokémon Go non sarà l'unico gioco della Nintendo a sbarcare su mobile, quest'anno. Il creatore di Super Mario Bros, Shigeru Miyamoto, è salito sul palco per annunciare Super Mario Run, un nuovo capitolo della fortunata serie dell'idraulico baffuto. Somiglia molto alla piattaforma in 2D a cui siamo abituati, ma è stato disegnato per una giocabilità migliore sugli smarphone. Miyamoto ha spiegato che sarà possibile giocarci anche in metropolitana con una mano sola. Il titolo è completo di una modalità multiplayer, in cui i giocatori saranno in competizione tra loro per conquistare monetine su una mappa. Super Mario Run arriverà per queste vacanze e, almeno per ora, solo per iOS.

Una doppia camera con alcuni trucchetti

La versione più grande dell'iPhone 7, il Plus, arriva con la tecnologia dual-lens sulla fotocamera posta sul retro, ma non catturerà i vostri momenti preferiti in 3D, come molti hanno erroneamente pensato. Ciascuna delle due lenti ha una differente lunghezza focale, che consente all'utente di scegliere tra una fotografia scattata con il grandangolo o con una lente telefotografica. L'iPhone 7 Plus, inoltre, sarà in grado di fornire qualche "trucchetto", grazie proprio alla doppia lente. Uno di questi si chiama "software zoom", con il quale si potrà zoommare nell'app della fotocamera scegliendo anche solo una delle due lenti. L'altro si chiama "depth" ("profondità", NdR) e utilizza la differenza delle lenti per migliorare la messa a fuoco dello sfondo dietro al soggetto.

Tutto questo, come detto, riguarda l'iPhone 7 Plus. La versione più piccola e più "economica", ossia l'iPhone 7, ha soltanto una fotocamera con sistema grandangolo, ma che risulta essere comunque un grande passo in avanti, rispetto all'obiettivo installato sull'iPhone 6S. Il nuovo sensore da 12-megapixel, un nuovo flash, una lente f1.8, sono solo alcune delle migliorie apportate al comparto fotocamera. Un'altra funzione implementata riguarda lo stabilizzatore ottico dell'immagine ed Apple rivela che sarà proprio il nuovo processore a comprendere quando abilitare o disabilitare l'autofocus automatico. L'azienda conta molto nelle novità delle sue fotocamere in arrivo sull'iPhone 7S e stando agli indizi non vediamo l'ora di testarle.

La seconda generazione di Apple Watch

Dopo aver rilasciato il promo smartwatch lo scorso anno, Apple torna con quello che ha chiamato Apple Watch Serie 2. Tutte le specifiche della versione precedente sono state migliorate: lo schermo più luminoso che Apple abbia mai prodotto – si dice che sia ben due volte più luminoso dell'ultimo Watch – e il nuovo chip S2 con processore dual-core sarà del 50% più veloce del precedente. Nella parte esterna la forma quadrata resta pressoché invariata, così come i pulsanti laterali, ma ora è tutto in ceramica, anziché in alluminio e acciaio. Anche i cinturini sono più accattivanti, alcuni disegnati da Hermès, altri realizzati per le versioni esclusive Nike, pensate per i corridori professionisti.

La Serie 2 degli Apple Watch partirà da 369 dollari e così come succede per iPhone e iPad, Apple lascerà sul mercato le versioni precedenti come alternativa più economica. La Serie 1, così come è chiamata ora, sarà aggiornata con il chip S2 e venduta a 269 dollari. Il pre-ordine potrà partire dal 9 settembre e i Watch arriveranno per fine ottobre 2016. Il sistema WatchOS, che è stato annunciato all'inizio dell'anno, arriverà per tutti gli utenti di Apple Watch dal 13 settembre.

Reale resistenza all'acqua e sistema GPS

Il primo Apple Watch era resistente agli schizzi, ma il nuovo sarà resistente all'acqua fino a 50 metri. Questo significa che magari non solo non dovrete preoccuparvi dei liquidi che ci cadono sopra accidentalmente, ma anzi, Apple ha speso del tempo sul palco per incoraggiare gli utenti all'utilizzo dell'Apple Watch anche durante una nuotata. Per farlo, l'azienda ha realizzato un programma di allenamento specifico per il nuoto che sarà installato sulla Serie 2. Questo cambiamento ha implicato la scomparsa di ogni possibile punto di ingresso, fatta eccezione per lo speaker installato, progettato in modo tale da repellere l'acqua.

Il nuovo Apple Watch, però, non è indicato solo per i nuotatori. All'interno, infatti, è installato un sistema GPS preciso e dedicato agli amanti della corsa e dell'escursionismo. Questo significa che il Watch sarà in grado di geolocalizzarvi anche nelle zone in cui non ci sarà segnale sullo smartphone. Non avrà una connessione tutta sua, ma il nuovo Apple Watch suona come un dispositivo decisamente più indipendente di come il predecessore non sia mai stato.

Pokémon Go per Apple Watch

Avete pensato che Super Mario Run fosse l'unica novità presentata da Nintendo per iOS? Affatto! L'azienda ha infatti annunciato la sua versione per Apple Watch del gioco mobile e fenomeno del momento, ossia Pokémon Go. Ok, un dispositivo indossabile in grado di farci catturare un Pokémon nelle vicinanze, o di visitare PokéStop, esiste già, ma l'app per Watch OS è molto più indicata alla ricerca dei Pokémon, che pensata per la loro cattura. Si presuppone, quindi, che abbiate sempre con voi il vostro smartphone, per completare l'azione.

L'app però dà a chi l'indossa un feedback visivo nuovo, rispetto al dispositivo indossabile creato da Nintendo. Utilizzando l'Apple Watch, inoltre, sarà più semplice fare in modo che le uova si schiudano, incoraggiando i giocatori ad andare in giro a piedi. In questo modo si spera di eliminare o quantomeno diminuire il fenomeno di imbarazzanti individui in giro come zombie con lo sguardo perso sullo schermo del cellulare perché alla ricerca di Pokémon, fenomeno in cui ci siamo abbattuti sin dall'uscita del gioco, qualche mese fa.

iOS 10 arriverà la prossima settimana

Il sistema operativo iOS 10 arriverà il 13 settembre 2016, apportando gli aggiornamenti più importanti agli utenti, dopo un'estate di test nelle versioni beta. Questo rilascio rappresenta il più grande aggiornamento di iOS mai visto. Tra le novità più interessanti, verrà dato maggior potere a Siri, che diventerà più smart e in grado di ricercare anche le immagini o di trascrivere mail sotto dettatura. Ma iOS 10 mostrerà un'apertura di Apple, con Siri e iMessage ora aperti agli sviluppatori. Gli utenti avranno a disposizione un maggior numero di widget e notifiche, e Apple ha inoltre esteso Continuity, che includerà Unversal Clipboard, un sistema in grado di copiare un testo o un'immagine dal telefono e incollarla sul Mac.

MacOS Sierra arriverà il 20 settembre

Sebbene non abbia fatto capolino durante l'evento, il prossimo aggiornamento del sistema operativo per Mac, Sierra, sarà ufficialmente lanciato il 20 settembre 2016. Con questo rilacio, la vecchia nomenclatura OS X sarà finalmente messa a riposo. Certo, non è questa la migliore delle novità di questo aggiornamento. Con Sierra, Siri arriverà sul Mac, dando accesso a cose come files ed email attraverso i comandi vocali. Ancora più importante: la combinazione di un iCloud più maturo ed una versione migliorata di Continuity significherà salvataggio dei dati da Mac e iPhone e viceversa in maniera molto più semplice e veloce. O almeno, in teoria.

8 settembre 2016

Fonte: theverge.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #apple #iphone

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.