JBL cuffie

JBL presenta le cuffie ad energia solare

Le nuove cuffie di JBL ad energia solare potrebbero non aver mai bisogno di essere ricaricate
JBL presenta le cuffie ad energia solare FASTWEB S.p.A.

Le cuffie senza fili offrono agli amanti della musica un nuovo tipo di libertà, ma la realtà è che richiedono una fonte di alimentazione integrata che inevitabilmente necessita di ricarica. Il gigante dell'audio JBL sta proponendo una possibile soluzione a questo dilemma tramite la piattaforma di crowdfunding Indiegogo, dove sta suscitando interesse con un nuovo set di cuffie ad energia solare che promettono un tempo di riproduzione "praticamente illimitato".

In questo momento si tratta solo di un prototipo, ma le cuffie JBL Reflect Eternals si collegano ai dispositivi di un utente tramite Bluetooth e funzionano in modo molto simile a un set di normali cuffie wireless. La batteria integrata da 700 mAh può essere caricata completamente in due ore tramite USB e offre fino a 24 ore di riproduzione, una durata impressionante.

Ma dove le cose si fanno interessanti è il materiale per la ricarica solare incorporato nella fascia. Chiamato Powerfoyle e prodotto dalla società svedese Exeger, questo è apparentemente progettato per generare energia sia all'interno che all'esterno, anche quando si tratta di luce artificiale o luce solare indiretta.

Secondo JBL, a condizione che all'inizio la batteria sia completamente carica, un'ora e mezza all'esterno ogni giorno manterrà le cuffie in funzione fino a 68 ore, a seconda delle condizioni di illuminazione. Due ore trascorse fuori al giorno offriranno fino a 168 ore di vita, mentre 2,5 ore di sole al giorno le faranno funzionare a tempo indeterminato.

Altre caratteristiche includono la compatibilità con Google Assistant e Amazon Alexa, chiamate in vivavoce e impostazioni per consentire a più rumore ambientale di filtrare.

Potrebbe sembrare strano per un'azienda che è in circolazione da 70 anni passare al crowdfunding per lanciare qualcosa in produzione, ma non sono l'unico grande nome a prendere recentemente questa strada. Sony ha finanziato il crowdfunding di un condizionatore d'aria personale a luglio, mentre Canon ha fatto lo stesso per la sua videocamera clip-on Ivy Rec nello stesso periodo.

Da parte sua, JBL afferma che "voleva provare una piattaforma che accoglie nuove idee e innovazioni", e la sua prima incursione nel crowdfunding consentirà ai consumatori di "fornire una risposta rapida al concept". Queste risposte potrebbero persino plasmare la versione commerciale, e JBL farà "i necessari adeguamenti del prodotto" come parte della sua strategia di mercato.

È possibile inviare il proprio contributo partendo da 144 dollari, con spedizioni previste per ottobre 2020 se la campagna vedrà la luce come previsto.

17 dicembre 2019

Fonte: newatlas.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail