Intel Core i9

Intel: i nuovi chip Core i9 arrivano sui portatili

Il nuovo chip di Intel è il processore per laptop più veloce mai prodotto e raggiungerà velocità fino a 5 GHz
Intel: i nuovi chip Core i9 arrivano sui portatili FASTWEB S.p.A.

Intel era ormai bloccata da un po', all'inizio del 2017 i nuovi processori laptop e desktop erano poco più veloci e performanti di quelli dell'anno precedente.
Quest'anno però sembra che le cose siano cambiate e che i nuovi chip di Intel abbiano guadagnato effettivamente terreno.
Martedì dovrebbe esserci l'annuncio dei nuovi chip a 6 core e 12 thread per laptop: uno di questi è un mostro di velocità che può aumentare fino a 4,8 GHz se raffreddato sotto i 53 gradi Celsius.

L'oggetto in questione è il nuovo Intel Core i9-8950HK, il primo chip Core i9 in un laptop e Intel afferma che sia fino al 29% più veloce nelle attività quotidiane rispetto ad una delle CPU laptop più veloci dello scorso anno, il Core i7-7820HK. Intel dice anche che risulta il 59% più veloce quando si parla di video editing in 4K del chip precedente.

La nuova serie ammiraglia di Core i9 di Intel arriverà sbloccata, dando la possibilità di provare a migliorarla o, meglio ancora, di lasciare che a modificarla ci pensino i professionisti. Le aspettative di Intel sono che le aziende produttrici di PC vendano sistemi pre-potenziati a oltre 5GHz subito dopo il lancio.

Naturalmente, non tutti potranno permettersi un processore Core i9.
Per i comuni mortali, i vantaggi del nuovo chip in silicio 14nm Coffee Lake di Intel si faranno sentire maggiormente nei processori Xeon e Core i7 dell'azienda, i quali mettono a disposizione anche 6 core e 12 thread per tutte le necessità di multitasking (di editing e rendering).

Effettivamente "più core" è il leitmotiv di quest'anno, sia che si tratti di laptop che di desktop. Sebbene la società mantenga ancora le medesime designazioni nei Core i7, i5, i3 ora si potranno aumentare semplicemente acquistandoli. Per quanto riguarda i laptop ci si attende che siano quattro core e otto thread anche nei chip Core i5 della serie U a bassa potenza di Intel.
Sul fronte desktop i chip Core i3 a bassa potenza di Intel ora hanno quattro core, mentre gli i5 ne hanno sei, quindi due in più per ognuno rispetto ai loro precedecessori.

Concentrandosi sulle etichette, in caso ci si ritrovi nel proprio computer un "Core i5+" o un "Core i7+", è giusto sapere che non si tratta di un nuovo tipo di circuito integrato, ma è solo un'abbreviazione per indicare che quei PC includono un modulo di memoria Intel Optane, per far sì che i loro lenti hard disk risultino più veloci. Anche se si è già in possesso di una SSD veloce come unità di avvio, Intel afferma che Optane può ridurre in maniera drastica i tempi di avvio se il caricamento dei file avviene da un tradizionale spinning disk.

Secondo Intel non ci sono ancora soluzioni infallibili per quel che riguarda Spectre e Meltdown nei nuovi chip, anche se i rischi dovrebbero essere notevolmente ridotti.

Un'altra cosa che manca è il supporto integrato per Thunderbolt 3. I produttori infatti dovranno comunque acquistare un altro chip Intel separato se volessero aggiungere il cavo all-in-one che supporta contemporaneamente alimentazione, dati, video e grafica esterna, il che significa che rimarrà un lusso.

Ci si aspetta in ogni caso che le prestazioni Wi-Fi del laptop Intel medio migliorino.
Come prima cosa il nuovo chipset mobile serie 300 avrà integrato il wireless Intel 802.11ac, che in generale sembra più affidabile rispetto alla concorrenza. D'altro canto il wireless 802.11ac è una nuova varietà da 160 MHz, due volte più veloce rispetto alla precedente opzione 80 MHz di Intel (sempre che il router supporti anche i 160 MHz). In teoria potrebbe trasferire molto più di un Gigabit al secondo.

Come sempre bisognerà attendere l'arrivo dei laptop per valutare se la tecnologia Intel sia realmente all'altezza delle affermazioni.

9 aprile 2018

Fonte: cnet.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail