Pronto il nuovo servizio di quantum computing di IBM

IBM lancia un nuovo servizio di quantum computing

La società è pronta a rilasciare IBM Q. Ecco tutte le novità a riguardo
IBM lancia un nuovo servizio di quantum computing FASTWEB S.p.A.

Nonostante le loro capacità, i computer quantistici non riescono a essere ancora totalmente utili alle persone dal momento che, generalmente, programmare uno di questi sistemi richiede grandi conoscenze della fisica quantistica. Tuttavia, questo non ha fermato IBM che è pronta a rilasciare il primo servizio commerciale cloud di quantum computing.

L'arrivo del nuovo servizio è stato annunciato nella giornata di ieri, 6 marzo 2017: IBM Q, è questo il nome scelto per il servizio, compatibile con gli altri sistemi cloud della società come Watson, che ha come obiettivo quello di aiutare gli sviluppatori a risolvere i problemi che difficilmente vengono risolti dai computer tradizionali.

Stando alle prime indiscrezioni, i computer quantistici permetterebbero straordinari progressi nel campo dell'elaborazione dei dati. Mentre i computer tradizionali si limitano a memorizzare i bit in forma binaria, i computer quantistici sfruttano il cosiddetto sistema di "sovrapposizione" in cui l'informazione può esser registrata contemporaneamente in due diversi stati.

Gli sforzi della società si sono concentrati nello sviluppo di computer quantistici per settori come la logistica, la farmacia, la finanza, la sicurezza e l'intelligenza artificiale. I sistemi quantistici potrebbero essere utili, per esempio, per riuscire a comprendere le strutture molecolari in cui gli stati quantici di una semplice molecola crescono esponenzialmente. Queste analisi potrebbero portare a importanti progressi nella scoperta di nuovi farmaci.

Inizialmente, gli sviluppatori avranno accesso a un sistema a cinque qubit (o quantum bit), ma IBM ha in programma di realizzare, nei prossimi anni, un sistema a 50 qubit. Questi computer quantistici si trovano attualmente nel centro di ricerca della compagnia di Yorktown Heights, a New York.

Insieme al nuovo servizio cloud, IBM offre anche un kit per gli sviluppatori per consentire il processo di transizione dai sistemi tradizionali a quelli quantistici e un kit di sviluppo software per creare più facilmente semplici applicazioni quantistiche.

Per quanto riguarda il lancio a livello commerciale, IBM non ha l'obiettivo di raggiungere importanti profitti nel breve periodo, dal momento che l'intento è quello di aiutare le persone a prender confidenza con i nuovi sistemi di ultima generazione.

"Siamo al lavoro per convincere i partner a creare un vero e proprio ecosistema sulla base dei sistemi quantistici". Sono queste le parole di Scott Crowder, vicepresidente e Cto di IBM System, che ha spiegato le strategie delle società.

La società ha lavorato per anni a questo progetto, fin dal 2000 quando è stato presentato il primo computer quantistico. Nel 2016 IBM ha lanciato un nuovo servizio online, che ha riscosso grande successo, per offrire ai ricercatori un accesso privilegiato ai propri sistemi quantistici.

7 marzo 2017

Fonte: forbes.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail