Fastweb

Quale emulatore Android usare

furto Mac Web & Digital #mac #sicurezza Cosa fare se vi rubano il Mac Facendo i debiti scongiuri, ci sono alcuni passaggi che possono aiutarti a riaverlo indietro
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Quale emulatore Android usare FASTWEB S.p.A.
Emulatore Android su Mac
Smartphone & Gadget
Nel corso dello sviluppo di un'app Android, il test è forse la parte più importante. Ecco i migliori emulatori Android per PC e Mac con i quali testare le proprie creature

Non è detto che per poter sviluppare applicazioni per Android bisogna essere necessariamente dei geni della programmazione. Certo, una minima conoscenza di alcuni linguaggi di programmazione bisognerà pur averla, così come un'infarinatura generale sulla logica che sottende la programmazione e sugli strumenti informatici indispensabili allo sviluppo di programmi, app e utility per il sistema operativo mobile più diffuso al mondo.

A volte può bastare una dose di fantasia, una certa manualità con i computer e i vari sistemi operativi per desktop e laptop e l'emulatore Android che meglio si adatta alle nostre esigenze e alle nostre capacità.

Cosa sono gli emulatori Android

Necessari per ogni sviluppatore che si rispetti, gli emulatori Android sono dei programmi che, una volta installati sul proprio computer, riproducono l'ecosistema di uno smartphone "gestito" dal sistema operativo mobile del robottino verde. In questo modo sarà possibile testare le applicazioni Android sviluppate in precedenza: se ne potrà verificare la compatibilità con altre applicazioni o altre utility presenti in Android; si potrà verificare la presenza di bug; si potrà dare un'ultima occhiata alla grafica dell'app e apportare le ultime modifiche del caso.

Un emulatore Android, però, trova anche altri utilizzi. Installandolo sul disco rigido del computer, ad esempio, sarà possibile scaricare e installare applicazioni e videogames dal Play Store e usarli direttamente dal PC.

Bluestacks

Ideale sia per testare app in fase di sviluppo sia per giocare con i propri videogame Android preferiti direttamente dallo schermo del PC, Bluestacks è uno degli emulatori Android più conosciuti e utilizzati in assoluto. L'ambiente operativo è ottimizzato per far girare al meglio qualunque tipologia di applicazione, ma l'interfaccia grafica è stata ritoccata per offrire agli utenti la miglior esperienza d'uso possibile. Per scaricare e utilizzare app sarà necessario, ovviamente, un account Google: potrete utilizzare lo stesso che avete sul telefono oppure crearne uno nuovo ed evitare di creare troppa confusione tra i due "mondi".

 

 

Con l'introduzione di Bluestacks 3, lanciato nel luglio 2017, l'utente potrà godere di importanti novità sia da un mero punto di vista grafico, sia da un punto di vista "funzionale". La nuova versione dell'emulatore Android per eccellenza è stata sviluppata a partire da un nuovo motore grafico, che garantisce migliori performance e consente, tra le altre cose, di giocare contemporaneamente con più titoli. A questo si aggiunge la funzionalità multi-instance, ideata per poter lanciare più "istanze" di Bluestacks contemporaneamente e gestirle, tramite account Google differenti, in schermate differenti e separate l'una dall'altra.

Da gennaio 2018, inoltre, è disponibile Bluestacks + N, primo emulatore Android a girare con Android 7 Nougat. È ancora in versione beta, ma gli sviluppatori sperano di rilasciarlo in versione stabile quanto prima.

YouWave

A differenza del precedente, YouWave offre allo sviluppatore di app Android un'interfaccia utente identica a quella del sistema operativo mobile di Google. Capace di far girare tutte le app compatibili con Android 4.0, questo emulatore ha uno store interno dal quale scaricare giochi e applicazioni di produttività senza il bisogno di avere un account del Play Store. Ottimo, quindi, nel caso in cui si sia indecisi se acquistare uno smartphone del robottino verde o un iPhone e si volessero testarne in precedenza le capacità.

 

 

In caso di necessità, con YouWave si può decidere di ruotare lo schermo e salvare dati e applicazioni su una scheda di memoria esterna virtuale. In questo modo si potranno testare le prestazioni delle applicazioni come se si utilizzasse un dispositivo reale, mettendone alla prova reattività e velocità di elaborazione.

Google Android Development Kit

Chiunque abbia scaricato l'Android Development Kit (kit di sviluppo per applicazioni Android) sa già che vi troverà incluso un emulatore dell'ecosistema operativo mobile creato da Google. L'emulatore nativo permette di simulare tutte le funzionalità, hardware e software, di uno smartphone o tablet Android, eccezion fatta per le chiamate. Per modellare e testare più semplicemente le applicazioni in via di sviluppo, l'emulatore include l'Android Virtual Device, che permette di simulare il funzionamento di differenti dispositivi caratterizzati da differenti configurazioni hardware.

GenyMotion

Conosciuto in precedenza come Android VM (virtual machine), GenyMotion è stato recentemente rivisto e ripensato per offrire agli utenti un'esperienza grafica nuova e interattiva. A differenza del passato, infatti, oggi questo emulatore Android si presenta in una veste grafica intuitiva e semplificata, permettendo anche agli sviluppatori alle prime armi di sfruttarne capacità e funzionalità.

 

 

Ideale per differenziarsi dagli altri emulatori Android generici, GenyMotion è ideale per chi deve sviluppare app Android che facciano grande utilizzo di GPS, accelerometro, dinamometro e tutti gli altri sensori legati al rilevamento della posizione e del movimento. Lo sviluppatore più esperto, inoltre, troverà molto comodo il terminale a riga di comando che permetterà di poter interagire direttamente con la macchina virtuale che simula il funzionamento del kernel Android.

Jar of Beans

Nome piuttosto evocativo per questo emulatore Android. Jar of Beans, barattolo di fagioli in inglese, è stato pensato e realizzato per far girare le applicazioni compatibili e supportate da Android Jelly Bean. Sviluppato da Unrealmanu, utente italiano del forum di sviluppatori Android XDA developer, il barattolo di fagioli permette di sfruttare al meglio le componenti hardware del computer, accelerazione grafica in primis. Dà il meglio di sé, quindi, nel caso in cui si vogliano testare o provare giochi che richiedono accelerazione grafica tridimensionale, permettendo all'utente di verificare la compatibilità dell'app Android con le specifiche tecniche del dispositivo.

 

 

Ottimo anche nel caso in cui si debbano testare app Android in via di sviluppo. Jar of beans permette di importare i file .apk (formato file per gli eseguibili Android) premendo semplicemente un pulsante. In questo modo lo sviluppatore potrà facilmente provare la sua applicazione senza passare dal Play Store.

Windroy

La peculiarità di questo emulatore Android è la sua capacità di far funzionare le app e i giochi senza dover installare macchine virtuali. Windroy, infatti, può far girare il sistema operativo del robottino verde sfruttando le funzionalità del kernel Windows. Ciò vuol dire che le app Android potranno sfruttare nativamente l'hardware del computer (compresa l'accelerazione grafica 3D), garantendo all'emulatore prestazioni superiori alla norma.

Remix OS Player

 

 

Ottimizzato per funzionare con i videogame Android, Remix OS Player è un emulatore Android sviluppato per funzionare su sistemi Windows 7 e successivi. Si installa con estrema facilità e consente di iniziare a giocare con i propri titoli Android preferiti nel giro di pochissimi secondi. Remix OS Player, infatti, garantisce pieno accesso al Play Store: ciò vuol dire che, dopo aver settato un account Google, si potranno scaricare tutte le app che si vorranno, videogame in testa. A quel punto sarà come utilizzare uno smartphone Android con un'interfaccia ottimizzata per mouse e tastiera.

KO Player

 

 

Tra i migliori emulatori Android gratis, KO Player è realizzato direttamente su piattaforma x86 per offrire agli sviluppatori e ai gamers la miglior esperienza d'uso possibile. Supporta funzionalità avanzate come le librerie grafiche OpenGL e l'accelerazione hardware. A questo si unisce la possibilità di utilizzare più account Google contemporaneamente – e giocare con più titoli nello stesso momento – registrazione della schermata e creazione di video e la compatibilità con oltre il 99% delle app presenti nel Play Store ufficiale.

Nox

Se volete testare sul vostro computer Windows o Mac un nuovo gioco Android, una delle migliori opzioni online è Nox. Questo emulatore Android, infatti, è ottimizzato per offrire le migliori performance possibili con i videogiochi presenti sul Google Play Store. Dopo averlo installato sul proprio PC è consigliabile effettuare l'accesso con il proprio account Google, così da poter scaricare le versioni ufficiali dei titoli più gettonati del momento. I vantaggi di Nox, ovviamente, non si limitano alla sola possibilità di accedere al Play Store: grazie a questo emulatore potrete

 

26 febbraio 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #android #windows #mac

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.