HTC Exodus

HTC Exodus, lo smartphone supersicuro grazie a blockchain

Il nuovo dispositivo della HTC sarà uno smartphone supersicuro, perché basato su blockchain, la tecnologia di massima sicurezza utilizzata anche per i BitCoin
HTC Exodus, lo smartphone supersicuro grazie a blockchain FASTWEB S.p.A.

Nelle prossime settimane HTC annuncerà il suo prossimo smartphone di punta, ma nel frattempo HTC ha annunciato un rivoluzionario apparecchio basato su blockchain chiamato Exodus. La società afferma il focus del telefono sarà sulla sicurezza, la crittografia e sul supporto alle criptovalute.

Blockchain è uno dei termini più caldi nel mondo della tecnologia in questo momento. In termini semplici, è un registro delle transazioni: le transazioni sono i blocchi e il libro mastro è la catena. Può essere pubblico (disponibile per tutti in generale) o privato (disponibile per un gruppo selezionato).

L'idea è che la sicurezza e la trasparenza aumentino grazie al blockchain e ciò renderebbe più difficile commettere frodi: la modifica di un blocco, ad esempio, fa apparire immediatamente gli errori nei blocchi adiacenti. È importante sottolineare che il sistema è anche decentralizzato, quindi non si trova in un luogo specifico e non è di proprietà di un'entità.

Questa tecnologia è stata creata per i BitCoin, ma da allora è stata utilizzata per molti altri scopi, dai social network ai giochi da tavolo. Il fatto che sia disponibile per tutti su una rete particolare non significa che tutte quelle persone possano vedere per cosa hai speso i tuoi Bitcoin, ma significa che c'è una sorta di registro di tutte le mani che maneggiano questi soldi (virtuali).

Quindi, come si applica tutto questo ai telefoni? La tecnologia blockchain può essere applicata ovunque, la sicurezza e il decentramento sono importanti, dallo shopping online alle comunicazioni private e HTC spera di sfruttare proprio questa caratteristica.

Ogni telefono Exodus fungerà da nodo crittografato su una rete blockchain, rendendo il telefono e i dati memorizzati su di esso difficili da violare, in quanto sarebbe come cercare di manomettere un blocco Bitcoin (molto difficile, in altre parole).

Il telefono eseguirà anche ciò che HTC chiama "DApps", ovvero applicazioni decentralizzate basate anch'esse sulla tecnologia blockchain, con i propri registri pubblici. Le informazioni provenienti da queste app saranno verificate dagli utenti sulla rete, con ricompense in criptovaluta BitCoin ed Ethereum disponibili (entrambe le criptovalute saranno integrate nei telefoni Exodus).

"La nostra idea è quella di espandere l'ecosistema blockchain creando il primo telefono al mondo dedicato alle applicazioni decentralizzate e alla sicurezza", afferma HTC . "Con l'uscita di HTC Exodus ora possiamo renderlo realtà."

Tutto ciò che sappiamo finora è che il telefono funzionerà su Android, avrà touchscreen e una singola fotocamera posteriore, e supporterà una SIM e una scheda microSD. Al momento non ci sono notizie su quando il telefono verrà effettivamente messo in commercio o quanto costerà, anche se sarà possibile acquistarne uno con le criptovalute, quando sarà il momento.

Blockchain (e Bitcoin) sono tecnologie nascenti in questo momento, piene di promesse e potenzialità, ma ancora lontane dall'adozione di massa. Solo il tempo dirà se l'HTC Exodus finirà per essere un altro passo verso il futuro o meno.

17 maggio 2018

Fonte: newatlas.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail