Fastweb

HoloLens Microsoft, tutto quello che c'è da sapere

windows server Web & Digital #windows #windows 10 Quali sono le differenze tra Windows e Windows Server All'apparenza possono sembrare simili, ma Windows 10 e Windows Server 2016 sono due sistemi operativi molto differenti tra di loro: ecco il perché
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
HoloLens Microsoft, tutto quello che c'è da sapere FASTWEB S.p.A.
HoloLens di Microsoft
Smartphone & Gadget
Cinque anni di lavoro per realizzare un visore olografico capace di coniugare realtà virtuale e realtà aumentata; vita digitale e vita reale

Si chiamano HoloLens i visori olografici a realtà virtuale targati Microsoft che ricordano sia Oculus Rift di Facebook sia i Google Glass "messi in soffitta" da Big G.

HoloLens

Cos'è HoloLens

Nonostante tutte queste affinità, il dispositivo di Microsoft ha una sua "personalità" ben definita. Si tratta di un progetto cui la casa di Redmond sta lavorando da circa cinque anni all'interno del cosiddetto "Studio C" diretto da Alex Kipman e capace di sfornare, tra le altre cose, il primo Kinect

A metà tra la realtà virtuale di Oculus Rift e la realtà aumentata dei Google Glass, HoloLens è un dispositivo standalone: per funzionare non ha bisogno di cavi o connettori che lo mettano in comunicazione con altri dispositivi informatici. Il visore, insomma, è un piccolo computer dotato di tutte le componenti hardware necessarie al suo funzionamento: oltre al SoC e all'acceleratore grafico troviamo diversi sensori di alta precisione (anche se non sono stati specificati quali) e la speciale tecnologia spatial audio, che permette di comprendere da dove provenga il suono. HoloLens è in grado di processare terabyte di dati in arrivo dai vari sensori di cui è dotato, così da comprendere in quale direzione si stia guardando, i gesti e i comandi vocali.

Integrazione

Grazie a questo comparto hardware, HoloLens prova a rivoluzionare il campo della realtà virtuale e della realtà aumentata. Come affermato dallo stesso CEO Microsoft Satya Nadella, il visore olografico mostrato il 20 gennaio 2015 rappresenta l'integrazione tra la vita reale e la vita digitale del suo possessore. Così come i Google Glass, gli HoloLens possono essere indossati nella vita di tutti i giorni ma, a differenza del dispositivo di Big G, l'ologramma prodotto da HoloLens potrà occupare tutto il campo visivo e non solo una parte.

 

Integrazione reale e virtuale

 

L'integrazione, inoltre, riguarda anche la realtà virtuale e la realtà aumentata. HoloLens sembra in grado di sorpassare entrambe le tecnologie in un colpo solo, portandole su un livello tutto nuovo: l'utente può interagire con gli ologrammi tridimensionali creati dal dispositivo Microsoft come se fossero immagini reali inserite nella vita di tutti i giorni.

Una chiamata

Le potenzialità del dispositivo sono tali che potrebbe essere utilizzato in tutte le attività che si svolgono quotidianamente.

HoloLens in cucina

 

Essendo stato sviluppato in parallelo con Windows 10, HoloLens dovrebbe poter integrarsi senza troppi grattacapi con tutti gli altri dispositivi e tutti gli altri software che sfruttano la nuova piattaforma operativa del gigante di Redmond. Potrebbe essere utilizzato, ad esempio, per effettuare una chiamata con Skype.

Skype su HoloLens

 

La finestra della videochiamata è sempre bene in vista ma non copre la parte centrale del campo visivo. In questo modo l'utente potrà continuare a camminare in strada e interagire con il mondo circostante mentre effettua, magari, una videoconferenza di lavoro.

Giochiamo

Il visore olografico realizzato nello Studio C dovrebbe dare una forte spinta all'evoluzione del mondo videoludico. Grazie a tutti i sensori di cui è dotato, l'HoloLens potrebbe trasformare ogni videogame in realtà, permettendo al gamers di immergersi (nel vero senso della parola) all'interno dei suoi titoli preferiti. Grazie al sensore di profondità tridimensionale ? lo stesso utilizzato dal Kinect, per intendersi ? l'HoloLens è in grado di effettuare una scansione in tempo reale della stanza in cui ci si trova e sfruttare tutti gli spazi disponibili per riprodurre il mondo videoludico in 3D.

Stanza Minecraft

 

Nel corso della presentazione, ad esempio, è stato mostrato cosa vorrebbe dire giocare a Minecraft (videogioco sviluppato dalla svedese Mojang e acquistato da Microsoft nell'estate 2014 per 2,5 miliardi di dollari) indossando HoloLens. All'interno della stanza comparirebbero, sotto forma di ologramma, tutti gli elementi che caratterizzano il platform game di Microsoft: l'integrazione con gli ambienti è così avanzata, che i personaggi del gioco sarebbero in grado di sfruttare mobili e altri elementi reali per il proprio tornaconto. Un personaggio-ologramma, ad esempio, potrebbe sedere sulla poltrona o il divano del salotto, oppure consumare la cena seduto al tavolo della cucina.

Chi indossa gli HoloLens sarà parte integrante dell'esperienza videoludica, senza dover "subire" quel senso di estraniazione che si ha indossando un visore per la realtà virtuale.

Designer 3D

 

HoloLens può trovare ampio utilizzo anche nel mondo del design: il visore di Microsoft può essere utilizzato per disegnare, modificare e arredare gli spazi che ci circondano semplicemente selezionando gli elementi olografici presenti nel programma e inserendoli all'interno dell'ambiente reale in cui ci si trova.

Menu semoventi

Tutte le app e i programmi compatibili con Windows 10 saranno compatibili anche con l'ecosistema operativo di Hololens tramite le Windows universal app e della piattaforma Windows holographic, capaci di trasformare ogni software per computer in un applicativo per il visore a realtà aumentata. L'utente non dovrà far altro che visualizzare i menu fluttuanti che permettono di controllare il dispositivo e selezionare l'app che si cercava.

Finestre adattabili

I menu e le app potranno essere visualizzati in qualunque ambiente ci si trovi e sarà possibile disporli su qualunque oggetto o muro si abbia nelle vicinanze. Le finestre delle varie app potranno essere ingrandite o rimpicciolite a piacimento e basterà dire "Follow me" per vedere le finestre spostarsi e seguire ogni nostro movimento

Supporto allo studio

Tra i vari settori in cui può essere utilizzato, Microsoft Hololens sembra poter diventare un compagno di studi praticamente perfetto. Gli studenti di medicina, ad esempio, potranno visualizzare il cuore o qualunque altro organo umano direttamente di fronte ai loro occhi.

 

Supporto allo studio

I limiti di HoloLens

Il campo visivo di HoloLens non è migliorato di molto. In un filmanto dedicato proprio agli studenti di Medicina Microsoft mostra in maniera più verosimile come l'utente vede l'ologramma proiettato nell'ambiente circostante: non senza alcun confine, come suggerivano i precedenti video, ma in maniera più circoscritta, limitata a una porzione di spazio. 

Nel corso dell'evento del 6 ottobre 2015 Microsoft ha mostrato i passi avanti nella tecnologia e ha fatto sapere che il kit di sviluppo applicazioni sarà disponibile a inizio 2016 a 3mila dollari, mentre è ancora ignoto quando il prodotto arriverà sul mercato.

23 maggio 2015 (aggiornato il 7 ottobre)

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #hololens #microsoft #realtà virtuale #realtà aumentata #windows

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.