Fastweb

Come sono gli HoloLens 2

BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands Web & Digital #brand #amazon La classifica dei brand di maggior valore nel 2019 Amazon guida la classifica dei brand di maggior valore del 2019. In seconda posizione Amazon, seguita da Google e da Microsoft
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come sono gli HoloLens 2 FASTWEB S.p.A.
HoloLens 2 nel corso della presentazione del Mobile World Congress 2019
Smartphone & Gadget
Microsoft si presenta al MWC 2019 di Barcellona con un nuovo modello di occhiali per la realtà mista. Più leggeri e dotati di tecnologie più avanzate, sono pensati per il mondo del lavoro

Se ancora ci fosse stato qualche dubbio, è bastata la presentazione di Barcellona (e i test condotti in anteprima da alcuni giornalisti) a fugarli del tutto. Gli HoloLens di Microsoft (al momento) non sono pensati per il grande pubblico, ma sono rivolti a un'utenza professionale. E se questo assunto era vero per gli HoloLens "originali", lo è ancora di più per gli HoloLens 2, presentati dalla casa di Redmond nel corso del Mobile World Congress 2019 in corso presso la capitale catalana.

Riprogettati e ripensati da ingegneri e designer di Redmond, i nuovi occhiali a realtà mista di Microsoft sono più leggeri e compatti e, soprattutto, possono fare leva su una dotazione tecnologica tutta nuova. Sensori e fotocamere montati nella barra posta appena sopra le lenti e gli schermi sono in grado di monitorare spazi attorno alla persona e tracciare i suoi movimenti, così da creare ologrammi "integrati" nell'ambiente in cui ci si trova.

Come sono gli HoloLens 2

 

Come accennato, i nuovi wearable per la realtà mista sono stati completamente riprogettati dagli ingegneri e designer Microsoft. Gli HoloLens 2 sono più compatti e leggeri, così da garantire un maggior comfort a chi li indossa. Realizzati con materiali in fibra di carbonio, hanno una migliore gestione del calore (e della dissipazione del calore) e una differente distribuzione del peso. Chi ha avuto modo di provarli e indossarli afferma che sono molto più comodi rispetto al passato, con un centro di gravità che non "poggia" più sul naso, ma trova il suo fulcro sulla testa. Inoltre, è prevista una configurazione che permette di utilizzarli anche se si indossano occhiali da vista.

Le modifiche, però, riguardano anche l'intero comparto hardware del device indossabile svelato da Microsoft nel corso del Mobile World Congress 2019. Gli HoloLens 2 montano un nuovo sensore time-of-flight, che permette di misurare in tempo reale la distanza tra obiettivo e oggetti inquadrati ed è molto più accurato rispetto a quello della versione precedente. Non manca poi un nuovo set di sensori fotografici che consentono di scansionare al meglio lo spazio che circonda chi indossa gli occhiali MR. La novità più importante, però, riguarda i display montati dagli HoloLens 2: sfruttando una nuova tecnologia, Microsoft ha raddoppiato il campo visivo degli utenti mantenendo la risoluzione di 47 pixel per ogni grado del campo visivo. Secondo i tecnici Microsoft è come passare da un televisore con risoluzione HD (1280x720 pixel) a un televisore con risoluzione 2K (2048x1080 pixel).

Cosa cambia rispetto ai vecchi HoloLens?

HoloLens 2

La risposta più semplice è: un po' tutto. Sia a livello hardware, sia a livello costruttivo, gli HoloLens 2 rappresentano una netta evoluzione rispetto al modello lanciato nel 2016. Le novità introdotte dalla casa di Redmond assicurano un miglior tracciamento degli spostamenti all'interno dello spazio e miglior monitoraggio dei movimenti del corpo. Ciò vuol dire che gli utenti saranno liberi di interagire con l'interfaccia degli HoloLens con le loro mani in maniera molto più naturale, senza dover indossare guanti o utilizzare joystick o dispositivi similari.

Inoltre, gli occhiali a realtà mista presentati al MWC 2019 sono dotati di un'avanzata tecnologia di tracciamento degli occhi. In questo modo gli HoloLens sanno sempre l'oggetto o gli elementi che l'utente sta guardando e consente di interagire con loro sia toccandoli sia attraverso semplici comandi vocali.

Cosa si può fare con gli HoloLens 2

HoloLens 2 in uso

Se state già pensando di acquistare i nuovi wearable Microsoft, vi invitiamo a rifletterci un po' di più. Anche se possono apparire come innovativi e assolutamente utili, gli HoloLens non sono pensati per il grande pubblico, ma per un'utenza professionale. Potranno essere utilizzati, ad esempio, da chirurghi all'interno di una sala operatoria; da operai specializzati in una catena di montaggio; da piloti e autisti e così via. Insomma, se già vi immaginavate a girare in casa con indosso gli HoloLens, forse dovreste riconsiderare i vostri sogni.

Costo e disponibilità HoloLens 2

Al momento Microsoft sta ultimando gli ultimi ritocchi e presto gli occhiali a realtà mista potranno essere acquistati da aziende e professionisti che vorranno saggiarne le capacità. Se siete impazienti potete comunque preordinarli: gli HoloLens 2 costano 3.500 dollari e saranno spediti nel corso della seconda parte del 2019.

Torna anche Kinect, un HoloLens in miniatura

Kinect 2

La nuova versione degli occhiali a realtà mista non sono, però, l'unica novità che Microsoft ha portato sul palco di Barcellona. La casa di Redmond, un po' a sorpresa, ha svelato la nuova versione del Kinect, il sistema di tracciamento dei movimenti pensato per la Xbox 360. Dopo averne interrotto produzione e commercializzazione nel 2017, Microsoft reintroduce la sua barra di sensori ma questa volta non è pensata per la console e i videogame.

La Kinect 2 è molto più piccola della precedente ma, nonostante ciò, contiene tutti i sensori che troviamo anche nell'HoloLens 2. Nella barra di sensori trova spazio la fotocamera time of flight; 7 microfoni direzionali; fotocamera a colori da 12 megapixel e fotocamera bianco e nero da 1 megapixel con sensore di profondità.

Nei piani di Microsoft, questa dotazione tecnologica dovrebbe essere utilizzata per fornire dati provenienti dall'ambiente e da analizzare con algoritmi di intelligenza artificiale ospitati nel cloud di Microsoft. E non è un caso che la barra sensoriale sia stata battezzata Azure Kinect.

 

27 febbraio 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #realtà mista #hololens #microsoft

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.