smart speaker

Guida all'acquisto dello smart speaker

Una smart home si contraddistingue per il suo smart speaker: Alexa o Google Assistant? Amazon Echo o Google Nest Mini? Ecco come scegliere quello più adatto
Guida all'acquisto dello smart speaker FASTWEB S.p.A.

Gli smart speaker sono device indispensabili per ogni casa “intelligente” che si rispetti. Questi dispositivi si connettono al Wi-Fi domestico e grazie ad assistenti vocali dotati di intelligenza artificiale permettono di accendere e spegnere le luci, regolare il termostato, avviare la riproduzione di musica e controllare le prese intelligenti presenti in casa. Insomma: gli smart speaker trasformano una casa normale in una vera smart home.

Che si tratti di un dispositivo Echo di Amazon o di un Nest mini di Google, che a rispondere sia Alexa oppure il Google Assistant, una volta provata l’esperienza di uno smart speaker non se ne potrà più fare a meno. Ma come scegliere quello più adatto alle proprie esigenze? Scopriamo quindi cosa sono gli smart speaker, come funzionano e come scegliere quello da acquistare.

Cos’è uno smart speaker e come funziona

google nest smart speaker

Uno smart speaker è un dispositivo in grado di recepire comandi vocali e rispondere alle richieste dell’utente. Il cuore e il cervello di questi device è però l’assistente virtuale, cioè il software basato sull’intelligenza artificiale, che è in grado di interagire con l’utente e seguire tutte le sue istruzioni date attraverso la sua voce.

Tra le principali funzionalità da cercare in uno smart speaker c’è la possibilità di eseguire ricerche sul web, dal meteo del giorno alle ricette per la cena o le notizie in tempo reale. In device di questo tipo deve consentire di gestire il proprio calendario: dai promemoria alla lista della spesa, oltre che impostare timer e sveglie.

Infine, si deve poter riprodurre la musica e altri contenuti multimediali semplicemente utilizzando i comandi vocali. Non devono poi mancare le funzionalità per il controllo dei dispositivi della smart home con la voce: dalle prese intelligenti all’accensione o spegnimento di luci e videocamere di sicurezza.

Gli smart speaker differiscono non tanto nelle funzionalità, che sono più o meno le stesse sia per Alexa di Amazon Echo che per Google Assistant del Nest mini, quanto nel modo in cui funzionano e nei servizi a cui si appoggiano. Con Alexa, si accederà facilmente ai contenuti da riprodurre in streaming da servizi come Prime Video o Amazon Music. L’ecosistema Google, invece, eccelle nelle ricerche web e la sincronizzazione del calendario. C’è poi da approfondire la questione degli assistenti vocali.

Alexa è un software che grazie alla sua intelligenza artificiale può interagire con l’utente, sia rispondendo a una domanda, che eseguendo le istruzioni di un comando vocale. Inoltre, può essere usata anche tramite app dallo smartphone o tramite lo stesso smart speaker.

Anche Google Assistant è un software che dà risposte e interagisce con gli utenti e può essere usato tramite app per smartphone o per device. La differenza sostanziale da Alexa è che nel caso dell’ecosistema Google è necessario fare un passo in più per configurare e gestire tutti i dispositivi connessi e compatibili con l’assistente vocale: sarà necessario utilizzare l’app di Google Home.

Smart speaker: Amazon Echo o Google?

amazon echo smart speaker

Tra gli smart speaker più completi sul mercato c’è la serie Amazon Echo, che conta su 5 smart speaker e 3 smart display, cioè device con l’aggiunta di uno schermo dove visualizzare notizie, ricerche e contenuti video. Per quanto riguarda Google, invece, la scelta sarà sullo smart speaker Google Home o sulle sue versioni compatte: Google Nest mini e Google Home mini.

Al momento, su Amazon sono in vendita gli Echo Dot di quarta generazione, Echo Dot con orologio di quarta generazione, Echo di quarta generazione, Echo Studio ed Echo dot di terza generazione. Sul sito di Google, invece, si potranno acquistare il Nest mini, Home mini e Google Home.

Le differenze di prezzo sono dettate dalle caratteristiche aggiuntive di ogni device, come la dimensione e la presenza, o meno, di display. Ma come scegliere tra uno smart speaker di Amazon e uno di Google? Non c’è un'unica risposta a questa domanda, dato che la scelta dipende dalle esigenze dell’utente. Ci sono infatti dei fattori da valutare prima dell’acquisto. In primis, l’utilizzo che si vuole fare dello smart speaker e le proprie priorità.

Se ad esempio verrà utilizzato soprattutto per ascoltare musica, oppure per cercare informazioni come ricette mentre si è in cucina, o ancora come hub per la smart home e avere il controllo su tutti i device intelligenti in casa. Una volta definito il tipo di utilizzo, sarà necessario valutare l’ecosistema, i prodotti e i servizi che vengono utilizzati ogni giorno.

Se l’utente utilizza soprattutto i prodotti di Google, come il Chromecast, e i suoi servizi, da Calendario a YouTube, la scelta è ovvia e ricadrà tra Home, Home mini e Nest. Se invece si cede facilmente agli acquisti vocali, si usano i servizi come Prime Video e Audible di Amazon, e il televisore è dotato di un Fire Tv Stick, lo smart speaker che fa al caso dell’utente sarà uno tra Echo, Echo Dot ed Echo Show.

Copyright Cultur-e
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail