GoPro Hero 6 Black

GoPro Hero 6 Black, le caratteristiche

Servono ben 499 dollari per avere l'ultimo modello di videocamera
GoPro Hero 6 Black, le caratteristiche FASTWEB S.p.A.

GoPro ha appena rilasciato la Hero 6 Black all'evento di San Francisco e, in Nord America, sarà disponibile all'acquisto già da oggi. L'aspetto esteriore riprende la Hero 5, è waterproof e ha caratteristiche che aumentano il frame rate, per migliorare qualità e velocità dell'immagine, anche grazie ad un nuovo processore. Il prezzo sarà leggermente più alto: ben 499 dollari per la nuova camera, 100 dollari in più rispetto al precedente modello.

Settimane di notizie trafugate hanno reso possibile conoscere i dettagli della action cam prima che uscisse ma adesso arrivano le conferme e i "pezzi mancanti". L'elemento chiave è la possibilità di registrare video in 4K con 60 frame al secondo. GoPro ha sempre registrato in 4K ma gli atleti e i professionisti si sono sempre lamentati dei pochi frame per secondo. Un numero maggiore di frame permettere di avere una visuale più limpida e di creare anche filmati in slow-motion.

Una delle funzionalità principali della Hero 6 Black è proprio lo slow-motion, registrando video in 2.7K con 120fps e 240fps in 1080p, il che vuol dire che il filmato può essere riprodotto 10 volte più lentamente senza alcun problema. Ovviamente si potrà comunque girare ancora in 24 o 30fps, come prima. La Hero 6 Black utilizza inoltre il Wi-Fi a 5GHz per trasferire i video sul proprio telefono 3 volte più velocemente. Inoltre avrà l'immagine stabilizzata anche se sarà, ancora una volta, digitale e non ottica.

La fotocamera ha 12-megapixel e scatta foto in JPG, RAW o in Wide Dynamic Range. In più sembra che le foto con poca luce verranno meglio della Hero 5 Black e che la fotocamera offrirà una qualità migliore in tutte le situazioni.

Ci sono tutte le funzionalità della Hero 5 Black; è resistente agli urti e waterproof fino a 10 metri. Ha il GPS, uno schermo LCD da 2 pollici sul retro, comandi vocali e alcune funzioni di editing istantaneo.

Tutte le migliorie di qualità e performance ci sono grazie al GP1, il nuovo processore creato specificatamente per la GoPro dalla Socionext.
Questo perché la Hero 6 Black è estremamente importante per GoPro. La concorrenza è spietata soprattutto con i nuovi player, della Cina, che usano alcune delle componenti che utilizza anche GoPro, come il processore Ambarella. Passare dunque ad un chip proprio è un altro modo per competere, oltre che per portare un vantaggio alla qualità dell'immagine. Inoltre permette anche nuove funzionalità, come i comandi vocali o l'auto editing.

Ma più in generale, la Hero 6 Black punta al business. L'azienda ha vissuto un anno finanziario particolarmente impegnativo nel 2016, questo perché ha atteso un anno per rilasciare la Hero 5 dopo la 4. Tornando ad un programma con cadenza annuale, il giro di vendite potrebbe tornare a stabilizzarsi.

GoPro ha anche finito di lavorare alla Fusion, la camera a 360° per tutti gli utenti, ed ha aggiunto altre funzioni al drone Karma. Sembra che, per il futuro, la lineup di GoPro si fonderà sulla Hero 6 Black come top di gamma, la Hero 5 Black e Hero 5 Session al di sotto e la Session originale all'ultimo posto.

29 settembre 2017

 

Fonte: theverge.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail