Google Pixel

Google Pixel rileva frequenza cardiaca e respirazione, come funziona

I Google Pixel possono misurare la frequenza cardiaca e la respirazione tramite le fotocamere direttamente con l’app Google Fit
Google Pixel rileva frequenza cardiaca e respirazione, come funziona FASTWEB S.p.A.

Gli utenti di Google Pixel non avranno più bisogno di uno smartwatch per misurare la frequenza cardiaca o il respiro, grazie a un nuovo aggiornamento dell'app Google Fit

Google aveva annunciato il mese scorso che l'aggiornamento sarebbe presto arrivato sui telefoni Pixel e che avrebbe consentito agli utenti di misurare la respirazione e la frequenza cardiaca tramite le fotocamere. Questa funzione è stata ora implementata nei "Pixel supportati" tramite un aggiornamento dell'app Google Fit.

Sapevamo già che questa sarebbe stata un'esclusiva a tempo per i telefoni Pixel, con la funzione in arrivo su altri dispositivi Android in una data successiva non definita, ma la parola "supportati" è ancora abbastanza ambigua.

Significa che qualsiasi dispositivo Pixel è in grado di eseguire fisicamente il software? O che riguarda qualsiasi dispositivo ancora supportato da Google? Se l’opzione è quest'ultima, esclude automaticamente il Pixel 2 e il Pixel 2 XL, che hanno raggiunto la fine del loro periodo di supporto lo scorso ottobre.

La funzione offrirà agli utenti Pixel un modo per controllare la frequenza cardiaca e la respirazione, senza bisogno di un dispositivo indossabile.

La misurazione della frequenza cardiaca richiede di posizionare un dito sulla fotocamera posteriore, che quindi analizzerà i sottili cambiamenti di colore della pelle per fornire una lettura del polso. I test di Google mostrano che ha un margine di errore del 2%, anche se ovviamente è progettato per test una tantum, e non per fornire aggiornamenti costanti come fanno i migliori smartwatch.

Il rilevamento della respirazione, invece, utilizza la fotocamera frontale. Posizionando il telefono di fronte a voi, con la testa e il busto in vista, dopo aver monitorato i movimenti del torace l'app calcolerà i vostri respiri al minuto. Google afferma che nei test si è dimostrato accurato entro un respiro al minuto; tuttavia, l'azienda sottolinea che né essa né la misurazione della frequenza cardiaca sono destinate a scopi medici.

Nonostante ciò, Google si sente abbastanza fiduciosa dell'accuratezza della sua tecnologia, al punto che potrebbe dargli un vantaggio rispetto alle varie app che affermano di fare la stessa cosa ma senza alcun vero controllo. 

"Abbiamo sviluppato entrambe le funzionalità - e completato gli studi clinici iniziali per convalidarle - in modo che funzionino in una varietà di condizioni nel mondo reale e per il maggior numero di persone possibile", ha scritto Shwetak Patel, Direttore delle Tecnologie Sanitarie di Google Health a febbraio. "Ad esempio, poiché il nostro algoritmo di frequenza cardiaca si basa sull'approssimazione del flusso sanguigno dai cambiamenti di colore nella punta del dito, deve tenere conto di fattori come l'illuminazione, il tono della pelle, l'età e altro, per funzionare per tutti."
 

Fonte: tomsguide.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail