Android Device Manager

Google lancia Android Device Manager, l'antifurto satellitare per smartphone

Con l'ultima release del sistema operativo mobile Google presenta anche Android Device Manager, l'antifurto per gli smartphone del robottino verde
Google lancia Android Device Manager, l'antifurto satellitare per smartphone FASTWEB S.p.A.

A pochi giorni dalla presentazione già attivo l'Android Device Manager. Assieme alla nuova release 4.3, sono arrivate anche diverse novità per le precedenti versioni del sistema operativo mobile più utilizzato al mondo. Prima fra tutte, per l'appunto, il Device Manager, un dispositivo di sicurezza che aiuterà gli adepti del robottino verde a ritrovare il loro dispositivo. Ecco come.

Come funziona Android Device Manager

Il nuovo tool di sicurezza realizzato nei laboratori Google funziona, più o meno, come un antifurto satellitare. Nel caso in cui subissimo il furto del dispositivo (o più semplicemente, se andasse smarrito), sfruttando il modulo GPS sarà possibile individuare – con buonissima approssimazione – la posizione dello smartphone. Per ritrovare il proprio dispositivo Android – potrebbe benissimo essere anche un tablet, infatti – basterà collegarsi al sito ufficiale del Device Manager, loggarsi con lo stesso account Google utilizzato sul dispositivo e attendere che il sistema individui il telefono. La posizione verrà visualizzata, con un'approssimazione di poche decine di metri direttamente sulle Google Maps.

 

Con Android Device Manager si potrà individuare uno smartphone con una precisione di poche decine di metri

 

Per attivare la funzione, bisognerà accedere al menu Impostazioni dello smartphone e scegliere la voce Sicurezza. Da qui aprire la sezione Amministratori dispositivo, dove si troverà il menu dedicato all'Android Device Manager. Spuntando la voce relativa, si attiveranno le impostazioni collegate con questa nuova funzione.

Cancella tutto

Nulla di nuovo sotto il sole, si dirà. Nel Play Store, infatti, sono presenti diverse decine che fanno lo stesso “lavoro”. Magari con funzionalità anche più avanzate. E invece non è affatto così. Il Device Manager permette anche di ritrovare lo smartphone nel caso lo si perdesse per casa facendolo squillare al massimo del volume per cinque minuti consecutivi.

Se, invece, ci si dovesse accorgere che il dispositivo non è più recuperabile, si può decidere di resettarlo e riportarlo alle impostazioni di fabbrica. In questa maniera i dati salvati sullo smartphone o tablet verranno cancellati una volta per tutti e nessun malintenzionato potrà impossessarsene.

Con il Device Manager, inoltre, si potrà anche bloccare lo smartphone e renderlo quindi inaccessibile, oppure modificare il pattern lock (la sequenza di sblocco del cellulare che si attiva ogniqualvolta si spegne il display) nel caso in cui ci si fosse scordati quale sia.

 

9 agosto 2013

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail