Google Foto

Google Foto a pagamento dal prossimo anno?

Dal 1 giugno 2021 tutte le nuove foto caricate sul vostro account Google Foto verranno conteggiate all'interno dello spazio di archiviazione
Google Foto a pagamento dal prossimo anno? FASTWEB S.p.A.

Dal 1 giugno 2021 Google cambierà le sue politiche di archiviazione per gli account gratuiti di Google Foto, e non in meglio. Fondamentalmente, se avete un account gratuito di Google Foto, preparatevi a pagare e ad iscrivervi a Google One.

Attualmente, ogni account Google gratuito viene fornito con 15 GB di spazio di archiviazione online per tutte le esigenze di Gmail, Drive e Foto. Le email e i file archiviati in Drive sono già contati all'interno di quei 15 GB, ma dal 1 giugno tutti i file di Documenti, Fogli, Presentazioni, Disegni, Moduli o Jamboard verranno conteggiati anche nello spazio di archiviazione gratuito. Di solito, questi tendono ad essere file di piccole dimensioni, ma ciò che forse è più importante, praticamente tutti i caricamenti di foto ora verranno conteggiati in quei 15 GB.

Questo è un grosso problema perché oggi Google Foto ti consente di archiviare immagini illimitate (e video illimitati) gratuitamente fintanto che hanno una risoluzione inferiore a 16 MP, a meno che non si scelga di fare in modo che Google ne abbassi la qualità. A giugno del 2021, qualsiasi nuova foto o video caricato in alta qualità (che attualmente non viene conteggiato), verrà conteggiato nei 15 GB gratuiti.

Poiché le persone scattano sempre più foto ogni anno, questi giga gratuiti non dureranno molto a lungo. Google sostiene che l'80% dei suoi utenti ci metterà almeno tre anni, per raggiungere quei 15 GB.

Alcune buone notizie: per rendere questo passaggio un po' più semplice, le foto e i video caricati in alta qualità prima del 1 giugno 2021 non verranno conteggiati nei 15 GB di spazio di archiviazione gratuito. Come al solito, le immagini di qualità più alta continueranno a essere contate. E se possedete un dispositivo Pixel, anche dopo il 1 giugno potrete comunque caricare un numero illimitato di immagini di alta qualità direttamente dal dispositivo.

Google ora mostrerà anche stime personalizzate sulla quantità di spazio residuo e, sempre dal prossimo giugno, la società rilascerà un nuovo strumento gratuito per Foto che vi consentirà di gestire più facilmente il vostro spazio di archiviazione. Vi mostrerà anche foto scure e sfocate che potreste voler eliminare. Per molto tempo la promessa di Google è stata che non ci saremmo mai dovuti preoccupare dello spazio di archiviazione (ricordate il vecchio motto di Gmail? "Archivia, non eliminare!").

Oltre a questi aggiornamenti che riguardano l'archiviazione, ci sono alcune modifiche aggiuntive che vale la pena conoscere. Se il vostro account è inattivo su Gmail, Drive o Foto per più di due anni, Google "potrebbe" eliminarne il contenuto. Pertanto, se utilizzate Gmail ma non utilizzate Foto per due anni perché utilizzate un altro servizio, Google potrebbe eliminare tutte le vecchie foto che avete memorizzato lì.

Ridurre un servizio gratuito e (in alcuni casi) illimitato non è mai una grande mossa. Google sostiene di dover apportare queste modifiche per "continuare a fornire a tutti un'ottima esperienza di archiviazione e per stare al passo con la crescente domanda". Gli utenti ora caricano più di 4,3 milioni di GB su Gmail, Drive e Foto ogni giorno. Non è poco, ovvio, ma Google controlla anche ogni aspetto di questo e deve aver avuto alcune proiezioni interne su come si sarebbe evoluto, quando ha stabilito per la prima volta quelle politiche.

In una certa misura, però, forse c'era da aspettarselo. Dopo tutto, questa non è più la Google a ruota libera del 2010. Abbiamo già visto alcune indicazioni che Google potrebbe riservare alcune funzionalità avanzate per gli abbonati a Google One in Foto, ad esempio. Questa nuova mossa ovviamente spingerà più persone a pagare per Google One e più soldi da Google One significano un po' meno dipendenza dalla pubblicità per l'azienda.

Se invece non volete continuare ad utilizzare l'app di Google, potete valutare qualche valida alternativa.

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail