Tap-to-pay in arrivo per Android Wear

Google estende il servizio tap-to-pay ai suoi dispositivi Android Wear

Presto sarà possibile pagare avvinando gli orologi targati Google ad un POS compatibile
Google estende il servizio tap-to-pay ai suoi dispositivi Android Wear FASTWEB S.p.A.

Stando a quanto scoperto da Android Police, Google potrebbe finalmente esser pronto a estendere il servizio tap-to-pay anche ai suoi dispositivi Android Wear dopo gli esperimenti effettuati sui servizi Google Play versione 10.0. Nelle righe di codice trovate compaiono tracce di messaggi come "Try holding your watch to the terminal again" che fanno chiaramente pensare che la compagnia si trovi nelle ultime fasi di controllo della funzione. Se si è in possesso di un Android Wear compatibile, ovvero che dispone di un chip NFC, sarà sufficiente appoggiare l'orologio ad un POS abilitato per poter effettuare i pagamenti.

Un'altra funzionalità che pare sia prossima ad esser introdotta è l'Instant App: questo servizio permetterà di utilizzare applicazioni senza doverle installare sul device, magari perché si devono utilizzare una sola volta o non si vogliono scaricare per altre ragioni. In questo caso però, Android Police fa notare come questa funzione sia gestita tramite dei flag "true o false": dunque Instant App non è ancora del tutto pronta, ma si trova in fase di sperimentazione.

Al momento è possibile effettuare pagamenti attraverso il tap-to-pay su Android, ma è necessario esser in possesso di un orologio Samsung Gear S3 e di un Samsung Pay. Questa funzione è compatibile con qualsiasi device Android con aggiornamento KitKat 4.4 o successivo, dal momento che Samsung ha appena reso accessibile il suo servizio di pagamento ad altri smartphone Android, a patto che il sistema operativo dell'orologio sia Tizen. Gear S3 è dotato della stessa tecnologia di pagamento costituita da una striscia magnetica dei telefoni Samsung: quindi è possibile utilizzare l'orologio per i pagamenti ovunque negli Stati Uniti. Mentre gli utenti Apple hanno potuto effettuare pagamenti mediante Apple Watch o Apple Pay per più di un anno.

Dagli ultimi dati delle vendite risulta che smartwatch o altri dispositivi indossabili abbiano deluso le aspettative con conseguenti cali nelle vendite: in questo contesto si inserisce l'annuncio da parte di Intel del ridimensionamento delle ricerche e dello sviluppo di tali devices. Probabilmente non ha aiutato il ritardo di Google nel lancio del sistema operativo Android Wear 2.0 previsto per questo autunno che avverrà nei primi mesi del 2017. Si spera che l'azienda statunitense con quartier generale a Mountain View in California, utilizzi questo tempo in modo saggio per riuscire a migliorare il software e fornire più ragioni alle persone di acquistare smartwatch e utilizzare Android Pay.

Nonostante l'apparizione tra i servizi di Google Play, probabilmente la funzione tap-to-pay non verrà introdotta del tutto fino al rilascio di Android Wear 2.0 previsto per l'inizio del prossimo anno. Potrebbero però arrivare sul mercato i tanto attesi smartwatches progettati da Google che rappresenterebbero la linea di orologi affiancando la nuova linea di telefoni Pixel.

21 novembre 2016

Fonte: engadget.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail