Google Chromecast

Google Chromecast e Google TV, caratteristiche prezzo e uscita

Tra le novità del 2020 un nuovo telecomando e alcune app divertenti
Google Chromecast e Google TV, caratteristiche prezzo e uscita FASTWEB S.p.A.

Sette anni fa, Google ha lanciato il primo Chromecast, un dongle HDMI da 35 dollari collegabile a qualsiasi TV, per lo streaming su uno schermo più grande. Da allora, smart TV, console di gioco, set top box e altri gadget di streaming hanno reso molto più semplice guardare Netflix o YouTube sul televisore. Ma Google crede che ci sia ancora posto, per il piccolo lettore di streaming, e oggi annuncia il nuovo Chromecast con Google TV. Il dispositivo è ora disponibile per 49,99 dollari e viene fornito con un telecomando con un microfono integrato per l'accesso a Google Assistant. Vediamo le novità.

Nuovo hardware

Google lo definisce il "miglior Chromecast mai realizzato", e somiglia effettivamente più al Chromecast Ultra del 2016, rispetto alla chiavetta originale. Sembra un porta carte di credito con la finitura liscia e la forma ovale , tranne che per un piccolo cavo che sporge da esso. È anche molto più sottile dell'Ultra e sono disponibili un maggior numero di colorazioni. Le nuove tonalità neve (bianco), alba (corallo) e cielo (blu) sono in linea con i recenti dispositivi dai toni pastello di Google. L'azienda ha anche ridotto al minimo l'adattatore di alimentazione fornito nella confezione, in modo che occupi meno spazio sulla ciabatta o sulle prese elettriche.

Il nuovo Chromecast ha un processore potenziato che lo aiuta ad eseguire la nuova interfaccia e supporta il 4K HDR fino a 60 frame al secondo. Funzionerà anche con i contenuti Dolby Vision per colori, contrasto e luminosità migliori, oltre a offrire un suono surround per esperienze più coinvolgenti.

Nuovo telecomando

Un punto culminante di quest'anno è il nuovo telecomando, che Google ha definito "la nostra funzione più richiesta". È leggermente più lungo del palmo di una mano, con forma ergonomica. C'è una piccola "ammaccatura" sul fondo per aiutarlo a stare a livello su un tavolo invece che oscillare da un lato all'altro. Il telecomando è liscio e leggero e Google è stato abbastanza gentile da includere le due batterie triple A, necessarie per alimentarlo.

I controlli presentano un pad di navigazione circolare a quattro direzioni e otto pulsanti, oltre a controlli del volume lungo il bordo destro. Gli otto pulsanti sono: Indietro, Assistente, Home, Muto, Alimentazione, Ingresso e due opzioni dedicate a YouTube e Netflix. Google ha affermato di aver scelto questi due servizi di streaming perché sono i più popolari tra gli utenti.

Per parlare con l'Assistente Google, basterà premere e tenere premuto il pulsante dedicato e parlare nel telecomando. E non sarà necessario dire "Hey Google".

I controlli di alimentazione, ingresso e volume sono programmabili sulla TV tramite un sensore a infrarossi, che offre un controllo maggiore rispetto all'utilizzo del telefono con un Chromecast meno recente.

Riecco la Google TV

Il nuovo Chromecast viene lanciato anche con la nuova interfaccia di Google TV ed è un mix del sistema Android TV esistente e dell'app Play Movies&TV. Se il nome "Google TV" suona familiare, è perché l'azienda ha già utilizzato questo nome per una sfortunata piattaforma di smart TV 10 anni fa. Android TV ha poi ereditato quel sistema, e la nuova Google TV funziona come un livello sopra Android TV. È un po' confuso, ma è fondamentalmente un nuovo look per il sistema operativo, sebbene si utilizzeranno comunque le stesse app già disponibili per Android TV.

Per coloro che hanno già una smart TV o un set-top box, l'aggiunta dell'interfaccia di Google TV non significa molto. Se vi affidate a un Chromecast per lo streaming dei vostri programmi, apprezzerete il nuovo sistema operativo. Invece di dover tirare fuori il telefono per trovare qualcosa che volete guardare e poi trasmetterlo alla TV, sarete in grado di cercarlo sullo schermo più grande. Oppure vi basterà semplicemente chiederlo all'Assistente con il pulsante dedicato del nuovo telecomando.

Nella schermata iniziale viene mostrato un carosello che occupa quasi l'intero schermo con spettacoli e programmi in evidenza. Quindi vengono presentate file di box, a partire dalle prime scelte di Google. Ci sono anche righe per "Le tue app", "Continua a guardare", "Di tendenza su Google", "Dalla tua lista di titoli" e una serie di generi come Azione, Commedie e Film horror, ad esempio.

Poiché dopotutto si tratta di un prodotto Google, ci sono anche spazi dedicati ai contenuti di YouTube. Oltre a una riga specifica per i video consigliati dalla rete, troverete anche una scheda nella parte superiore della home page per i contenuti dal vivo. Questa scheda attualmente attinge solo da YouTube Live, sebbene Google abbia affermato che in futuro porterà altri partner a questa sezione. Le altre sezioni disponibili, tra l'altro, sono Film, Programmi, App, Libreria e Per te, che è la home page predefinita. Potrete anche trovare un'opzione di ricerca in alto per cercare uno spettacolo in particolare, così come un logo di Google TV in alto a sinistra nel caso vi foste dimenticati di utilizzare la nuova interfaccia e non Android TV.

Il nuovo Chromecast offre anche l'integrazione con il Google Assistant, così potrete chiedere all'aiutante digitale di riprodurre i vostri brani preferiti su Spotify, mostrare lo stream della videocamera Nest, cambiare il colore dell'illuminazione o riprodurre programmi specifici.  È anche possibile trasmettere Netflix alla TV direttamente dal vostro telefono Pixel, e invece di mostrare una vetrina di programmi disponibili come prima, il nuovo Chromecast richiamerà l'interfaccia Google TV di Netflix navigabile con il telecomando. Utilizzare Assistant per trovare programmi che già conoscete è abbastanza semplice. Tuttavia, c'è un certo ritardo nel caricamento della pagina principale quando viene premuto il pulsante Home sul telecomando a metà di uno spettacolo. Anche che il controllo vocale sarebbe migliore, se offrisse più funzioni, come ad esempio la possibilità di riavviare un episodio dicendo all'Assistente "ricomincia questo episodio" in app come Netflix.

Oltre a essere ancora in grado di trasmettere cose come la scheda del browser Chrome alla TV, avrete anche la modalità Ambiente, che mostra la grafica e le immagini selezionate sullo schermo quando il sistema è inattivo. Il supporto di Stadia sarà disponibile nella prima metà del 2021 e una piccola selezione di giochi è già presente nell'app store di Google TV.

A proposito, sembra che parte del motivo per cui Google stia mantenendo il sistema operativo Android TV in vita è a causa delle 6.500 app disponibili per il sistema. Google TV non solo può fornire le app di streaming, ma ha anche una vasta libreria di opzioni in categorie come istruzione, fitness, affari, comunicazione, produttività e sport. Il numero enorme di app sul sistema operativo Android TV rende la piattaforma potenzialmente più divertente.

In Italia sarà disponibile dal 15 ottobre al prezzo di 69 euro.

Fonte: cnet.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail