iPhone e depressione

Gli iPhone potranno presto rilevare depressione, autismo e declino cognitivo

Secondo quanto riferito da un rapporto, le funzionalità degli iPhone potrebbero presto utilizzare numerosi dati raccolti dai sensori per rilevare alcuni delicati stati mentali
Gli iPhone potranno presto rilevare depressione, autismo e declino cognitivo FASTWEB S.p.A.


Secondo quanto rivelato da un rapporto sul Wall Street Journal, Apple starebbe lavorando a funzionalità progettate per rilevare la depressione, l'ansia, l'autismo e il declino cognitivo che possono svilupparsi nell'Alzheimer e in altri tipi di demenza. 

Stando al rapporto, le funzionalità per rilevare depressione e declino cognitivo utilizzerebbero numerosi dati personali raccolti da sensori montati sui dispositivi Apple come iPhone e Apple Watch, comprese informazioni sui modelli di sonno degli utenti, sull'attività fisica, sul comportamento di digitazione e altro ancora.

La società starebbe lavorando insieme ai ricercatori dell'Università della California che studiano lo stress, l'ansia e la depressione. Il gigante della tecnologia starebbe anche collaborando con il produttore di farmaci Biogen Inc., che studia il declino cognitivo.

Una terza collaborazione segnalata, con la Duke University, utilizzerebbe la fotocamera dell'iPhone per osservare il comportamento fisico dei bambini per aiutare a rilevare segnali di autismo. Apple non ha ancora risposto a una richiesta di commento.

Secondo quanto riferito, i progetti sono ancora nelle prime fasi di ricerca e non è chiaro se porteranno mai a un prodotto presentato al pubblico. 

Questi sforzi di Apple arrivano a seguito di una ricerca degli ultimi anni che mostra quanto l'utilizzo dei dispositivi dell'azienda potrebbe contribuire a rilevare problemi di salute mentale

Uno studio del 2019 condotto dai ricercatori dell'Università dell'Arizona ha scoperto che la dipendenza da smartphone tra i 18 ei 20 anni "predice rapporti più elevati di sintomi depressivi e solitudine". Un documento del 2017 dei ricercatori di San Diego e dello Stato della Florida ha mostrato che l'uso intensivo di smartphone e social media tra gli adolescenti era associato a tassi più elevati di problemi di salute mentale e suicidio. 

Eppure, il direttore operativo di Apple, Jeff Williams, che dirige l'unità sanitaria dell'azienda, ha affermato "con entusiasmo" ai dipendenti che l'azienda ha il potenziale per aiutare ad affrontare i crescenti tassi di ansia e depressione. 

Qualsiasi sforzo da parte di Apple per rilevare problemi di salute mentale solleverebbe inevitabilmente problemi di privacy per alcuni utenti - e la società ha già affrontato una protesta quest'anno da parte dei sostenitori della privacy su un piano per scansionare le immagini degli utenti per combattere la pornografia infantile, portando Apple a rinviare e modificare la proposta.

Per affrontare i problemi di privacy, gli algoritmi di Apple funzionerebbero localmente sui dispositivi degli utenti, anziché inviare dati all'azienda. 

 

Fonte: foxbusiness.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail