Parcheggiare in sicurezza? Ora si può fare con lo smartphone

FenSens, un sensore di parcheggio in un'app

La cornice attorno alla targa posteriore diventa una telecamera per assistere nel parcheggio
FenSens, un sensore di parcheggio in un'app FASTWEB S.p.A.

I sensori di parcheggio e le telecamere posteriori hanno fatto molto, negli ultimi anni, per prevenire i graffi sui paraurti e i tamponamenti, ma generalmente sono una prerogativa dei modelli di auto più nuovi. FenSens punta a cambiare questo trend con una nuova cornice per la targa posteriore, che attraverso un sistema wireless comunica con il nostro smartphone e invia segnali acustici come un vero sensore di parcheggio, a prescindere da quanto sia vecchia la nostra automobile.

Stando a un sondaggio del team di FenSens, circa il 90% delle auto che circolano sulle strade americane non ha un sensore di parcheggio. Questo contribuisce a lasciare immutato il numero medio di incidenti, circa 15 mila, di tamponamenti, circa 1.8 milioni, e i 7 miliardi di dollari di danni causati da manovre scorrette.

Sul mercato sono già presenti diverse soluzioni di kit di montaggio, ma possono risultare troppo costose, oltre che difficili da montare. Diversamente dalla maggior parte di questi, il FenSens non richiede nessun cablaggio all'interno della vettura o una batteria esterna, ma solo una comunicazione wireless con lo smartphone e una batteria dalla durata di circa cinque mesi.

Esistono due modelli diversi, disponibili: il Parking Assist e il Fender Defender. Entrambi i modelli si attaccano attorno alla targa con 4 viti e si connettono a dispositivi Android o iOS attraverso il Bluetooth
Il prodotto entry-level, Parking Assist, munito di due sensori, è disegnato per le auto e i camion con una targa incassata nel paraurti e rileva un campo visivo relativamente stretto in grado di proteggere l'auto dalle aree più vicine.
Il modello più costoso, il Fender Defender, contiene un sensore a ultrasuoni che copre l'intera area posteriore della macchina.
Entrambi i modelli hanno un range di circa 3 metri e sono impermeabili e resistenti alla polvere.

Le informazioni su quello che succede dietro di noi sono inviate allo smartphone, che li convertirà in effetti sonori. All'interno dell'app, inoltre, è presente una rappresentazione grafica che mostra quanto vicino è l'ostacolo. Nel caso in cui avessimo dimenticato il telefono in tasca, l'app è munita anche di un effetto vibrazione.

Attualmente la campagna di crowdfunding sembra abbia preso piede. I due dispositivi sono disponibili in pre-ordine e se il progetto dovesse raggiungere la somma necessaria, Parking Assist arriverà sul mercato al costo di circa 120 dollari, mentre Fender Defender costerà sui 150 dollari.

27 maggio 2016

Fonte: gizmag.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail