Fastweb

Facebook rilancia Portal, ora con più intelligenza artificiale

Facebook Social #facebook #realtà virtuale Facebook acquista una startup che costruisce bracciali di monitoraggio neurale L'azienda di Menlo Park acquisisce la CTRL-Lab per un progetto basato sulla realtà aumentata e virtuale
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Facebook rilancia Portal, ora con più intelligenza artificiale FASTWEB S.p.A.
Facebook Portal
Smartphone & Gadget
I nuovi modelli dell'altoparlante intelligente di Facebook e la fotocamera offrono una tecnologia migliorata per tracciare i movimenti del corpo durante le chiamate

Alla fine del 2018 Facebook ha chiesto ai consumatori di spendere più di 200 dollari per installare nelle loro case una videocamera connessa a Internet chiamata Portal per facilitare le videochiamate. Le recensioni dei dispositivi Portal erano mediocri e, a causa della reputazione di Facebook in tema di privacy, gli utenti tendevano ad essere sospettosi. I dispositivi non sembrano essere mai stati popolari, ma Facebook non si è arreso.

Mercoledì la società di Zuckerberg ha annunciato tre nuovi modelli di Portal, a prezzi più competitivi rispetto alla prima generazione. Si parte da 129 dollari. Due riprendono il design dello schermo con telecamera e microfono che Orwell battezzò "il teleschermo" ma che oggi è chiamato display intelligente. Il terzo, nuovo modello non ha un display, ma può trasformare una TV in uno schermo gigante di videochat.

Facebook afferma che questi nuovi dispositivi sono dotati di una tecnologia migliorata per tenere traccia dei movimenti del corpo degli utenti durante le chiamate. La caratteristica principale di Portal quando è stata lanciata per la prima volta è stata l'intelligenza artificiale per il tracciamento della persona, funzione in grado di focalizzare video per seguire una persona specifica. I dirigenti di Facebook affermano che questa tecnologia AI è ora più accurata, grazie a nuovi trucchi, come usare il colore dei vestiti di una persona per distinguerla dagli altri. Dicono anche che un giorno la capacità del dispositivo di tracciare il corpo delle persone potrebbe essere utilizzata per aggiungere funzionalità interattive, come nuovi videogiochi.

Come in precedenza, in tutti i Portal è integrato Alexa, l'assistente virtuale di Amazon. Ma Facebook ha apportato altre modifiche che danno al dispositivo una popolarità più ampia, come l'aggiunta del supporto per la piattaforma di messaggistica più grande del mondo, WhatsApp, che ha 1,5 miliardi di utenti e crittografa le chiamate da un capo all'altro. Portal sarà inoltre disponibile per la prima volta al di fuori del Nord America, nel Regno Unito, in Spagna, Francia, Italia, Australia e Nuova Zelanda, un elenco che include i luoghi in cui WhatsApp è significativamente più popolare che negli Stati Uniti.

Gli algoritmi di monitoraggio della persona di Portal, per gentile concessione dei ricercatori dell'IA di Facebook, vengono utilizzati anche per i filtri che possono ravvivare le videochiamate dando a qualcuno orecchie di animale o occhiali giganti. Alimentano anche una strana caratteristica chiamata Story Time che fonde il volto di un chiamante nelle illustrazioni di un libro per bambini mentre si legge una storia.

Questi algoritmi monitorano la posa di tutto il corpo di una persona seguendo il movimento di parti del corpo come arti e testa. Andrew Bosworth, che guida la divisione che produce Portal e l'attrezzatura per la realtà virtuale di Facebook, afferma che Portal potrebbe ottenere funzionalità di realtà aumentata più elaborate in futuro. "I giochi interattivi potrebbero essere un ottimo modo per scoprire questa esperienza", afferma.

Bosworth riconosce che Portal è stato lanciato in un momento imbarazzante, lo scorso anno, a causa delle controversie di Facebook, ma afferma che le persone ora sono più a loro agio con l'idea di convivere con telecamere connesse a Internet. Portal è un dispositivo progettato per chiamate personali e persino crittografate, in linea con il piano del CEO Mark Zuckerberg di guidare Facebook su un percorso più a tutela della privacy. Tutta l'elaborazione dell'IA utilizzata per tracciare i movimenti delle persone che utilizzano Portal avviene sul dispositivo, non inviando dati a Facebook. I dispositivi hanno interruttori per coprire le loro telecamere e disattivare i loro microfoni.

I dispositivi di visualizzazione intelligenti di Google dimostrano come le aziende tecnologiche sembrano credere che le norme sulla privacy per i dispositivi domestici stiano cambiando rapidamente. La società non ha inserito una fotocamera nel suo primo prodotto, lanciato lo scorso anno, dicendo che non era appropriato per gli spazi privati. Una nuova versione annunciata da Google questa settimana non solo ha una fotocamera, ma può utilizzare il riconoscimento facciale per riconoscere diverse persone in una famiglia. I dispositivi Echo Show equivalenti di Amazon dispongono di telecamere, ma non offrono il riconoscimento facciale.

Anche i dispositivi Portal di Facebook non hanno il riconoscimento facciale, ma la società mantiene aperte le opzioni. La società afferma inoltre di non utilizzare le informazioni provenienti dalle interazioni con Portal per modificare il modo in cui indirizza gli annunci, sebbene l'acquisto di un dispositivo possa contrassegnare un utente come qualcuno interessato alle videochiamate.

20 settembre 2019

 

Fonte: wired.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #facebook #tv

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.