Ericsson, smartphone presto sostituiti dall'intelligenza artificiale

Ericsson, smartphone presto sostituiti dall'intelligenza artificiale

Tra le tendenze emerse dallo studio svolto dall'azienda svedese anche la curiosità per i wearable e gli internable
Ericsson, smartphone presto sostituiti dall'intelligenza artificiale FASTWEB S.p.A.

Gli smartphone? Tecnologia obsoleta. Ben presto, infatti, potrebbero essere sostituiti dall'intelligenza artificiale che consentirà di interagire direttamento con gli oggetti senza passare attraverso lo schermo di un telefonino. È quanto emerge da uno studio realizzato da Ericsson e che ha preso in esame un grosso campione della popolazione (1,1 miliardi di persone) di 24 Paesi, Italia compresa.

Dall'indagine è emerso come il mondo voglia intraprendere un nuovo stile di vita molto più hi-tech e fatto di maggiori condivisioni cibernetiche. E questo inizia proprio dai beni materiali come la casa. In Italia sta infatti spopolando AirBnb, il portale che mette in contatto persone in cerca di alloggi. Ma tra le tendenze emergono anche l'abbigliamento, gli articoli sportivi, il dog sitting. Secondo Ericsson anche i pendolari si sono fatti sempre più smart, con il 60% degli italiani che accede a servizi Internet durante gli spostamenti per andare a lavoro. 

Tra i nuovi trend individuati dalla ricerca figurano anche mondi un po' misteriosi, come appunto l'intelligenza artificiale, destinata a sostituire lo smartphone permettendo di interagire direttamente con gli oggetti attraverso i wearable, prodotti tecnologici da indossare. Tra le tendeze più bizzarre anche gli internable, ovvero i sensori da inserire all'interno del corpo per misurare i parametri fisici, e le "case sensibili", con i mattoni che potrebbero contenere dispositivi in grado di monitorare le muffe, le perdite o i problemi elettrici.

La ricerca, infine, offre uno spaccato sul consumatore digitale italiano con il 57% del campione che svolge ricerca di prodotti più online che girando per i negozi reali e con il 28% che legge più e-book che libri veri.

18 dicembre 2015

La Redazione
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail