Arriva SpeakUp, l'app per gli studenti timidi

Ecco SpeakUp, l'applicazione per porre domande restando anonimi

Già collaudata da diversi insegnanti, è stata creata dopo che gli studiosi hanno osservato che, nelle classi numerose, fare domande per molti è più complicato
Ecco SpeakUp, l'applicazione per porre domande restando anonimi FASTWEB S.p.A.

Dal Politecnico di Losanna (Epfl) arriva SpeakUp, un'applicazione per tutti gli studenti timidi o quelli che preferiscono non rischiare di esporsi troppo facendo domande durante le lezioni. L'applicazione consente di esprimere i propri dubbi nell'anonimato, fare commenti e contribuire alle discussioni con Pc o smartphone. 

Già collaudata da diversi insegnanti dell'Epfl, SpeakUp è stata creata dopo che gli studiosi hanno osservato che nelle classi numerose, sopratutto all'università, fare domande per molti è più complicato. ''La partecipazione della classe è un aspetto importante dell'insegnamento e l'app affronta la paura del giudizio degli altri che alcuni studenti possono avere'', ha detto Adrian Holzer, uno dei creatori.

Sono previsti anche voti per domande e commenti più interessanti, e una classifica di quelli più votati. Questo permette ai professori di rispondere alle questioni più "quotate", individuando i dubbi più frequenti. "L'interazione aiuta gli studenti ad imparare, ma è anche essenziale per l'insegnante che sa subito cosa funziona e cosa no'', ha dichiarato Denis Gillet, uno degli insegnanti che ha testato l'app.

31 maggio 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail