Fastweb

Due terzi delle app antivirus per Android non funzionano come dovrebbero

App infezioni orecchie Smartphone & Gadget #salute #app Un'app per smartphone rileva le infezioni alle orecchie Con una nuova app per smartphone ed un semplice cono di carta è possibile rilevare eventuali infezioni alle orecchie
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Due terzi delle app antivirus per Android non funzionano come dovrebbero FASTWEB S.p.A.
antivirus Android
Smartphone & Gadget
Alcune, addirittura, si auto-etichettano come virus

È sicuramente una scelta saggia, quella di voler proteggere il vostro telefono Android con un software antivirus, ma su quali potete realmente contare? A quanto pare, potete escludere la maggior parte di quelli in circolazione. AV-Comparatives ha testato 250 app antivirus per Android e solo 80 di esse (poco meno di un terzo) hanno superato gli standard di base del sito, ovvero hanno rilevato oltre il 30% di app dannose con zero falsi positivi. Alcune delle app che non hanno superato il test si sarebbero addirittura riconosciute come "potenziale virus", secondo i ricercatori.

In alcuni casi, l'errore è semplice: non analizzano realmente il codice dell'app. I ricercatori di AV-Comparatives hanno scoperto che queste utilizzavano soltanto le whitelist o le blacklist delle app andando quasi ad "intuito". Alcune, infatti, consentivano l'accesso a tutte le app i cui file di pacchetto iniziavano con "com.instagram", ma ovviamente risulta piuttosto semplice, creare un'app malevola che utilizza una variante di questo nome.

Le app che hanno superato il test sono state realizzate da brand noti nel campo della sicurezza informatica, come AVG, Kaspersky, McAfee e Symantec. Quelle che invece non hanno superato l'esame avevano solo un modello simile a queste. Molte sono state realizzate da dilettanti o da aziende chiaramente non focalizzate sulla sicurezza. Le app anti-malware provenienti da 32 aziende poco note sono svanite due mesi dopo l'inizio del test.

Questo test si dimostra come un interessante promemoria per suggerire agli utenti di attenersi agli strumenti antivirus di aziende solide e conosciute. Tuttavia, mostra anche una certa leggerezza di Google e degli altri store operators nello screening delle app. Google può infatti verificare che le app non causino danni agli utenti o violino la legge, ma ancora non può imporre un livello base di qualità necessario per mantenere il telefono al sicuro.

25 marzo 2019

Fonte: engadget.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #virus #sicurezza #app

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.