Oculus Go

Facebook presenta Oculus Go, il visore VR standalone e economico

Oculus svela due innovazione che potrebbero cambiare il modo di fruire della realtÓ virtuale
Facebook presenta Oculus Go, il visore VR standalone e economico FASTWEB S.p.A.

Ieri , durante la conferenza Oculus Connect 4, sono stati presentati due dispositivi che rivoluzioneranno la modalità di "vivere" la realtà virtuale: senza la necessità di cavi o di telefoni, i nuovi dispositivi rappresentano una nuova era per gli hardware VR.

Oculus Go

Il primo prodotto, presentato da Mark Zuckerberg è l'Oculus Go, la maniera più veloce per entrare nel mondo VR. Verrà distrbuito all'inizio del prossimo anno e costerà 199 dollari; è perfetto per guardare film o concerti, giocare ai videogames o "uscire con gli amici" nella realtà virtuale.

Questo device all-in-one rende la VR più accessibile e semplice da fruire, rappresenta un enorme passo in avanti per quel che riguarda il comfort, la nitidezza dell'immagine e la comodità di utilizzo.
La nuova cuffia peserà pochissimo e il nuovo tessuto usato per coprire la testa è soffice e traspirante.
L'alta risoluzione sullo schermo LCD (WQHD 2560x1440) migliora la chiarezza della visuale e riduce lo screen door effect, cioè la visualizzazione di spazi neri tra i pixel dovuti alla poca distanza tra le lenti e lo schermo del visore. Le nuove lenti sono le migliori di sempre e offrono un ampio campo visivo, riducendo la risonanza.

Oculus Go viene spedito con due casse integrate, che permetteranno di immergersi completamente nella VR e rendendo condivisibile l'esperienza con qualcun altro ma volendo si può attaccare un jack da 3.5mm per ascoltare in cuffia.

Le app per Gear VR e Oculus Go sono compatibili e avranno controller simili, questo vuol dire che gli sviluppatori avranno vita più facile. In più, tutti i migliori contenuti della Oculus saranno visibili a tutti gli utenti fin dal lancio.
Oculus Go spinge molto sulla possibilità di rendere la VR un elemento della quotidianità, grazie al costo non eccessivamente alto. Bisognerà solo aspettare l'anno prossimo.

Prjoect Santa Cruz

Durante la conferenza è stato presentato anche la nuova versione del Poject Santa Cruz,  un visore di fascia alta, con l'Oculus Connect. Sebbene il primo prototipo, presentato un anno fa, avesse un piccolo computerino legato nella parte dietro, la sensazione di estrema libertà che si prova con il nuovo modello è decisamente migliorata.

Inoltre, è stata aggiunta un'importante novità, si potrà condividere la posizione delle mani con due controller. Ciò permetterà di sperimentare l' esperienza del Touch in un device completamente autonomo.

Il nuovo dispositivo riparte dalla tecnologia di tracking già usata per il Rift e il Touch. Gli infrarossi al LED sui nuovi controller Santa Cruz lavorano con i sensori sul visore per permettere l'inside-out tracking, ossia la possibilità di tracciare i movimenti senza soluzioni esterne o connettendosi a un PC. I sensori ultra-wide, hanno raggiunto un grande volume di tracking dei movimenti, permettendo una mobilità molto naturale.

12 ottobre 2017

Fonte: oculus.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail