Una stanza alimentata solo con tecniche wireless

Disney sviluppa un metodo per alimentare con tecnologia wireless un'intera stanza

La squadra di Disney Research ha rivelato di aver trovato un metodo per fornire alimentazione wireless free-roaming a una camera di medie dimensioni
Disney sviluppa un metodo per alimentare con tecnologia wireless un'intera stanza FASTWEB S.p.A.

L'alimentazione wireless free-roaming è stata il sogno di molti ingegneri, almeno fin dai tempi in cui Tesla ed Edison iniziavano la loro guerra di innovazione, ma una serie di ostacoli tecnici ne hanno impedito la realizzazione. In questi giorni, invece, la squadra di Disney Research ha rivelato di aver trovato un metodo per fornire una copertura completa a una camera di medie dimensioni e di riuscire ad alimentare tutti i dispositivi di cui si potrebbe aver bisogno.  

In un articolo pubblicato sulla rivista specialistica Plos One, i ricercatori hanno descritto la loro metodologia per la fornitura di circa 1900 watt di energia in una stanza, con un rendimento del 40-95% a seconda della posizione.

Nel descriverne il funzionamento, i tecnici hanno esposto il peggior difetto del sistema. La stanza deve essere costruita appositamente per fornire la potenza wireless: ciò significa che le pareti devono essere costituite da pannelli di alluminio ed è necessaria la presenza di un tubo di rame nel bel mezzo della stanza, che va dal pavimento al soffitto.

In mezzo al palo è stata rimossa una sezione nella quale sono stati installati 15 condensatori. In questo modo viene impostata la frequenza di risonanza e isolati i campi elettrici, i quali vengono alimentati nella stanza da un generatore con segnale a 1.32 MHz. Una volta che il sistema viene avviato, la stanza sprofonda in un campo magnetico e una bobina di ricezione, sintonizzata per risuonare secondo la stessa frequenza, dà energia ai dispositivi presenti nella stanza.

Quei 1900 watt di potenza che abbiamo menzionato prima, rientrano nelle guideline federali fissate per il tasso di assorbimento specifico (SAR), ovvero la misura che corrisponde all'energia che un corpo umano può assorbire prima che diventi pericolosa. Inoltre, le persone presenti nella stanza devono mantenere una distanza di almeno 46 centimetri dal palo. Questi problemi potrebbero essere risolti grazie a un sistema più reattivo e un tocco di interior design.

Ciò che più importa è che, una volta risolti i piccoli problemi di cui abbiamo parlato sopra, avremo un sistema che potrebbe diventare onnipresente come il Wi-Fi. Quindi niente più cavi che ingombrano la stanza e fine delle preoccupazioni per la batteria scarica del telefono.

21 febbraio 2017

Fonte: gizmodo.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail