Cortana

Cortana, caratteristiche dell'assistente vocale di Microsoft

Piacevole, competente, leale, di aiuto. Questi alcuni aggettivi che descrivono l'assistente vocale di Windows Phone
Cortana, caratteristiche dell'assistente vocale di Microsoft FASTWEB S.p.A.

Prende a modello le segretarie e le assistenti operative in carne ed ossa. È il frutto di due anni di duro lavoro (e chissà quanti altri ancora necessari al suo perfezionamento) di una nutrita schiera di scienziati, programmatori e project manager. Può vantare nobili origini, affondando le proprie radici in uno dei videogiochi di maggior successo della storia dell'informatica, quale Halo. Lei è Cortana, assistente vocale che Microsoft ha creato per Windows Phone nel tentativo di sbaragliare la concorrenza di Siri e Google Now, gli assistenti vocali di iOS e Android, e successivamente approdata su(piattaforma desktop con Windows 10 dove ora può essere utilizzata in via esclusiva.

Che cos'è Cortana

cortana microsoftIntrodotto con Windows Phone 8.1, Cortana è l'assistente digitale virtuale sviluppato da Microsoft per i suoi dispositivi mobili (Lumia in primis) e non solo, diventando successivamente parte integrante del sistema operativo per computer desktop e laptop su Windows 10.

Come Siri e Google Now, Cortana risponde a ogni comando e richiesta dell'utente accedendo a Internet e cercando più informazioni possibili in Rete.

Dalle indicazioni stradali ai risultati sportivi, dal meteo alla gestione dell'agenda personale. Cortana è dotato di intelligenza sociale, così da poter essere di maggior aiuto al possessore del dispositivo.

Cortana, l’addio agli smartphone e non solo

cortana microsoftLa scomparsa del sistema operativo Windows Phone, prima, e Windows 10 Mobile successivamente, con la fine del supporto da parte di Microsoft nel gennaio 2020, ha decretato l’inizio della fine di Cortana nel mondo dei dispositivi mobili, facendo scomparire piano piano alla vista l’assistente vocale.

Il colpo di grazia, però, è stato quello dell’aprile 2021, quando l’azienda ha deciso di bloccare tout court la possibilità di utilizzare l’app dedicata sui dispositivi con sistema operativo Android e iOS, ultimo segno della presenza su questo tipo di device.

Come dichiarato da Microsoft stessa, a far decidere per la fine di Windows Phone è stata la scarsa capacità di penetrazione all’interno del mercato mondiale, governato in maniera netta proprio dai sistemi operativi del robot verde e di Cupertino, insieme alla scarsità di applicazioni disponibili sullo store digitale dedicato.

L’assenza di un sistema operativo dedicato e la presenza degli assistenti vocali proprietari sugli altri dispositivi, Google Assistant e Siri su tutti, ben più integrati all’interno dei rispettivi SO hanno sensibilmente influito sul futuro di Cortana sugli altri dispositivi. Non è toccata una sorte migliore al termostato GLAS Johnson Controls, l’unico dotato dell’assistente vocale di Redmond, o allo speaker evoluto per la casa realizzato in collaborazione con Harman Kardon. Entrambi i dispositivi hanno interrotto il supporto, così la console di Microsoft, ovvero Xbox che, successivamente, ha scelto di supportare nientemeno che Alexa, il tuttofare digitale di Amazon.

Come funziona Cortana

cortana microsoftPer rispondere correttamente alle richieste e agli ordini degli utenti, Cortana fa affidamento agli algoritmi di ricerca di Bing, il motore di ricerca di casa Microsoft. Nel caso si pongano domande di carattere generale all'assistente vocale della casa di Redmond, le risposte saranno dunque ricavate dalle informazioni che Bing è in grado di reperire online. Per attivare l'assistente digitale è sufficiente utilizzare la frase di attivazione "Hey Cortana" e attendere una risposta dall'intelligenza artificiale di Microsoft.

Andando ad agire sulle impostazioni, è possibile addestrare Cortana a riconoscere esclusivamente il proprio tono e timbro di voce e rispondere solo ai propri comandi vocali.

Un'impostazione che permette di elevare gli standard di sicurezza del dispositivo ed evitare che qualcuno possa utilizzarlo senza autorizzazione. Il cuore pulsante di Cortana è il suo notebook, un taccuino virtuale nel quale l'assistente digitale di Microsoft registra tutte le informazioni relative al proprietario del computer. Accedendo ai contatti personali, alle prenotazioni dei ristoranti e dei locali, alla posta elettronica e all'agenda, Cortana è in grado di delineare un profilo dell'utente e adattare il proprio modo di essere - oltre che le risposte - alle preferenze e ai gusti personali di chi lo usa. Come spiegano da Microsoft, il notebook non mette a rischio la privacy del proprietario del dispositivo: i dati del taccuino sono salvati nel cloud e sono sempre a disposizione dell'utente, che può decidere come e quando cancellarli.

Un tocco personale

cortana microsoftNei due anni di sviluppo, il team di ingegneri che ha lavorato su Cortana ha tentato di creare un assistente capace di creare un legame con ogni utente che lo utilizzasse. Secondo i dati in possesso al colosso di Redmond, infatti, gli utenti sono più invogliati a interagire con un software di intelligenza artificiale se lo percepiscono come "umano".

Per questo motivo Cortana è dotato di una propria personalità ed è capace di adattarsi ai diversi tipi di utente, offrendo esperienze d'utilizzo differenti e "personalizzate".

Per raggiungere questo obiettivo e perfezionare l'intelligenza artificiale che "sorregge" l'impalcatura su cui è basato l'assistente personale Microsoft, in quel di Redmond si sono svolte decine di interviste a segretarie e assistenti personali per capire quali fossero i loro compiti e come li portassero a termine, di come interagissero con i loro capi e quali le caratteristiche professionali di cui dovessero essere dotate. Un lavoro di back office che ha permesso a Microsoft di realizzare un assistente vocale professionale, ma allo stesso tempo capace di infondere una sensazione di familiarità e umanità.

Cosa si può fare con Cortana

cortana microsoftCome ogni buon assistente digitale personale, Cortana offre all'utente una lunga lista di funzionalità per effettuare alcune operazioni sul computer senza dover agire direttamente sulla tastiera, ereditate in parte da quelle dapprima fruibili tramite smartphone e altri dispositivi mobili.

Come ogni utile assistente vocale, Cortana consente di reperire informazioni in rete tramite il motore di ricerca Bing, prendere appunti, richiedere informazioni sul meteo o salvare promemoria direttamente utilizzando la voce.

Successivamente all’integrazione con Windows 10, Cortana è diventato parte integrante del sistema operativo e, come accadeva precedentemente sugli smartphone, può essere richiamato facilmente con il comando “Hey Cortana” se il proprio computer è dotato di microfono e se quest’ultimo, ovviamente, risulta attivo. In caso negativo, è possibile interagire con l’assistente anche tramite l’utilizzo della tastiera, digitando la propria richiesta all’interno del box dedicato e inviando per permettere di elaborare la domanda e reperire tutte le informazioni necessarie per una risposta completa.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail