Fastweb

Come utilizzare lo smartphone Android come chiave di sicurezza Google

Le imminenti novità di Firefox Web & Digital #firafox #browser Le imminenti novità di Firefox Una maggiore protezione nel tracciamento, un gestore di password per desktop e molto altro
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come utilizzare lo smartphone Android come chiave di sicurezza Google FASTWEB S.p.A.
Lo smartphone Android come chiave di sicurezza Google
Smartphone & Gadget
Google consente al sistema operativo Android di "trasformare" lo smartphone in una security key per gli account degli utenti

Non è facile mantenere le nostre vite online al sicuro, ma Google starebbe lavorando per risolvere alcuni dei principali problemi. Di recente, la società ha annunciato che avrebbe consentito agli utenti di trasformare qualsiasi smartphone Android in una chiave di sicurezza per il proprio account Google. Ecco come fare.

Cos'è necessario per utilizzare il vostro telefono Android come chiave di sicurezza

Esistono alcuni requisiti di base per l'utilizzo del telefono come chiave di sicurezza. Il più importante, tuttavia, è che questa funzione è disponibile solo per Google.
Sebbene le chiavi di sicurezza fisica possono essere spesso utilizzate per altri servizi, questo metodo funziona solo per il vostro account Google. Considerando questo punto, ecco tutto quello che è necessario per iniziare:

  • Telefono Android con 7.0 Nougat o superiore
  • Windows, Chrome OS o computer Mac con Bluetooth e Google Chrome

 

Come utilizzare lo smartphone Android come chiave di sicurezza su Google

  • Accedete al vostro account Google
  • Attivate la verifica in due passaggi
  • Aggiungete un token di sicurezza e abilitate il vostro telefono
  • Verificate che le impostazioni Bluetooth e Localizzazione siano abilitate.

 

Accedete al vostro account Google dal browser Google Chrome, attualmente l'unico che supporta le chiavi di sicurezza inserite negli smartphone.

Una volta sul computer, andate su myaccount.google.com/security

Successivamente, dovrete abilitare la verifica in due passaggi sul vostro account. Per fare ciò, dovrete aggiungere un metodo di verifica principale. Questo può essere un codice inviato a un numero di telefono tramite SMS o un altro metodo, come il Prompt di Google.

Dopo aver attivato la verifica in due passaggi, è possibile aggiungere lo smartphone come chiave di sicurezza. Per fare ciò, dovrete scorrere la pagina verso il basso fino alla sezione "Imposta seconda fase alternativa" e premere "Aggiungi chiave di sicurezza". Da lì, dovreste vedere un elenco di dispositivi Android compatibili collegati al vostro account. Una volta selezionato il dispositivo corretto, vi verrà chiesto di aggiungere il telefono Android come chiave di sicurezza.

Una volta aggiunto, l'unica cosa che resta da fare sul telefono è assicurarsi che le impostazioni Bluetooth e di localizzazione siano attive. Sebbene il vostro telefono e il computer non debbano necessariamente essere associati, Google ha bisogno che queste impostazioni siano abilitate per garantire che i due componenti hardware siano vicini l'uno all'altro. Ogni volta che si effettua l'accesso, sul telefono verrà visualizzato un messaggio che chiede di tenere premuto il pulsante del volume per confermare la propria identità.

12 aprile 2019

 

Fonte: 9to5google.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #sicurezza #privacy #android

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.