Fastweb

Come scegliere il baby monitor

I cartelli stradali high-tech rilevano l'uso del cellulare alla guida Web & Digital #sicurezza #guida I cartelli stradali high-tech rilevano l'uso del cellulare alla guida Una nuova tecnologia che individua i conducenti che usano il telefono alla guida e li avvisa tramite un cartello stradale
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come scegliere il baby monitor FASTWEB S.p.A.
baby monitor
Smartphone & Gadget
Scegliere il baby monitor che meglio si adatta alle proprie esigenze non è semplice. Ecco alcune caratteristiche da tenere in considerazione

I primi mesi di vita dei propri figli sono i più complicati, ma anche i più belli da vivere. Soprattutto se si tratta del primo figlio. Ogni giorno si scopre qualcosa di nuovo e si intuisce dal pianto cosa vuole il nostro bambino. Più diventano grandi più sono autonomi e possono anche dormire nella propria cameretta. Ma è qui che iniziano a nascere le prime ansie dei genitori: non potendo più ascoltare il loro respiro, ci si alza ogni ora a vedere se tutto va bene. Per questo motivo sono stati inventati i baby monitor, dei dispositivi elettronici che permettono di ascoltare il respiro dei propri bambini. Ma non solo. Gli ultimi modelli dispongono anche di una fotocamera che permette di avere un contatto video con il piccolo e di controllare ogni singolo movimento. Appena il bambino comincia a piangere, si potrà vedere direttamente dal monitor o dall'applicazione per smartphone cosa sta accadendo.

Non è un caso che i baby monitor stanno diventando sempre più intelligenti e connessi e capaci di comunicare con gli altri dispositivi della smart home, in modo che i genitori possano controllare tutto tramite lo smartphone. Ma i baby monitor non sono tutti uguali, ognuno ha le proprie caratteristiche e le proprie peculiarità. E scegliere il baby monitor per la propria abitazione non è semplice. Bisogna capire esattamente cosa di cui si ha bisogno, tenendo anche in considerazione la sicurezza del dispositivo. Ecco i consigli da seguire prima di acquistare un baby monitor.

Le caratteristiche che non devono mancare in un baby monitor

 

varatteristiche baby monitor

 

Se dobbiamo acquistare un baby monitor, la prima cosa da tenere in considerazione sono le caratteristiche tecniche. Oramai i dispositivi per tenere sotto controllo i propri bambini sono molto differenti rispetto al passato, basti pensare che è possibile acquistare un baby monitor che racconta le favole ai propri figli. Ma delle caratteristiche che sicuramente non possono mancare sono la visione notturna e un doppio canale audio per ascoltare al meglio i rumori della cameretta. Inoltre, deve fornire anche un servizio di notifiche push nel caso in cui venga rilevato qualche movimento sospetto nella cameretta. Insomma, la caratteristica che non deve assolutamente mancare in un baby monitor è la connettività e la possibilità di collegarlo con il proprio smartphone.

È meglio un baby monitor o una videocamera di sorveglianza?

 

baby monitor vs telecamere di videosorveglianza

 

Ultimamente molti genitori preferiscono acquistare una videocamera di sorveglianza piuttosto che un baby monitor. E la scelta non è errata. Infatti, oramai le differenze tra i due dispositivi sono minime. Ad esempio, una telecamera Nest, anche se non è un baby monitor, offre le stesse caratteristiche. Permette di controllare ventiquattro su ventiquattro i movimenti del proprio bimbino e grazie agli speaker si può ascoltare anche il respiro. E non mancano nemmeno gli alert sullo smartphone. Inoltre, le telecamere IP possono anche essere collegate con la smart home e comunicare con gli altri dispositivi, in modo da costruire un sistema di videosorveglianza esteso a tutta l'abitazione.

Come utilizzare un baby monitor

 

come usare baby monitor

 

I baby monitor "moderni" possono essere utilizzati in diversi modi. Ad esempio, grazie allo schermo secondario che mostra tutte le immagini riprese dal dispositivo, si potrà vedere la televisione e contemporaneamente tenere sotto controllo la situazione del proprio bambino. Inoltre, grazie alle applicazioni disponibili per lo smartphone, l'utente avrà la possibilità di monitorare il proprio bambino anche da remoto.

Sicurezza

Una delle caratteristiche da tenere in maggiore considerazione è la sicurezza del proprio dispositivo. I device connessi sono diventati il bersaglio principale degli hacker. Sempre più spesso i pirati informatici cercano di entrare in possesso dei dispositivi come i baby monitor per riuscire a rubare dati personali o per lanciare un attacco DDoS. Per questo motivo, quando si decide di acquistare e di installare un baby monitor si dovrà cambiare immediatamente la password e tutte le impostazioni di sicurezza, in modo che gli hacker non possano sfruttare qualche falla presente nel software.

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #baby monitor #bambini #sicurezza

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.