Fastweb

6 consigli per scattare belle foto con lo smartphone Android

Android Smartphone & Gadget #smartphone #accessibilità Come impostare il vostro smartphone Android per leggere i vostri messaggi ad alta voce Non troppo nascosta nei meandri di Android, c'è una funzione di accessibilità dedicata alla lettura dei messaggi, ecco come attivarla
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
6 consigli per scattare belle foto con lo smartphone Android FASTWEB S.p.A.
scattare foto android
Smartphone & Gadget
Per ottenere il massimo dalla fotocamera dello smartphone Android è necessario conoscere alcuni trucchi e ascoltare i consigli dei professionisti

Gli smartphone hanno oramai sostituito le macchinette fotografiche nella vita di tutti i giorni: se si deve scattare una foto a un compleanno o a una cena con degli amici si tira fuori il telefonino e il problema è risolto. Ma i sensori fotografici presenti negli smartphone, nonostante i grandi passi in avanti fatti negli ultimi anni, ancora non sono allo stesso livello di quelli delle fotocamere professionali. Quando c'è poca luce o il soggetto da fotografare è in una posizione scomoda, scattare un'immagine con lo smartphone è un vero e proprio incubo. E avere un telefonino con un obiettivo da 40 megapixel non risolve i problemi, dato che sono altre le caratteristiche che fanno la differenza per scattare una bella immagine.

La fotografia è una vera e propria arte e come tutte le discipline artistiche ha le sue regole da seguire. Non basta fare una foto con lo smartphone per sentirsi un professionista. Se si vuole ottenere il meglio dal proprio dispositivo è necessario seguire i consigli dei professionisti e imparare qualche trucco del mestiere. Ad esempio, utilizzare il flash non è mai la soluzione ideale. La luce migliore per scattare una foto è quella naturale. Inoltre, l'applicazione della fotocamera presente su tutti gli smartphone Android limita molto l'utilizzo che si può fare del sensore fotografico. La messa a fuoco è sempre automatica e focalizzata sul soggetto in primo piano, mentre per il bilanciamento del bianco si può fare ben poco. Se si vogliono aumentare le funzionalità della fotocamera dello smartphone, l'unica soluzione è installare una delle tante applicazioni presenti sul Google Play Store.  

Utilizzare la luce a proprio vantaggio

 

luce naturale

Come detto, avere un sensore fotografico sul proprio smartphone da 40 Megapixel o una doppia fotocamera posteriore con stabilizzazione ottica dell'immagine non garantisce che le foto scattate siano perfette. A fare la differenza sono le capacità del fotografo e le modalità di scatto. Uno dei segreti per realizzare belle foto è utilizzare la luce naturale a proprio vantaggio. Spesso si utilizza il flash dello smartphone per illuminare al meglio l'oggetto da fotografare, ma non è la scelta migliore. E lo stesso discorso vale anche per le luci artificiali che solitamente vengono utilizzate per illuminare il set fotografico. La miglior luce che si può utilizzare è quella naturale, che non crea delle distorsioni sull'ambiente circostante e non influisce negativamente sulla qualità della foto. La luce naturale non è l'unica caratteristica da tenere in considerazione per scattare una bella foto. È importante anche dove si trova l'oggetto da fotografare e dove si posiziona lo smartphone.

Imparare a conoscere l'esposizione

Per essere dei bravi fotografi è necessario conoscere anche il significato di alcune definizioni tecniche che aiutano a scattare immagini più belle. L'esposizione è una di queste definizioni. Quando si parla di esposizione si intende la quantità di luce che entra all'interno del sensore della fotocamera e l'effetto che produce sulla luminosità della foto. Nelle fotocamere dello smartphone l'esposizione è una combinazione tra apertura focale, velocità dell'otturatore e ISO. In una condizione ideale, non c'è bisogno di molta luce per scattare immagini piene di dettagli, mentre quando è notte il sensore fotografico cerca di catturare più luce possibile per rendere le foto di buona qualità (anche se nella maggior parte dei casi il risultato finale sono delle immagini sgranate o con molto rumore).

 

bilanciamento bianco

Negli smartphone Android è molto complicato cambiare i settaggi dell'apertura focale, della velocità dell'otturatore e della ISO. Solitamente le prime due caratteristiche hanno dei valori fissi che non possono essere modificati, mentre sulla ISO è possibile lavorare, ma solamente se si imposta la modalità manuale. Per immagini con una qualità superiore è necessario utilizzare applicazioni di terze parti che solitamene sono a pagamento.

Bilanciamento del bianco

Altro fattore che incide sulla qualità delle immagini che scattiamo con lo smartphone Android è il bilanciamento del bianco che incide sulla temperatura dei colori e sulla loro luminosità. Solitamente sugli smartphone Android il lavoro che si può fare con il bilanciamento del bianco è piuttosto limitato: se si vuole avere accesso a impostazioni professionali è necessario acquistare un'applicazione ad hoc (sul Google Play Store ce ne sono a decine).

Messa a fuoco dell'immagine

 

messa a fuoco

Può sembrare un consiglio scontato, ma prima di scattare un'immagine mettete bene a fuoco l'oggetto da fotografare. Su tutti gli smartphone Android è presente l'autofocus che in automatico individua il soggetto dell'immagine, ma se si vuole spostare l'attenzione su un oggetto presente sullo sfondo, basta fare un tap sullo schermo e il focus verrà cambiato in un attimo. Gli ultimi smartphone lanciati sul mercato offrono anche l'effetto "bokeh" con il soggetto in primo piano a fuoco e l'ambiente che lo circonda sfocato.

La composizione dell'immagine

Uno dei principi base della fotografia è la "Regola dei Terzi" che divide il piano dell'immagine in nove quadranti attraverso delle linee orizzontali e verticali. Solitamente gli smartphone hanno un'opzione per mostrare sullo schermo la griglia con i nove quadranti. Il concetto base della "Regola dei Terzi" è che i soggetti della foto debbano intersecare le linee della griglia, in modo che la composizione dell'immagine sia bilanciata. Se siete dei fotografi professionisti potete anche utilizzare la "Regola dei Terzi" per creare degli effetti unici.

Utilizzare le app per il foto editing

In alcuni casi essere dei bravi fotografi non basta per scattare immagini di ottima qualità. Se gli strumenti a disposizione non aiutano a scattare delle belle foto, è necessario farsi aiutare da "agenti esterni". Nel mondo degli smartphone Android questi agenti esterni sono le app di fotografia. Sul Google Play Store ce ne sono tantissime e tutte con funzionalità differenti, ma quelle che sono veramente utili si contano sulle dita di una mano.

 

open camera

  • Open Camera. Applicazione gratuita, Open Camera offre tutto quello di cui ha bisogno un fotografo: si ha il pieno controllo sul bilanciamento del bianco, sulla ISO e sull'esposizione. Sullo schermo vengono aggiunti anche dei pulsanti extra per aver maggior controllo sullo scatto finale. Difficile trovare di meglio sul Google Play Store senza spendere un euro

 

 

  • Camera FV-5. Gli smartphone Android non sono certo famosi per le funzionalità che vengono offerte all'interno dell'app Fotocamera. Se si vogliono delle funzionalità aggiuntive presenti solitamente all'interno delle fotocamere reflex è necessario acquistare app come Camera FV-5. L'applicazione offre una modalità manuale che permette di "giocare" con l'esposizione, di impostare lSO e di bilanciare il bianco. Inoltre, offre anche una modalità per le foto in notturna con la possibilità di allungare i tempi dell'esposizione. Camera FV-5 ha un costo di 2,99 euro

 

vsco

  • VSCO. VSCO è una delle applicazioni gratuite più utilizzate dagli utenti per scattare e modificare le proprie immagini. L'app offre un numero elevatissimo di funzionalità, tra cui la possibilità di impostare l'esposizione, il bilanciamento del bianco e di aggiungere una griglia sullo smartphone per la "Regola dei Terzi". Ma non solo, VSCO offre la possibilità di intervenire anche sulla luminosità, sulle ombre e sul contrasto. L'applicazione include anche dei filtri in stile Instagram per rendere uniche le immagini degli utenti.

26 marzo 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #foto #smartphone #android

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.