Cavo Lightning danneggiato

Come riparare cavo rovinato in pochi minuti

Un cavo rovinato o danneggiato non necessariamente da buttare. Grazie a metodi casalinghi, possibile ripararli e continuare a utilizzarli senza problemi
Come riparare cavo rovinato in pochi minuti FASTWEB S.p.A.

Che si tratti di un cavo USB, di un cavo di alimentazione, di un cavo HDMI o di qualunque altra tipologia, ogni giorno i cavi che "popolano" la nostra vita sono collegati e scollegati per decine di volte. Per quanto possano essere di buona fattura, non è difficile credere che i fili siano destinati prima o poi a rovinarsi e diventare, così, inutilizzabili. Le parti più a rischio (poiché strutturalmente più fragili) sono quelle più vicino ai connettori: destinate a essere tirate, piegate e rigirate più e più volte nel corso della giornata, pian piano perdono la loro integrità e lasciano "trapelare" i cavi elettrici presenti al loro interno.

Che si tratti di un cavo smartphone danneggiato o del cavetto USB, comunque, non c'è da disperarsi: riparare un cavo rovinato è più semplice di quanto si possa immaginare. Nella gran parte de casi, infatti, tutto quello di cui si avrà bisogno sarà un po' di pazienza e buona manualità: nel giro di qualche minuto, il filo sarà (quasi) come nuovo e perfettamente utilizzabile.

 

Cavo rotto

 

Nastro isolante

Se vi chiedete come riparare un cavo rovinato senza spendere troppo e senza perdere troppo tempo? La soluzione è immediata: il nastro isolante. Così come può essere utilizzato per riparare i fili dell'impianto elettrico, il nastro svolge una funzione egregia anche in caso di cavi danneggiati: un paio di giri attorno al punto "incriminato" e il gioco è fatto. Questa soluzione, per quanto funzionale ed economica, non sempre è efficacie in caso di cavo particolarmente rovinato in vicinanza del correttore: in casi come questi è più indicato seguire altre strade.

Guaina termorestringente

 

Guaina termorestringente

 

Soluzione leggermente più costosa e complessa rispetto a quella del nastro isolante, la guaina termorestringente permette di riparare un cavo smartphone danneggiato o un cavetto USB rovinato in maniera più raffinata e duratura. A differenza del nastro, inoltre, sarà necessario trovare anche la guaina che meglio si adatta – come dimensione – al cavo da riparare: una volta posizionata, sarà sufficiente un asciugacapelli per attivare la reazione chimica e far aderire la guina perfettamente al filo.

Sugru

 

 

Colla elastica e malleabile, Sugru è la soluzione ideale nel caso in cui la parte vicina al connettore sia particolarmente rovinata. Il materiale di cui è composto il Sugru, infatti, si lascia modellare a piacimento dell'utente nell'immediato, per poi indurirsi a contatto con l'aria nell'arco delle 24 ore successive.

Una molla riciclata

 

Molle riciclate

 

Potrà sembrare strano, ma una molla di una vecchia penna a scatto può servire per rafforzare una parte leggermente danneggiata o che sta per danneggiarsi. La molla, infatti, darà maggiore resistenza e maggiore flessibilità alla parte, prevenendo rotture improvvise. Per un lavoro più "raffinato" e duraturo, si può pensare di utilizzare anche un pezzo di guaina termorestringente: basterà "sigillare" la riparazione sopra e sotto la molla, per una riparazione a prova di rotture future.

Proteggi cavo

 

Proteggi cavi

 

Spendendo qualche euro – più o meno, a seconda se si tratti di un cavo smartphone danneggiato o cavo di qualche altro genere – è possibile acquistare dei proteggi cavo, piccoli inserti in plastica pensati appositamente per rafforzare la parte terminale del cavo e i connettori ed evitare, così, rotture improvvise.

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail