magnus, l'applicazione per le opere d'arte

Come riconoscere un quadro con Magnus, lo Shazam per le opere d'arte

Magnus è un'applicazione disponibile sull'App Store che permette di scoprire l'autore di un'opera d'arte scattando una semplice foto
Come riconoscere un quadro con Magnus, lo Shazam per le opere d'arte FASTWEB S.p.A.

Riconoscere il titolo di una canzone è veramente molto complicato, fortunatamente applicazioni come Shazam permettono di scoprire il nome dell'artista e del brano in pochissimi secondi. Lo stesso discorso vale anche per il mondo dell'arte: conoscere il nome di tutti i quadri e di tutti i pittori è impossibile. Per questo motivo, Magnus Resch, imprenditore tedesco famoso per avere creato Larry's List, il più grande database online di arte contemporanea, ha sviluppato Magnus, un'applicazione capace di riconoscere un quadro e il suo autore da una semplice foto.

 

 

Il funzionamento è identico a quello di Shazam ed è lo stesso Magnus Resh a definire la propria applicazione lo "Shazam delle opere d'arte". Grazie alla tecnologia di riconoscimento delle immagini basta una semplice foto per scoprire l'autore dell'opera d'arte e tutte le informazioni sul quadro, dalla valutazione fino al materiale utilizzato, alle dimensioni e alla storia. In pochissimi secondi si potranno avere tutte le informazioni necessarie per essere un esperto d'arte moderna o contemporanea. Ecco come funziona e cosa è Magnus, l'applicazione dedicata agli artisti e alle loro opere d'arte.

Cosa è Magnus

 

cosa è magnus

 

Magnus è un'applicazione disponibile sull'App Store e sul Google Play Store che offre la possibilità agli utenti di scoprire qualsiasi tipo d'informazione su un'opera d'arte scattando una semplice foto. L'applicazione permette di riconoscere immediatamente il nome dell'opera d'arte e del suo autore. Inoltre, l'appassionato potrà scoprire altre informazioni interessanti riguardanti l'opera. Magnus prende il nome dall'ideatore del progetto, Magnus Resch, sviluppatore tedesco che diventato famoso per aver creato il più grande database di arte contemporanea e per aver scritto un libro sulla gestione delle gallerie d'arte. Lo sviluppo dell'applicazione è durato ben tre anni: Magnus ha un database con oltre otto milioni di opere d'arte, un numero considerevole che ha obbligato il ragazzo tedesco a rimandare più volte il rilascio dell'applicazione.

Come funziona Magnus

 

come funziona magnus

 

Il funzionamento di Magnus è molto semplice: quando si vede un quadro e si vuole scoprire il nome dell'autore, basterà fare una fotografia all'opera d'arte e la tecnologia di riconoscimento delle immagini dell'applicazione in pochissimi secondi fornirà tutte le informazioni riguardanti il capolavoro. Ogni utente potrà scoprire l'autore dell'opera d'arte, la storia del quadro, il materiale utilizzato e anche la quotazione del quadro. Infatti, grazie a un lavoro di crowdsoucing, Magnus permette di conoscere il reale valore di tutte le opere d'arte presenti nel database dell'applicazione. Solitamente la quotazione viene segnalata dagli utenti e poi lo staff di Magnus cerca conferme nelle valutazioni fatte direttamente dalle gallerie d'arte o dagli esperti. Nei piani futuri dello sviluppatore tedesco, saranno le stesse case d'asta a inserire le informazioni su un quadro e la loro quotazione. L'applicazione è disponibile sia per gli utenti iOS sia Android e può essere utilizzata solo nel territorio statunitense, ma Magnus Resch è pronto a espandere a lanciare la propria applicazione anche in Europa. Tutti i servizi offerti da Magnus sono gratuiti e permettono a qualsiasi utenti di diventare un piccolo esperto di arte.

Magnus e il crowdsourcing

 

quotazioni magnus

 

Uno dei motivi del successo di Magnus è sicuramente la possibilità per ogni utente di fornire informazioni utili su un'opera d'arte che andranno ad arricchire quelle già presenti nell'applicazione. Magnus ha un database con oltre otto milioni di opere d'arte, un numero considerevole che è stato raggiunto solamente grazie al supporto della community. Ogni persona ha condiviso una piccola parte delle sue conoscenze per rendere l'applicazione la più completa possibile. Inoltre, si potranno aggiungere nuovi quadri con le relative quotazioni: sarà lo staff di Magnus a verificare che le informazioni siano corrette e se il responso sarà positivo, l'opera d'arte sarà aggiunta al database. L'applicazione permette anche ai giovani artisti di far conoscere le proprie creazioni e di avere un posto dove mettere in mostra le proprie capacità.

Come trovare una mostra di opere d'arte

Magnus offre anche la possibilità di trovare tutte le mostre di opere d'arte che si organizzano nelle nostre vicinanze. Un modo molto semplice per dare l'opportunità agli appassionati di scoprire anche il più piccolo evento dedicato alla pittura. Basterà geocalizzarsi e sulla mappa appariranno tutte le mostre presenti nelle vicinanze. Oltre alle mostre, Magnus mostra anche i luoghi d'arte: monumenti, chiese e palazzi.

I problemi di Magnus

 

problemi magnus

 

Magnus non è la prima applicazione che permette di scoprire il nome dell'artista che ha prodotto un quadro. Artprice e Art.sy offrono un servizio molto simile e hanno accusato Magnus Resch di aver copiato alcune informazioni del loro database. 

Altro problema di Magnus è l'impossibilità di riconoscere le opere d'arte direttamente dai video. La tecnologia che permette il riconoscimento delle immagini dai video è ancora in una fase sperimentale, e potrà essere implementata solamente nei prossimi mesi o anni.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail