Fastweb

Le app per inviare denaro

Smartphone OK Smartphone & Gadget #smartphone #guida Fare ordine nello smartphone, i consigli in stile Marie Kondo Vuoi organizzare al meglio lo smarpthone? Segui i cinque consigli per gestire il cellulare dati dalla Marie Kondo italiana
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Le app per inviare denaro FASTWEB S.p.A.
Pagamenti elettronici
Smartphone & Gadget
Entrambe italiane, offrono nuove modalità di pagamento sicure ed economiche. Ecco come funzionano

Con gli smartphone anche la gestione delle finanze è diventata più semplice: tramite l'applicazione del proprio istituto di credito è possibile monitorare l'accredito dello stipendio, il pagamento delle bollette e se il bonifico con i soldi da restituire al proprio amico è stato effettuato. Senza dover andare tutti i mesi alla banca o aspettare l'estratto conto trimestrale, è possibile consultare tutti i movimenti direttamente sullo smartphone. Un modo di gestire il proprio conto corrente completamente differente rispetto al passato. Ma con lo smartphone è possibile fare anche molto di più: ad esempio trasferire delle somme di denaro nel conto del proprio amico in pochissimi secondi. Si sceglie la cifra da dover trasferire, si dà conferma e i soldi passano dal proprio conto a quello del nostro amico.

Questo tipo di applicazioni sono molto utili soprattutto se si va a cena fuori o se si devono dividere le spese di un regalo. Se il nostro amico abita a decine di chilometri di distanza e non possiamo restituirgli i soldi, lo potremo fare con una di queste applicazioni. Tra le più famose e utilizzate dagli utenti troviamo Jiffy e Satispay, sviluppate da due aziende italiane e che permettono sia di trasferire immediatamente i soldi a un amico, sia di effettuare un pagamento in uno dei negozi convenzionati (come permette di fare anche Apple Pay). Non bisogna confondere servizi come Satispay e Jiffy con i conti correnti online: si tratta di due cose completamente differenti. Anzi, le applicazioni che permettono di trasferire il denaro si appoggiano sul conto corrente delle persone. Ecco le migliori app per trasferire denaro a un amico. 

Satispay

Sviluppata da una start-up italiana capace di attrarre oltre cinque milioni di euro da investitori internazionali, Satispay è la prima applicazione slegata da servizi bancari che prova a giocarsi le proprie carte nel mercato del trasferimento di denaro. Ciò è stato possibile anche al cambio delle normative europee, che hanno mandato in soffitta i vecchi Rid e per far posto al Mandato Sepa (acronimo di Single euro payments area): uno strumento di pagamento che addebita in modo automatico i soldi sul conto del beneficiario, senza alcun costo aggiuntivo.

 

 

Satispay è disponibile sul Google Play Store e sull'App Store. Dopo aver scaricato l'app, è necessario iscriversi (gratuitamente) al servizio: si dovrà fornire il proprio documento d'identità, l'IBAN (International Bank Account Number) del conto corrente e il codice fiscale. 

Per utilizzare il servizio, è necessario inserire l'IBAN del proprio conto e stabilire un budget settimanale: Satispay, infatti, funziona come una sorta di carta prepagata smaterializzata che attinge direttamente dal conto bancario. Una volta stabilito il limite settimanale (ad esempio 200 euro) non si dovrà fare più nulla: ogni lunedì mattina si troverà accreditata sul proprio conto Satispay la cifra indicata.

Il trasferimento di denaro è, allo stesso modo, estremamente semplice. È necessario che entrambi gli utenti siano iscritti al servizio: basterà cercare il contatto cui accreditare il denaro, selezionarlo e indicare la cifra da trasferire. Si può lasciare anche un messaggio indicando il motivo della ricarica online. A questo punto basta aspettare la notifica di conferma e la transazione è completata. Lo stesso meccanismo lo si può usare anche per effettuare pagamenti nei negozi convenzionati o per effettuare la ricarica della scehda SIM. Selezionato il negozio dove effettuare il pagamento, è necessario inserire la somma da pagare e inviare il denaro: un messaggio sullo schermo vi avviserà della fine della transazione. Questa applicazione potrebbe essere usata dai piccoli esercenti per avere a disposizione un metodo alternativo per accettare i pagamenti elettronici. Per trasferimenti di denaro superiori ai 10 euro è prevista una commissione di 20 centesimi di euro, per trasferimenti inferiori non ci sarà bisogno di pagare alcunché.

Jiffy

 

 

La contromossa degli istituti di credito non si è fatta attendere e si è concretizzata in Jiffy, un'applicazione sviluppata da Sia, leader europeo che gestisce i servizi finanziari di alcuni istituti finanziari. Jiffy ha raccolto intorno a sé un consorzio di circa venti banche, che utilizzeranno le infrastrutture tecnologiche offerte dalla software house per il trasferimento immediato di denaro.

 

L'applicazione è disponibile gratuitamente per tutti i sistemi operativi mobile, ma anche se la si scarica non è detto che la si potrà utilizzare. Condizione fondamentale, infatti, è essere titolare di un conto corrente in una delle banche aderenti al progetto: solo a questo punto si potrà utilizzare Jiffy sul proprio smartphone registrandosi tramite l'home banking e fornendo il proprio numero di telefono. Il sistema assocerà automaticamente il proprio IBAN al proprio numero di telefono. A questo punto si potrà scaricare l'applicazione, che funzionerà come il servizio di messaggistica istantanea WhatsApp. Inserendo le proprie credenziali, si avrà accesso a una rubrica dove i vostri contatti aderenti a Jiffy, saranno contraddistinti da un'icona. Si seleziona il destinatario a cui dare i soldi, si immette la cifra e il gioco è fatto. Se si esce a cena fuori, e ci si è dimenticati del portafoglio, con Jiffy si può subito ridare i soldi al proprio amico, con un bonifico in "real time". Il servizio permette di invitare anche le persone della rubrica che ancora non hanno aderito al progetto. Per controllare tutte le transazioni effettuate c'è anche una sezione dove sono registrate tutte le operazioni.

Hype

 

hype

 

Il settore del trasferimento del denaro si arricchisce con una nuova applicazione: Hype, sviluppata da SellaLab, l'acceleratore di proprietà di Banca Sella e Ingenico, colosso francese nel settore dei POS (Point of Sale). Hype non è semplicemente un'applicazione con cui poter gestire i propri soldi, ma permette anche di pagare la spesa quotidiana direttamente dallo smartphone, "trasferendo" il denaro dal proprio conto a quello dell'esercente. Questo è possibile grazie all'accordo tra la banca italiana e l'azienda francese che nel Bel Paese gestisce decine di migliaia di pos: il dispositivo sarà abilitato a ricevere i pagamenti digitali senza dover utilizzare bancomat o carte di credito. Il funzionamento è molto semplice: basterà aprire l'applicazione, attivare la geolocalizzazione e sullo schermo verrà mostrato il nome del negozio abilitato al servizio. Si inserirà sullo smartphone il valore dell'acquisto e premendo il bottone Paga in negozio. Dopo aver controllato il pagamento l'esercente potrà emettere lo scontrino. 

Hype, però, non è solamente una semplice applicazione per pagare la propria spesa quotidiana, è un'applicazione finanziaria a tutto tondo. Si potrà gestire il proprio conto affinché si raggiunga un obiettivo: ad esempio se si vuole andare in vacanza, si potrà impostare la cifra da raggiungere e ogni giorno l'applicazione metterà all'interno di un salvadanaio digitale qualche euro, fino ad arrivare alla quota prefissata. Inoltre, il conto può essere ricaricato sia attraverso bonifico bancario sia attraverso la funzione ricarica disponibile su oltre 8000 sportelli abilitati al circuito "Qui Multibanca". L'applicazione è disponibile sia sul Google Play Store sia sull'App Store.

Poste Pay

 

poste pay

 

Da semplice carta prepagata, il circuito Postepay di Poste Italiane è diventato anche un'applicazione per trasferire denaro ed effettuare pagamenti per gli acquisti online. Infatti, basterà lanciare l'app per effettuare trasferimenti di denaro a tutti gli amici presenti sulla rubrica telefonica: nel caso in cui il pagamento sia inferiore ai 25 euro non sarà necessario pagare la commissione. 

Circle

 

 

Altra applicazione che può essere utilizzata per inviare denaro è Circle Pay. Rispetto alle altre app non ha bisogno di un IBAN: basta inserire il numero della propria carta di debito. Anche la registrazione è molto semplice: oltre ai dati personali basta scattare una foto alla carta di debito che si vuole utilizzare per trasferire denaro al conto di un proprio amico e il gioco è fatto. Non ci sono limiti per quanto riguarda la cifra da trasferire e l'invio lo si può fare in pochissimi secondi: si inserisce la cifra, si sceglie il nome del proprio amico e preme su Invia. L'applicazione può essere utilizzata anche per richiedere del denaro: se ad esempio si è andati a fare la spesa e ci si è dimenticati il portafoglio a casa, sarà possibile farsi inviare i soldi da un proprio familiare tramite Circle Pay. Per proteggere il conto degli utenti, prima di inviare il denaro viene richiesto un codice scelto all'inizio oppure la propria impronta digitale. L'applicazione è disponibile gratuitamente sul Google Play Store e sull'App Store.

PayPal

PayPal è il metodo di pagamento online più utilizzato al mondo. La maggior parte dei siti di e-commerce lo utilizzano per offrire un metodo di pagamento sicuro ai propri utenti. Ma PayPal può essere utilizzato anche per trasferire del denaro sul conto di un proprio amico, l'importante è conoscere il suo numero di conto. PayPal, inoltre, ha lanciato anche il servizio Money Box che permette di creare una "cassaforte" online dove poter invitare amici e parenti a depositare i soldi per l'acquisto di un regalo o per il pagamento di una vacanza. In questo modo la co-gestione di alcuni tipi di spese è molto semplice e veloce.

Tinaba

 

 

Tinaba è un'applicazione finanziaria a 360 gradi. Oltre a offrire la possibilità agli utenti di inviare gratuitamente del denaro, permette anche di gestire al meglio le proprie risorse finanziarie. Ma non solo. Con Tinaba è possibile creare anche una raccolta fondi e sponsorizzarla sull'applicazione in modo da raggiungere l'obiettivo prefissato. Per condividere le spese di un'abitazione o il pagamento di una vacanza, Tinaba è l'applicazione giusta per le vostre esigenze. Inoltre, con Tinaba è possibile pagare anche la spesa negli esercizi commerciali che supportano il servizio. L'applicazione è disponibile sull'App Store e sul Google Play Store.

Cosa bisogna aspettarci in futuro

Dopo aver lanciato Apple Pay anche in Italia, l'azienda di Cupertino ha sviluppato Apple Pay Cash, un servizio che permette di inviare soldi ai propri amici utilizzando iMessage. Per il momento è disponibile solo negli Stati Uniti, ma nei prossimi mesi (o anni) dovrebbe approdare anche in Europa. Anche altre aziende dell'hi-tech stanno lavorando su servizi per trasferire denaro. Sempre negli Stati Uniti è possibile inviare denaro utilizzando Facebook Messenger e una funzionalità molto simile è stata introdotta in India su WhatsApp. Ancora un paio di anni e questo tipo di servizi arriveranno anche in Italia.

15 febbraio 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #denaro #app #smartphone #jiffy #satispay

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.