Touch ID

Come funziona il lettore di impronte digitali dell’iPhone 5s

Con Touch Id è possibile dire addio all’inserimento dei codici pin
Come funziona il lettore di impronte digitali dell’iPhone 5s FASTWEB S.p.A.

Con l’iPhone 5s Apple introduce Touch ID, il lettore di impronte digitali. E' possibile dire addio all’inserimento di odiosi codici pin e soprattutto smettere di annotarli ovunque: con questa nuova funzione, basterà sfiorare lo smartphone per sbloccarlo.

Il lettore o scanner è collocato nel pulsante home del telefono, acquisisce un’immagine in alta risoluzione (500 pixel) degli strati sub-epidermici della pelle, che il software utilizza per rilevare e analizzare specifici punti che identifichino l'utente.
A tutela della privacy, Apple ha sottolineato che i dati delle impronte degli utenti non sono solo criptati ma conservati separatamente dal chip A7, dove né i server Apple né altre applicazioni possono accedervi.

Il Touch ID non è però una vera e propria novità: già nel 2011 Motorola aveva provato a inserire un lettore di impronte digitali nel suo modello Atrix ma la sua tecnologia scomoda e spesso imprecisa non può in alcun modo competere con quella appena introdotta da Apple. 

13 settembre 2013

Fonte: readwrite.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail