problema notifiche

Come difendersi dall'arrivo delle notifiche

Ogni giorno siamo subissati dalle notifiche, anche a causa dell'aumento vertiginose delle applicazioni presenti sul nostro smartphone. Ecco alcuni consigli utili su come difenderci
Come difendersi dall'arrivo delle notifiche FASTWEB S.p.A.

Molto spesso si parla dei benefici che le applicazioni di messaggistica istantanea hanno portato nella nostra vita, ma troppe poche volte si analizzano i problemi derivanti da questo uso massiccio. Il settore delle app di messaggistica istantanea ogni anno si amplia con l'arrivo di nuovi competitor (Google ha da poco lanciato Allo e Duo, applicazioni per restare in contatto con i propri amici e che integrano tecnologie sviluppato con il supporto dell'intelligenza artificiale) e per l'utente diventa sempre più complicato gestire la propria vita offline e online.

Se fino a cinque anni fa il problema principale era controllare ogni giorno le centinaia di e-mail che si ricevevano, ora le difficoltà si sono spostate su un altro fronte, quello delle notifiche. Ogni mattina quando si accende il proprio telefono si viene subissati dalle notifiche push di tutte le applicazioni che abbiamo installato sullo smartphone. Un quarto d'ora a rispondere ai messaggi arrivati su WhatsApp, altri cinque minuti per controllare le notifiche di Facebook e degli altri social media a cui si è iscritti. Se rispondere alle e-mail era un problema, le notifiche dello smartphone sono ancora peggio. Fortunatamente è possibile limitare l'arrivo delle notifiche cambiando alcune impostazioni dello smartphone. Ecco alcuni consigli su come difendersi dall'arrivo delle notifiche.

Confusione in aumento

 

troppe notifiche

 

Presentate come servizi che semplificano la vita delle persone, le applicazioni di messaggistica istantanea non hanno fatto altro che complicarla. App come WhatsApp, Facebook Messenger e Snapchat stanno diventando sempre più delle piattaforme di condivisione o dei veri e proprio social network rispetto al progetto iniziale che li vedeva semplici applicazioni per scambiare i messaggi. Se fino a qualche anno fa per contattare una persona bastava inviarle una mail ora è complicato scegliere lo strumento da utilizzare: meglio WhatsApp o Facebook Messenger? È più formale una mail o un messaggio su LinkdedIn? Domande che prima dello sviluppo delle applicazioni di messaggistica istantanea non si ponevano.

Inoltre, l'arrivo dei bot con cui poter conversare e lo sviluppo di servizi pensati appositamente per il mondo del lavoro come Slack hanno ulteriormente complicato la situazione e creato confusione. I sociali media che avrebbero dovuto semplificare la vita lavorativa, l'hanno resa impossibile a causa delle notifiche.

I social media rubano la nostra attenzione

 

social media

 

Sembrerà strano dirlo, ma in molti rimpiangono i tempi in cui l'unico mezzo di comunicazione digitale erano le e-mail. I social network, oltre a creare una maggior confusione, sono anche uno dei principali motivi di distrazione di massa: non è un caso che molte aziende abbiano deciso di bloccarne l'accesso durante l'orario di lavoro. Commentando anche un solo post, si viene subissati dalle notifiche che non fanno altro che far perdere del tempo prezioso agli utenti inconsapevoli. Riuscire a ignorare il flusso dei commenti è veramente complicato se non si hanno degli "anticorpi" che permettono di ignorare le notifiche che arrivano sullo smartphone.

Troppe applicazioni

 

troppe applicazioni

 

Il vero problema riguarda il numero troppo elevato di applicazioni presenti all'interno dei nostri device. In realtà le app che utilizziamo con frequenza si contano sulle dita di una mano, ma quelle installate superano abbondantemente le cinquanta. Inoltre, ogni applicazione permette all'utente di attivare un qualche servizio che invia notifiche push per avvisare delle breaking news o sulle condizioni meteo. Si arriva a fine giornata che si è passato la metà del tempo a cancellare o a controllare le notifiche arrivate sullo smartphone. Una situazione che ha del paradossale e che può incasinare la vita di qualsiasi persona.

Consigli per risolvere il problema delle notifiche

Logicamente è impossibile restare fuori dal mondo e cancellare tutte le applicazioni presenti sul proprio smartphone. Ma è possibile limitarne l'uso e impostare la ricezione delle notifiche. Ad esempio per tenere i contatti con i propri amici o colleghi di lavoro si potranno utilizzare al massimo due applicazioni di messaggistica istantanea, mentre per quanto riguarda le notifiche di Facebook, Twitter e i videogame presenti sullo smartphone, si potranno cambiare le impostazioni e bloccare l'invio delle notifiche push. In questo modo le distrazioni saranno minori e si avrà più tempo da dedicare alla propria vita privata.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail