Fastweb

Permessi applicazioni, come controllarli su smartphone e computer

Aggiornamento iOS Smartphone & Gadget #ios #app L'aggiornamento di iOS semplifica la gestione degli abbonamenti alle app iOS si aggiorna e viene incontro agli utenti nella gestione delle iscrizioni alle app a pagamento
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Permessi applicazioni, come controllarli su smartphone e computer FASTWEB S.p.A.
permessi app
Smartphone & Gadget
Per aumentare la sicurezza e la privacy dello smartphone e del computer, ecco come gestire al meglio le autorizzazioni delle applicazioni installate

Per migliorare la sicurezza ed elevare la privacy mentre usi il tuo smartphone, sia Android che iOS, o il tuo computer, sia con sistema operativo Windows che macOS, una delle cose fondamentali è gestire bene i permessi delle app che hai installato. Ogni volta che installi una nuova applicazione, al primo avvio ti chiederà di poter accedere a diverse funzionalità del tuo dispositivo. Ad esempio, una app di messaggistica istantanea vorrà accedere al microfono e alla fotocamera, necessari per registrare messaggi vocali e per inviare foto e video ai tuoi contatti.

Tuttavia, in base alla Privacy Policy della app (che di solito nessuno legge: errore!) è anche possibile che l'accesso a queste funzionalità venga consentito anche quando effettivamente non serve. Celebre è il caso della polemica nei confronti di Google Maps, che usa il GPS per tracciare continuamente la nostra posizione e archiviarla in un apposito registro. Ma come si fa a controllare e gestire tutti i permessi delle app che abbiamo installato? La procedura varia in base al dispositivo e noi ti illustriamo come farlo su Android, iOS, Windows 10 e macOS.

Come gestire i permessi delle app su Android

autorizzazione android

Come è noto Android varia un po' da uno smartphone all'altro, in base alla personalizzazione scelta dal produttore. Ti proponiamo l'esempio di come gestire i permessi delle app su Google Pixel che si basa su una versione pura del sistema operativo del robottino verde, se usi un altro smartphone la procedura è simile ma non identica.

Apri l'app Impostazioni e vai al menu App e notifiche. Quindi, tocca l'app che vuoi gestire e premi Autorizzazioni per vedere tutto ciò a cui l'app ha accesso. Tocca ogni specifica autorizzazione se vuoi disattivarla, ma attenzione: se il permesso è fondamentale per il funzionamento della app, potrebbe apparire una casella di conferma. È anche possibile che, una volta disattivata tale autorizzazione, l'app non funzioni correttamente.

È possibile fare la stessa cosa ma partendo dall'autorizzazione e non dalla app, cioè vedere l'elenco di tutte le app che hanno accesso al microfono, alla fotocamera, al GPS e alle altre funzionalità del dispositivo. Lo trovi nella schermata App e notifiche: qui trovi le app raggruppate per autorizzazione, ti basta toccare la singola funzionalità per vedere quali app sono autorizzate e disattivare ciò che preferisci.

Come gestire i permessi delle app su iOS

permessi ios

Per disattivare una autorizzazione di una app su iOS devi entrare in Impostazioni e toccare Privacy: verranno visualizzate tutti i permessi e l'elenco delle app che sono autorizzate. Da qui potrai scegliere quale privilegio togliere ad ogni app e quale lasciare attivo.

Su iOS, però, la gestione delle autorizzazioni è un po' più evoluta rispetto ad Android: per i dati sulla posizione, ad esempio, puoi concedere l'accesso a un'app per tutto il tempo o solo quando l'app è aperta. Con i dati Apple Health, invece, puoi dare a un'app l'accesso a determinati dati, ad esempio le ore che hai dormito, ma non ad altre, come i passi che hai fatto in una giornata. La procedura è un po' più laboriosa, ma il controllo su quali dati possono usare le singole app è più efficace.

Come gestire i permessi delle app su Windows 10

permessi windows

Come avrai notato, Windows 10 è sempre più simile a un sistema operativo per dispositivi mobili. Anche nella gestione dei permessi, quindi, il procedimento da fare si avvicina a quello già visto per Android e iOS.

Clicca sull'icona dell'ingranaggio nel menu Start e apri le Impostazioni, seleziona Privacy e si aprirà una finestra per gestire tutte le autorizzazioni. Anche in questo caso le opzioni sono ordinate per autorizzazione piuttosto che per app e per modificarle dovrai fare click sulle voci che trovi nel menu a sinistra. Per ogni permesso si aprirà l'elenco delle app autorizzate più, in alto, una serie di impostazioni generali valide per tutti i programmi. Dalle impostazioni generali puoi impostare "autorizzazioni di gruppo", e decidere che nessuna app possa avere accesso alla webcam o alla tua posizione.

Il grande limite della gestione delle autorizzazioni su Windows 10 sta nel fatto che in questo menu trovi solo le app installate da Windows Store. Per le app desktop complete con accesso a tutte le risorse di sistema, come Photoshop o molte altre, non esiste un modo semplice per controllare le autorizzazioni: dovrai addentrarti nei menu e nelle impostazioni delle singole app per modificare le tue preferenze.

Come gestire i permessi delle app su macOS

autorizzazione macos

Per quanto riguarda la gestione dei permessi delle app, macOS assomiglia molto a iOS: ha una schermata di gestione delle autorizzazioni semplice e diretta, che troverai aprendo il menu Apple, andando sulle Preferenze di Sistema e cliccando su Sicurezza&Privacy e poi su Privacy.

Qui puoi vedere tutte le categorie di permessi, dalla posizione all'analisi delle app. Fai clic su una delle voci a sinistra per vedere quali app hanno richiesto e ricevuto il permesso. Per modificare una autorizzazione devi fare clic sull'icona del lucchetto in basso a sinistra e inserire il tuo nome utente e password macOS. Puoi quindi deselezionare la casella accanto a qualsiasi autorizzazione che vuoi revocare ma ricorda: ogni modifica che farai verrà applicata solo dopo il riavvio del tuo Mac.

Come già visto per Windows 10, anche su macOS è possibile che le app più complesse nascondano qualche autorizzazione all'interno dei propri menu e delle proprie impostazioni. Di solito, però, i software che girano su iOS hanno un pannello delle preferenze da cui puoi gestire anche le autorizzazioni.

 

17 gennaio 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #app #android #windows

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.