Kirin 970

Huawei svela il Kirin 970, SoC dedicato all'intelligenza artificiale

Realizzato con processo produttivo a 10 nanometri, è dotato di NPU. Ciò permette di effettuare calcoli più complessi consumando meno energia
Huawei svela il Kirin 970, SoC dedicato all'intelligenza artificiale FASTWEB S.p.A.

Quello che sta per arrivare sarà un autunno piuttosto caldo sul versante degli smartphone e della tecnologia mobile. Dopo tutte le novità presentate nel corso dell'IFA 2017 di Berlino e nei giorni immediatamente precedenti (una rapida lista comprende il Samsung Galaxy Note 8, il Motorola Z2 Force, lo LG V30), nelle primissime settimane dell'autunno sarà il turno di altri due dispositivi che, stando alle indiscrezioni, hanno tutte le carte in regola per essere definiti "rivoluzionari".

Il 12 settembre arriva l'iPhone 8 (o iPhone del decennio, accompagnato da iPhone 7S e iPhone 7S Plus), mentre a metà ottobre sarà il turno dello Huawei Mate 10. E mentre il primo solletica le fantasie degli utenti con un display OLED da oltre 5,5 pollici, una fotocamera infrarossi per riconoscimento facciale e la quasi totale assenza di bordi (oltre ai "prodigi" della realtà aumentata), il secondo promette prestazioni senza pari grazie al primo SoC per smartphone progettato per l'Intelligenza artificiale.

Nel corso dell'IFA 2017, l'amministrato delegato del produttore cinese ha tolto i veli dal Kirin 970, processore per dispositivi mobili che Huawei produce in house. Una scelta un po' in controtendenza rispetto ai diretti concorrenti (vedi LG e Samsung, solite affidarsi a Qualcomm per la gran parte dei loro dispositivi), ma che consente di ottenere migliori risultati sul fronte dell'ottimizzazione hardware-software. Ciò ha permesso a Huawei, a oggi terzo produttore mondiale di smartphone dietro Samsung ed Apple, di realizzare un'unità di calcolo centrale estremamente potente e, allo stesso tempo, poco esigente dal punto di vista energetico. E unica nel suo genere.

 

Il Mate 10 sarà il primo dispositivo a montare il Kirin 970

 

Caratteristiche Kirin 970

Realizzato con processo produttivo a 10 nanometri, il Kirin 970 è più piccolo rispetto ai suoi predecessori (e rispetto anche ai più diretti concorrenti) ma, allo stesso tempo, è anche più potente. Al suo interno, infatti, trovano spazio otto core (4 core realizzati seguendo le specifiche Cortex-A73 e 4 core seguendo le specifiche Cortex-A53) e la bellezza di 5,5 miliardi di transistor in appena 1 centimetro quadrato di superficie. Al suo fianco troviamo l'innovativa GPU Mali G72MP12, per prestazioni grafiche paragonabili a quelle di un computer di fascia media. Il nuovo SoC supporta i doppi sensori fotografici, memorie RAM LPDDR4X, memorie UFS 2.1, display in 4K con HDR10, audio HiFi e sensori vari. Non manca il supporto Dual SIM & Dual LTE con VoLTE, con la possibilità quindi di sfruttare la connettività dati del cosiddetto "Ultra-Fast LTE Modem 4.5G" che dovrebbe garantirgli una velocità massima di download pari a 1,2 Gbps.

Il SoC per l'intelligenza artificiale

A rendere unico il Kirin 970, però, è un altro aspetto. Al fianco di CPU e GPU, il SoC integra anche un NPU (acronimo di Neural Processing Unit, unità di calcolo neurale), che consente di svolgere calcoli particolarmente complessi, altrimenti troppo "pesanti" per CPU e GPU mobile. Questo chip consente, da solo, di migliorare le prestazioni (del 25% rispetto al Kirin 960) e ridurre il consumo energetico (del 50% rispetto al Kirin 960) ed è in grado di rendere lo Huawei Mate 10 (primo dispositivo a montare il nuovo SoC) 5 volte più potente e veloce dell'iPhone.

La speciale architettura del Neural Processing Unit, inoltre, permette di utilizzare il chip per eseguire algoritmi di intelligenza artificiale. Per questo motivo Huawei è alla ricerca di partner che l'aiutino a sfruttare al massimo le potenzialità del suo nuovo SoC.

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail