Fastweb

Cancellare registrazioni Siri

iphone Smartphone & Gadget #iphone #ipad Come scrivere più facilmente su iPad e iPhone Con iOS 13 sono state aggiunte gesture e funzionalità che rendono più semplice la scrittura con iPhone e iPad. Ecco i trucchi che devi conoscere
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Cancellare registrazioni Siri FASTWEB S.p.A.
Siri ti ascolta
Smartphone & Gadget
Dall'agosto 2019 è possibile cancellare le registrazioni Siri che Apple conserva all'interno dei suoi server. La procedura è un po' arzigogolata

Nell'agosto 2019, in seguito ad un'inchiesta del quotidiano britannico "The Guardian", Apple aveva sospeso a tempo indeterminato e a livello globale il programma di ascolto dei file audio catturati da Siri. La casa di Cupertino aveva chiesto ai dipendenti di una delle sue aziende in appalto di riascoltare le registrazioni audio degli utenti, con lo scopo di migliorare l'efficacia degli algoritmi di speech-to-text e della successiva risposta di Siri ai comandi ricevuti.

L'azienda californiana ha così deciso di mettere fine al contratto di appalto e modificare le preferenze e le impostazioni dei propri device, lasciando agli utenti decidere se persone estranee potessero ascoltare le loro ricerche Siri.

Intanto, però, la "frittata era fatta" e gli utenti Apple, insieme alle associazioni dei consumatori, erano sul piede di guerra. La società con sede a Cupertino ha così deciso di cancellare il programma incriminato, licenziando su due piedi tutte le persone coinvolte nello scandalo che erano state assunte per assolvere tale scopo.

Hey Siri

Che fine fanno le registrazioni di Siri?

Come specificato nella guida dedicata alla sicurezza dei sistemi iOS di Apple, le registrazioni vocali di Siri vengono salvate nei server Apple per un periodo di sei mesi, così che possano essere utilizzate per "allenare" il sistema a riconoscere in maniera più precisa la voce degli utenti e le loro richieste.

Trascorsi i 180 giorni, un'altra copia, questa volta anonima, viene salvata di nuovo sui server per un massimo di due anni e utilizzata sempre dalla casa di Cupertino per affinare e sviluppare il suo assistente vocale digitale. Alcune registrazioni possono poi venire conservate per ulteriori due anni insieme ad una serie di trascrizioni e dati associati, sempre con il fine di migliorare il servizio. Ma non finisce qui: alcune registrazioni relative alla musica, alle squadre e ai giocatori sportivi, nonché riferimenti alle aziende e a punti di interesse vengono costantemente conservate sempre allo scopo di migliorare il proprio assistente a intelligenza artificiale.

Cosa puoi chiedere a Siri

Come cancellare le registrazioni di Siri

Per eliminare per sempre le registrazioni vocali dai server Apple, i tecnici della casa di Cupertino hanno ideato una procedura un po' arzigogolata che bisognerà ripetere su tutti i dispositivi della mela morsicata collegati al nostro Apple ID. Se non dovessi farlo, è possibile che alcune registrazioni restino sui server e possano continuare a essere utilizzate da Apple per i suoi scopi.

Da iPhone si dovranno aprire le Impostazioni del dispositivo, cercare la voce Siri e Cerca e disattivare la funzionalità "Abilita Hey Siri" e "Premi il tasto Home per Siri" (o il tasto laterale, in versioni dell'iPhone senza tasto home) spostando l'interruttore da destra a sinistra. Sempre nelle impostazioni, selezionare la voce Generali, poi Tastiera e, successivamente, disattivare "Abilita dettatura" per evitare che ciò che dettiamo al melafonino venga registrato e conservato nei server della casa di Cupertino.

Da Mac, invece, bisogna selezionare le Preferenze di Sistema, cliccare su Siri e disattivare la funzionalità "Abilita chiedi a Siri". Sempre dalle preferenze, cliccare sulla voce Tastiera, selezionate Dettatura e impostate su "No" la funzionalità.

Siri ti aiuta

Ovviamente, riattivando le modalità di utilizzo di Siri e riabilitando la dettatura, le registrazioni dei nostri dati sui server Apple ricomincia da zero. Questa procedura è la più sicura e la più consigliata dagli esperti della privacy. Esistono altri modi per impedire la registrazione dei dati carpiti da Siri lato server, ma prevedono l'installazione di appositi profili di sicurezza che potrebbero però mettere a repentaglio il vostro smartphone e che per questo motivo è sconsigliabile utilizzare.

Non solo Apple: cosa fanno le altre aziende con le nostre registrazioni

Anche Amazon e Google sono state beccate a riascoltare le registrazioni vocali effettuate tramite gli assistenti digitali. Ma a differenza della Apple, Amazon e Google prevedono una procedura molto semplice per impedire che le registrazioni audio effettuate dai loro assistenti digitali vengano conservate nei loro server. I due big dell'hi-tech mondiale dispongono di una serie di pagine web dedicate a questo scopo dove è possibile rivedere tutte le impostazioni della privacy relative ai dati carpiti dagli assistenti digitali. Nello specifico, basterà collegarsi a questi indirizzi web e modificare il tutto in base ai propri desiderata.

- Google: https://myaccount.google.com/activitycontrols

- Amazon: https://www.amazon.com/alexaprivacysettings

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #siri #apple #ios #iphone #guida

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.