mascherina smart

C-mask, la mascherina smart connessa ad internet

Una startup giapponese crea la C-Mask, una mascherina connessa ad un'app per cellulari
C-mask, la mascherina smart connessa ad internet FASTWEB S.p.A.

In questo periodo in cui le mascherine sono indispensabili a causa della pandemia di coronavirus, la startup giapponese Donut Robotics ha sviluppato una "mascherina intelligente" connessa a Internet in grado di trasmettere messaggi e tradurre dal giapponese in altre otto lingue.

La "C-Mask" è in plastica bianca e si adatta alle mascherine facciali standard. Si collega tramite Bluetooth a un'applicazione per smartphone e tablet che può trascrivere un dialogo in messaggi di testo, effettuare chiamate o amplificare la voce di chi indossa la maschera.

"Abbiamo lavorato duramente per anni per sviluppare un robot e abbiamo utilizzato quella tecnologia per creare un prodotto che risponda al modo in cui il coronavirus ha rimodellato la società", ha affermato Taisuke Ono, amministratore delegato di Donut Robotics.

Gli ingegneri di Donut Robotics hanno avuto l'idea della maschera mentre cercavano un prodotto per aiutare l'azienda a sopravvivere alla pandemia. Quando il coronavirus ha colpito, la società aveva appena ottenuto un contratto per fornire guide robot e traduttori all'aeroporto di Tokyo Haneda, un prodotto che avrebbe affrontato un futuro incerto, visto il crollo del viaggio aereo.

Le prime 5.000 C-Mask di Donut Robotics verranno spedite agli acquirenti in Giappone a partire da settembre, con Ono che in questo momento cerca di espandersi anche in Cina, negli Stati Uniti e in Europa, dove pare ci sia un forte interesse.

A circa 40 dollari per maschera, Donut Robotics punta a un mercato di massa che non esisteva fino a pochi mesi fa. Uno degli obiettivi, ha affermato, è generare entrate dai servizi di abbonamento offerti tramite un'app che gli utenti scaricheranno.

Donut Robotics ha realizzato un prototipo di maschera connessa in un mese, adattando il software di traduzione sviluppato per il suo robot e un design di maschera che uno degli ingegneri dell'azienda, Shunsuke Fujibayashi, ha creato quattro anni fa per un progetto studentesco per interpretare il discorso mappando i muscoli del viso.

Ono ha raccolto 28 milioni di yen (260.000 dollari) per lo sviluppo vendendo azioni Donut Robotics attraverso il sito di crowdfunding giapponese Fundinno.

"Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo iniziale di 7 milioni di yen in tre minuti e ci siamo fermati dopo 37 minuti quando avevamo raggiunto i 28 milioni di yen", ha detto.

Fonte: japantoday.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail