Gli occhiali per la realtà aumentata di Bose

Bose sfida il futuro con un paio di occhiali per la realtà aumentata

L'azienda americana sta sviluppando un nuovo strumento che punta sull'audio, per essere integrato in occhiali, caschi o cuffie.
Bose sfida il futuro con un paio di occhiali per la realtà aumentata FASTWEB S.p.A.

Bose, l'azienda famosa per speaker e cuffie di qualità, sta lavorando a un paio di occhiali smart per la realtà aumentata.

Però, a differenza dei fallimentari Google Glass e altri supporti, gli occhiali della Bose non hanno né uno schermo né fotocamera; al loro posto, questi nuovi occhiali, sfrutteranno il suono come unico mezzo per aumentare la realtà circostante.

Annunciati al SXSW, gli occhiali AR di Bose sembrano un normalissimo paio di occhiali. I prototipi, stampati in 3D, sono stati pensati per passare inosservati.
Sebbene siano solo dei prototipi, appaiono molto comodi. Sono estremamente leggeri e non pesano sul naso. Tutta l'elettronica, inclusa la batteria, è nascosta nelle bacchette.

Quindi, cosa si può fare con questo prodotto? Si può, per esempio, ascoltare la propria musica senza disturbare le persone accanto.

Gli occhiali AR hanno due piccoli speaker inseriti alla fine delle bacchette che emettono il suono dritto dritto nelle orecchie, senza alcun bisogno degli auricolari. Si può ascoltare la musica senza dare noia a chi è seduto accanto.
Il suono è ottimo. D'altronde, la reputazione della Bose si basa soprattutto sulla qualità del suono.

Oltre all'ascolto della musica, gli occhiali Bose sanno perfettamente quello che stai guardando anche senza la fotocamera. Grazie a una prova fatta al SXSW, l'azienda ha mostrato come reperire delle notizie audio semplicemente guardando un bar o un paesaggio, cliccando due volte sulla bacchetta di destra o di sinistra.

Bose ha informato che i suoi occhiali AR utilizzano un sensore di movimento che recepisce perfettamente la direzione in cui si sta guardando, lavorando in coordinata con il GPS grazie al collegamento con lo smartphone.

Con i giusti contenuti, Bose immagina come un utente, semplicemente guardando un palazzo o un ristorante, possa ricevere i pareri, il rating e altre informazioni rilevanti.
In aggiunta, gli occhiali sono in grado di riconoscere alcuni movimenti della testa; per cui se, per esempio, si riceve una chiamata, in base alla gesture impostata, la chiamata verrà accettata o negata. Sempre sfruttando i movimenti, si può scegliere da un menù.

Quindi, gli occhiali, di per se, sono un ottimo prodotto ma Bose, per renderli davvero utili, ha bisogno di stringere accordi con i provider di contenuti, in modo da poter integrare tutte le funzioni necessarie per renderli indispensabili. L'azienda ha deciso dunque di investire per permettere che venga creata una vera e propria piattaforma. ASICS Studio, Stava, TripAdvisor, TuneIn e Yelp hanno già sottoscritto la collaborazione con Bose.

L'obiettivo, in fondo, non è nemmeno quello di creare un vero e proprio hardware Bose bensì di aprire il mercato a un nuovo prodotto audio che possa essere integrato anche nelle normali cuffie o nei caschi.

Non ci sono ancora indiscrezioni sul prezzo, ma una prima versione migliorata sarà rilasciata quest'estate, in quantità limitata e con un SDK (Software development kit, ndr) per gli sviluppatori.

Quando le persone pensano alla Realtà Aumentata, il pensiero vola ai Google Glass o alle applicazioni AR degli smartphone, come Pokemon Go, ma Bose sta tentando di dimostrare che anche l'audio è un elemento estremamente importante per vivere a pieno l'AR. Al posto di uno schermo, una semplice voce potrebbe essere meno invadente e distraente; e questo potrebbe essere davvero l'approccio giusto.

12 marzo 2018

 

Fonte: mashable.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail