BMW assistente virtuale

BMW avrà il proprio assistente virtuale all'interno delle auto

Sarà in grado di modificare le impostazioni di guida e di controllare i problemi meccanici
BMW avrà il proprio assistente virtuale all'interno delle auto FASTWEB S.p.A.

BMW ha svelato il suo Intelligent Personal Assistant, che darà a chi guida il controllo vocale sulle impostazioni del veicolo, un overview sugli eventuali problemi meccanici e monitorerà in generale la "salute" della macchina.
È programmato per essere rilasciato a marzo del prossimo anno sui nuovi modelli di BMW con il sistema operativo 7.0. "La tecnologia a controllo vocale permanente è una caratteristica che risponde al comando "Hey BMW" e ha l'abilità di recepire le istruzioni del guidatore, nella modifica di alcune impostazioni come la navigazione, l'intrattenimento o le funzioni essenziali di check up del veicolo", ha detto BMW.

Se non dovesse piacervi dire "Hey BMW", potrete cambiare il comando o il nome dell'assistente vocale con un nome qualsiasi a vostra scelta. Secondo quanto comunicato dall'azienda, l'assistente sarà in grado di imparare le vostre preferenze nel tempo. Può comprendere le abitudini e la routine del guidatore, come ad esempio rispondere al comando "Hey BMW, riportami a casa" impostando il navigatore verso la propria abitazione. I comandi "Hey BMW ho freddo" o "Hey BMW sono stanco" porteranno l'assistente virtuale a modificare le impostazioni dell'aria condizionata o di luce e musica rispettivamente.

Gli utenti potranno inoltre chiedere all'assistente aggiornamenti su diversi aspetti del veicolo, come ad esempio il livello dell'olio o se ci sono particolari notifiche di cui tener conto. Il guidatore potrà dare accesso al proprio calendario, in modo da ricevere aggiornamenti sugli appuntamenti della giornata. In futuro, dice BMW, l'assistente virtuale potrà anche avvertirci quando la pressione degli pneumatici è pericolosamente bassa, quando la riserva di carburante sta per terminare o comunicare la necessità di un appuntamento presso un centro specializzato BMW. Sarà inoltre compatibile con altri assistenti virtuali quali Alexa, Siri o Cortana e sarà accessibile dal telefono o da casse intelligenti.

Nel 2016 BMW presentò per la prima volta la sua Connected App, che dava agli utenti l'accesso ad alcune funzioni dell'automobile sullo smartphone, ma l'Intelligent Personal Assistant è in questo caso integrato direttamente nel veicolo. Lo scorso anno l'azienda ha annunciato che avrebbe portato Alexa all'interno delle vetture: promessa mantenuta, sebbene l'assistente non sia esattamente quello di casa Amazon.

Al momento del lancio, l'Intelligent Personal Assistant sarà disponibile in 23 lingue in USA, Germania, Regno Unito, Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Austria, Brasile e Giappone. Il lancio avverrà anche in Cina a maggio 2019. Le disponibilità di alune funzioni specifiche varieranno a seconda dei mercati.

7 settembre 2018

Fonte: engadget.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail