Ecco i tatuaggi temporanei elettronici

Arrivano i tatuaggi elettronici

Un team di ricercatori della Waseda University ha effettuato i primi test
Arrivano i tatuaggi elettronici FASTWEB S.p.A.

Da bambini i tatuaggi temporanei rappresentavano un modo divertente per manifestare il proprio amore per personaggi come Bugs Bunny, ma ben presto potrebbero tornare di moda con svariate funzioni come rilevare i livelli di glucosio o di alcol nel sangue. Un team di ricercatori della Waseda University, in Giappone, ha sviluppato un semplice metodo per la produzione di questi tatuaggi elettronici, attraverso una stampante conduttiva di cablaggio, come quella a getto d'inchiostro, in grado di unire i componenti senza necessità di saldatura.

I tatuaggi elettronici sono costituiti da fogli ultra-sottili di una flessibile pellicola elastomerica di soli 750 nanometri di spessore. Per realizzare il cablaggio, le linee conduttive di colore argento vengono stampate sopra queste pellicole, nello stesso modo in cui i normali circuiti vengono stampati sugli altri materiali. Componenti come chip e LED possono esser posizionati lungo i fili tra una pellicola e l'altra.

I due strati sono auto-adesivi quindi non è necessario l'utilizzo di alcun nastro, colla, legami chimici o saldatura. È possibile allungare il sistema senza dover interrompere i circuiti dal momento che, come è stato riferito dagli stessi ricercatori, le nano-pellicole sono 50 volte più flessibili di qualsiasi materiale simile.

I chip sono facili ed economici da realizzare dato che il circuito può esser stampato da una normale stampante a getto d'inchiostro di casa e l'intero processo può esser effettuato a temperatura ambiente senza la necessità di una sterile "clean room". I ricercatori hanno testato il loro sistema su una zona di pelle artificiale e la prova ha dato risultati positivi con una durata di un paio di giorni.

Le potenziali applicazione di questa nuova tecnologia di tatuaggi elettronici sembrano davvero ampie, come il monitoraggio dei movimenti muscolari o dei parametri vitali durante uno sforzo fisico. Rendere questi dispositivi ancora più facili da produrre è l'obiettivo, ma anche il prossimo passo per i ricercatori.

10 marzo 2017

Fonte: newatlas.com
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail