Computer cognitivo

E il computer userà tutti i 5 sensi. Parola di Ibm

L'azienda Usa annuncia l’avvento entro 5 anni di computer sempre più “umani” che potranno vedere, sentire, odorare, gustare e toccare…
E il computer userà tutti i 5 sensi. Parola di Ibm FASTWEB S.p.A.

 

Vista, udito, gusto, olfatto e tatto. Presto i cinque sensi non saranno più solo una caratteristica degli esseri viventi ma anche dei computer. A prometterlo l’IBM, che annuncia che la rivoluzione del computer cognitivo avverrà tra 5 anni.

Per il tatto sarà possibile passare un dito sullo schermo e percepire un tessuto, o un materiale, grazie a una serie di feedback tattili. La vista dei computer percepirà un quadro non solo come un insieme di punti colorati ma come insieme di significati. Grazie all’udito potranno registrare tutti i tipi di suoni ed associarli alla loro provenienza, con il gusto potranno analizzare tutte le componenti degli alimenti, e per l’olfatto, grazie ai “nasi virtuali” saranno in grado di annusare e capire di che profumo si tratta.

Come afferma Bernie Meyerson, vice presidente innovazione dell’IBM: “E’ un modo diverso di pensare il computer, non più basato solo sull’assorbimento dei dati. Non scatterà solo scattare una foto e la archivierà. tratterà la foto come un’entità di alto livello e non come un mucchio di beat. Il Cognitive Computer  aggiungerà cambiamenti veramente interessanti.

Una delle differenze più importanti tra un computer normale ed uno cognitivo è il concetto dell’apprendimento. Il secondo imparerà dai suoi errorei quale sarà la risposta esatta. Infatti spiega Mayerson: “Una macchina cognitiva calcola statisticamente un risultato finale. Se la risposta è sbagliata e glielo dici lei reimposterà le probabilità che l’hanno portata a dare la risposta errata fino ad arrivare a quella esatta”.

Non bisogna confondere il computer cognitivo con l’intelligenza artificiale, perché il primo possiede una tecnologia assistita, non può andare per conto suo, non è stato progettato per fare ciò ma per rispondere agli uomini in modo assistito. Libera gli uomini dal compito della programmazione perché è in grado di apprendere. Non ha più intelligenza, ha solo una larghezza di banda molto più ampia.

17 dicembre 2012

Fonte: mashable.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail