Fastweb

Arriva l'app che aiuta a prevenire l'infarto

Lavorare con lo smartphone Smartphone & Gadget #app #produttività Quali applicazioni usare per migliorare la produttività Vuoi migliorare il tuo rendimento a lavoro? Desideri concentrarti e dare il massimo? Esistono diverse applicazioni che possono aiutarti a raggiungere questo obiettivo. Ecco le soluzioni per te
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Arriva l'app che aiuta a prevenire l'infarto FASTWEB S.p.A.
Arriva l'app anti-infarto
Smartphone & Gadget
Un nuovo sistema basato su un'app per smartphone ha dimostrato la stessa precisione degli strumenti ECG convenzionali

Sono numerose le app che possono aiutarci a tenere sotto controllo la nostra salute. Una nuova app per smartphone ha dimostrato di poter determinare se una persona rischia un grave attacco di cuore. Uno studio sull'accuratezza dell'app ha rivelato che era quasi altrettanto efficace di un elettrocardiogramma tradizionale (ECG) nell'identificare una grave forma di infarto.

Il sistema attualmente si concentra sull'identificazione di una forma di infarto cardiaco molto specifica e mortale chiamata infarto miocardico ST-Elevation (STEMI). Questo attacco cardiaco potenzialmente letale si verifica quando un'arteria principale è completamente bloccata e la morte o la disabilità possono verificarsi se non trattate entro un periodo molto breve.

"Se qualcuno ha male al petto e non ha mai sofferto di nessun tipo di dolore toracico prima, potrebbe pensare che sia solo dovuto ad un colpo d'aria o gas e non si preoccuperà di andare al pronto soccorso", dice J. Brent Muhlestein, a capo del nuovo studio. "Ciò è molto pericoloso, perché più velocemente viene aperta l'arteria bloccata, migliore sarà il risultato del paziente."

Un ECG tradizionale, che può identificare efficacemente l'insorgenza di uno STEMI, necessita l'attacco di 12 sensori a un paziente. La posizione di ciascun conduttore è importante, in quanto traccia l'attività elettrica del cuore in luoghi diversi. Il nuovo sistema smartphone utilizza solo due sensori ECG, che vengono spostati attorno sul corpo con un'app che rileva le misurazioni. Due sensori, quindi, che alla fine registreranno gli stessi 12 posizioni di un tipico ECG.

I recenti progressi nella tecnologia dei fitness tracker hanno visto i dati ECG essere incorporati in un numero di dispositivi orientati al consumatore. L'ultimo smartwatch Apple utilizza anche un singolo ECG nel suo cinturino per fornire ulteriori dati di tracciamento della salute.

La precisione del nuovo sistema smartphone è stata recentemente testata su 204 pazienti affetti da dolore toracico acuto. Tutti i soggetti hanno ricevuto sia un tradizionale ECG a 12 derivazioni che il nuovo ECG per smartphone a due conduttori. Lo studio ha rilevato che il piccolo sistema basato su app era efficace quasi quanto un ECG tradizionale nella distinzione tra attacchi cardiaci STEMI e non-STEMI.

"Abbiamo scoperto che l'app ci ha aiutato a diagnosticare attacchi di cuore in modo molto efficace - e non indicava la presenza di un attacco di cuore quando non si verificava uno di questi", dice Muhlestein.

Oltre al doppio comando ECG, il sistema utilizza l'app per smartphone AliveCor, già esistente. Disponibile come sistema diagnostico medico approvato da diversi anni, l'app AliveCor è stata efficace nell'utilizzo di elettrocateteri ECG singoli per monitorare i sistemi cardiovascolari nei pazienti.

Non è chiaro quanto sia vicino alla disponibilità commerciale, ma i ricercatori sperano che contribuirà a rendere i dati diagnostici ECG non solo più rapidi per coloro che pensano che possano essere affetti da infarto, ma anche più accessibili ai medici in Paesi in cui è difficile accedere alle macchine ECG. Lo scenario ideale sarebbe un sistema in cui un individuo con questa app per smartphone può ricevere dati ECG, caricarli sul cloud e chiedere al proprio medico di rivedere immediatamente i dati.

I risultati dello studio sono stati presentati alla Scientific Session 2018 della American Heart Association a Chicago la scorsa settimana.

13 novembre 2018

Fonte: newatlas.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #salute #app #sensori

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.