Android Nearby

Android sviluppa una funzione di condivisione ispirata ad AirDrop

Il sistema di condivisione di Apple ispira una nuova funzionalitą in arrivo per Android
Android sviluppa una funzione di condivisione ispirata ad AirDrop FASTWEB S.p.A.

Sta diventando sempre più difficile capire la differenza tra iOS e Android. Certo, hanno diverse "skin", ma il set di funzionalità è per lo più lo stesso. Le tonalità di notifica sono simili, così come la funzione di fotografia in modalità notturna e persino le tastiere basate su gesti. Uno dei vantaggi che Apple ha è AirDrop, che semplifica la condivisione dei file. Ma questo cambierà grazie a un'imminente funzione di "condivisione in vicinanza".

Alcuni esperti di XDA-Developers hanno spulciato tra i nuovi codici Android e hanno notato alcuni cambiamenti imminenti. Google ha da tempo promesso una facile condivisione dei file ma non ha mai effettivamente lanciato la funzione. Idee come Android Beam non hanno mai funzionato così bene e alla fine sono svanite a favore di altre attività.

Ma ora la società sta lavorando duramente a un nuovo modo per condividere i file, facile da configurare e facile da usare, probabilmente perché condivide alcuni degli stessi principi di AirDrop.

Da quello che possiamo vedere nel video dimostrativo di XDA, basterà partire scegliendo di condividere un file. Il sistema collegherà i due telefoni tramite Bluetooth. Una volta che la condivisione in vicinanza stabilisce la connessione, si potrà scegliere di condividere su dati mobili (se si tratta di un file di piccole dimensioni), Wi-Fi o "senza Internet", presumibilmente Bluetooth. Il Wi-Fi sarebbe naturalmente il modo più veloce per condividere un file.

Per impedire a persone a caso di tentare connessioni, è possibile nascondere la vista del telefono. Come misura di sicurezza aggiuntiva, la condivisione in vicinanza utilizza i servizi di localizzazione per garantire che entrambi i telefoni si trovino a una distanza di un metro l'uno dall'altro.

Ciò che non è ancora chiaro è se questa sarà una funzione destinata solo ai telefoni Pixel. Sebbene la dimostrazione abbia funzionato con un telefono OnePlus, l'intero processo non è ufficiale: se Google dovesse decidere in questo sento, potrà limitare la funzionalità ai soli Pixel. A seconda del telefono prescelto, potrebbe comunque non essere un problema. Dopotutto, Samsung è al lavoro per creare la sua versione, anch'essa ispirata ad AirDrop.

27 gennaio 2020

Fonte: reviewgeek.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail