Fastweb

Android, individuate app infette con auto-rooting

smart tv Smartphone & Gadget #smart tv #virus La Smart TV ha bisogno dell'antivirus? Un tweet di Samsung (ora eliminato) ha acceso un dibattito sull'utilizzo degli antivirus sulle Smart TV
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Android, individuate app infette con auto-rooting FASTWEB S.p.A.
Android, individuate app infette con auto-rooting
Smartphone & Gadget
I ricercatori di Lookout hanno scoperto circa 20mila diverse applicazioni apparentemente legittime, anche se esterne al Play Store, trasformate in trojan e quasi impossibili da disinstallare

Circa 20mila app per Android contengono un nuovo tipo di adware con auto-rooting praticamente impossibile da disinstallare. A scoprirlo i ricercatori di Lookout, società specializzata in sicurezza informatica.

Le app infette sono in grado di modificare il codice delle app legittime del Google Play Store per poi distribuirle sugli store di terze parti. In questo modo, agli occhi dell'utente finale, le applicazioni trasformate in trojan appaiono come quelle legittime, e in molti casi forniscono le stesse funzionalità. Analizzando più a fondo il codice, però, i ricercatori hanno scoperto che non solo invadono lo smartphone di pubblicità indesiderata ma sono in grado di eseguire il rooting del dispositivo, superare la protezione della sandbox ed eseguire molte azioni negate alle app normali, tra cui il furto delle password. Le app incriminate si scaricano dagli store digitali di terze parti camuffate da prodotti legittimi. Al loro interno includono tre diverse famiglie di malware note come Shuanet, ShiftyBug e Shedun. I Paesi più colpiti sono Usa, Germania, Iran, Russia, India, Giamaica, Sudan, Brasile, Messico e Indonesia.

Non è chiaro quale sia il rapporto esatto fra le tre famiglie di adware responsabili dei 20mila campioni di app modificate osservate da Lookout. Ma le varianti dei diversi gruppi condividono dal 71 all'82 % del codice.

6 novembre 2015

Fonte: arstechnica.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #android #app #malware #virus #adware #sicurezza #troyan

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.