Fastweb

Apple ritira dal mercato il MacBook da 12 pollici

Apple Airdrop Smartphone & Gadget #apple #wi-fi iPhone, AirDrop potrebbe mettere a rischio il vostro numero di telefono Gli hash parziali trasmessi via Bluetooth possono essere potenzialmente decriptati, svelando i numeri di telefono degli utenti
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Apple ritira dal mercato il MacBook da 12 pollici FASTWEB S.p.A.
MacBook da 12 pollici
Smartphone & Gadget
Un prezzo troppo alto rispetto alle sue reali potenzialitą č una delle cause del ritiro dal mercato del MacBook da 12"

Apple ha usato questo periodo di pausa scolastica per riordinare la sua linea di laptop, e uno tra questi è stato eliminato del tutto. Il MacBook da 12 pollici è stato ritirato, e benché la scelta sembri azzardata è stata in realtà una mossa abbastanza saggia.

Il "nuovo" MacBook, come fu chiamato nel 2015, era chiaramente un punto di partenza rispetto a quello che si pensava fosse semplicemente un laptop. In effetti fu una scelta coraggiosa, quella di lanciare un laptop "basico", con pochissime funzionalità, una sola porta I/O ad un prezzo altissimo. L'obiettivo era la portabilità, cosa che ha messo in secondo piano tutto il resto, compresa l'utilità e, in alcuni casi, il buon senso.

Alcuni pensavano che il MacBook avrebbe, col tempo, sostituito l'Air nella line-up di Apple, poiché entrambi occupavano lo stesso segmento di mercato. Dopotutto, l'Air originale era eccessivamente costoso, poco potente e molto più famoso per quello che non aveva che per quello che aveva. Ma Apple ha continuato ad insistere e la gente alla fine ha capito che perdere l'unità disco e alcune porte come la VGA e la Ethernet non era poi così male.

Ma, dal 2015, il mondo è andato avanti, la sottigliezza e la leggerezza non sono più una novità, anzi, sono dei paletti da rispettare. Lo Yoga 3 di Lenovo da 699 dollari aveva più porte ed interni simili al MacBook del 2015, e pesava solo 50 grammi in più. Apple non poteva vendere un laptop incredibilmente sottile e leggero solo perché sul mercato c'erano un sacco di laptop incredibilmente sottili e leggeri.

Il nuovo MacBook fu progettato per risolvere un problema che in realtà non esisteva, almeno non prima del suo debutto. E i compromessi che Apple ha fatto per raggiungere quel peso e quelle dimensioni ridotte spesso lo rendevano più difficile da usare rispetto alle macchine che cercava di sostituire. Questo era un laptop che costava 1.300 dollari e aveva una CPU Core M sottodimensionata e una sola porta USB-C.

Il nuovo MacBook era praticamente inutile per qualsiasi cosa fosse di più impegnativa rispetto alla scrittura di e-mail e documenti. Per quanto riguarda le specifiche, sembrava terribile persino accanto al vecchio MacBook Air, che è rimasto nella linea di prodotti Apple per anni. Una macchina da 999 dollari che per anni non ha ricevuto aggiornamenti avrebbe potuto performare meglio di un dispositivo di 300 dollari più costoso.

Così, quando Apple fece resuscitare l'Air alla fine del 2018 si creò una sorta di confusione, all'interno della linea di prodotti dell'azienda. Per 1.300 dollari venivano offerte tre opzioni diverse, ma solo una valeva effettivamente tutti quei soldi. Il MacBook era costoso e poco potente, l'Air era troppo simile al Pro, mentre il Pro pesava quanto qualsiasi altro laptop sul mercato. Apple ha quindi eliminato il MacBook Pro senza Touch Bar (ovvero il MacBook Escape) e ha abbassato il prezzo dell'Air. Immediatamente la line up dei prodotti Apple ha ritrovato un senso: per 1.099 dollari si può ottenere una macchina con una potenza moderata, ideale per la maggior parte delle persone. Per 1.299 dollari si può avere una macchina più potente che non aggiunge ulteriore peso allo zaino.

L'unica cosa strana è il perché Apple non abbia deciso di tenere il MacBook in circolazione e decidere di abbattere il prezzo a 899 dollari, ma la ragione sembra ovvia. Per quella somma, Apple preferisce puntare sull'iPad Pro (con la sua singola porta USB-C), perché gli garantisce un margine migliore.

L'impressione è che, finché non vedremo il tanto atteso ARM Mac, il MacBook rimarrà bloccato in un caveau da qualche parte. Nel prossimo futuro, i chip a bassa potenza e super-efficienza si adatteranno a una scocca sottile e leggera, e magari la longevità della batteria sarà il nuovo punto di forza. Questa particolare iterazione del MacBook, tuttavia, verrà ricordata come un esperimento da 12 pollici che non ha mai trovato la sua nicchia.

12 luglio 2019

Fonte: engadget.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #apple #mac

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.