Addio ad Android Pay. Benvenuto Google Pay

Android Pay ufficialmente morto, ora c' Google Pay

Google sta riunendo in un'unica app tutti i suoi servizi di pagamento: Android Pay diventa Google Pay
Android Pay ufficialmente morto, ora c' Google Pay FASTWEB S.p.A.

Google sta unendo tutti i suoi tool per i pagamenti in l'unico brand Google Pay. Su Android, tuttavia, la situazione era in stallo a causa di una già esistente app interna al sistema operativo, ovvero Android Pay. Questa funzione da oggi cambia, andando anch'essa a sommarsi alle altre già riunite sotto il nome di Google Pay for Android.

A seguito di questo evento, Google rilascia a breve un aggiornamento per Android Pay, introducendo alcune nuove funzionalità che l'azienda spera possano rendere più sicuri i pagamenti e disponibili sia nei negozi fisici che sul web.

Inoltre, Google sta anche lanciando una riprogettazione di Google Wallet, l'app per l'invio di denaro, che ora si chiamerà Google Pay Send. Gli utenti negli USA e nel Regno Unito, però, potranno anche utilizzare l'app Google Pay per inviare le richieste di denaro, come facevano finora con Wallet. I nuovi utenti possono scaricare già da oggi l'app Google Pay, mentre chi è già utilizzatore di Android Pay vedrà l'aggiornamento dell'applicazione nei prossimi giorni.

A prima vista la nuova app Google Pay è fondamentalmente una riprogettazione di Android Pay, con grafiche e stili più simili a quelli di Google. In termini di funzionalità, non c'è granché di nuovo. Un cambiamento importante, però, è che la schermata home di Google Pay mostrerà i negozi più vicini alla posizione dell'utente con cui è possibile pagare con l'app. La lista è personalizzabile, basata sui negozi visitati in precedenza. Sulla schermata home sarà anche possibile tenere sotto controllo tutta la cronologia delle transazioni effettuate con l'app.

Il Product Manager di Google Pay ha detto che la nuova app sarà molto semplice da utilizzare, anche per i non esperti di tecnologia, sia per gli acquisti online che per quelli nel "mondo reale". Inoltre i clienti di alcune banche, come Bank of America negli USA o Mbank in Polonia potranno utilizzare direttamente l'app della banca per effettuare acquisti con Google Pay.

Allo stesso modo, se un sito o un'app intende supportare questo servizio, lo sviluppatore può richiamare un Google API per scoprire se un dato utente possiede Google Pay abilitato per i ricevere pagamenti (come funziona per Stripe o Braintree).

"Stiamo dando agli sviluppatori una semplice API per implementare Google Pay", ha detto il Product Manager di Google Pay. "L'API è semplice perché noi non processiamo direttamente il pagamento. Passiamo direttamente le credenziali a chiunque lo faccia." App come DoorDash, Airbnb o Hotel Tonight già supportano questa nuova feature.

21 febbraio 2018

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail