10 consigli per proteggere il device Android

10 consigli per proteggere il device Android

Tra i suggerimenti quelli di utilizzare il blocco dello schermo, crittografare il dispositivo e evitare di conservare dati sensibili su schede SD
10 consigli per proteggere il device Android FASTWEB S.p.A.

Ecco i 10 consigli per rendere il device Android molto più sicuro.  

Utilizzare il blocco schermo
È senza ombra di dubbio la misura di sicurezza base per ogni dispositivo Android, permettendo di custodire il dispositivo utilizzando un pattern, un PIN o una password. Il blocco può essere attivato tramite le impostazioni di sicurezza del dispositivo Android. Inoltre il device può essere impostato per bloccarsi automaticamente dopo un determinato periodo di tempo o premendo il tasto di accensione.

Crittografare il dispositivo
Android permette di crittografare tutti i dati in memoria. Per questo è necessario digitare una password o un PIN ogni volta che il dispositivo sarà acceso per decifrare tutti i dati.
Utilissimo soprattutto se il device finisce nelle mani sbagliate.

Parlare con l’It se si utilizza un dispositivo personale per lavoro
Secondo la società di soluzioni di sicurezza ESET, circa il 30-40% dei dispositivi al lavoro è vulnerabile alle minacce. Per questo, prima di utilizzare per lavoro lo smartphone personale, consigliamo di parlare con il team IT prima di configurarlo e accedere ai dati legati all’ufficio.

Attivare Google Android Device Manager
In caso di smarrimento, la funzione Device Manager consente di monitorare il dispositivo su Google Maps grazie ad un device collegato e cancellare tutti i dati. Per verificare se è abilitato, basta andare al menu “Impostazioni” del dispositivo e poi su “Sicurezza”.

Non conservare dati sensibili su schede Sd
Assicurarsi di non memorizzare informazioni sensibili come le copie di carte di credito e gli ID personali su schede di memoria esterne poiché è facile rimuoverle e accedere ai dati memorizzati. Per le informazioni importanti, utilizzare sempre la memoria interna.

Non installare applicazioni da fonti sconosciute
Anche se il Google Play Store non ha la massima diligenza e cura dell’App Store di Apple, è ancora il posto più sicuro per scaricare e installare le applicazioni su piattaforma Android. Tuttavia i file di installazione (APK) provenienti da siti di terze parti devono essere trattati con cautela in quanto potrebbero nascondere malware o spyware.

Installare il blocco applicazioni
È possibile utilizzare una protezione aggiuntiva per la Galleria e la messaggistica per proteggere i dati privati.​ Inoltre  ci sono applicazioni su Play Store rilasciate già con un ulteriore livello di protezione per le singole applicazioni. Tali applicazioni richiedono una password o un PIN.

Non effettuare il rooting
Le applicazioni con accesso root potrebbero avere libero accesso al file system del dispositivo, esponendolo a più danni nel caso in cui fosse installata un’app dannosa.

Utilizzare la modalità incognito durante la navigazione
Ricordarsi di uscire da Chrome durante la navigazione web su un dispositivo Android o utilizzare la modalità in incognito, soprattutto se si condivide dispositivi e PC.

25 luglio 2014

Fonte: timesofindia.indiatimes.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail