Pornhub ha creato una VPN

Pornhub ha creato una propria VPN

Pornhub ha creato una VPN per proteggere i propri utenti dai curiosi e dalla censura
Pornhub ha creato una propria VPN FASTWEB S.p.A.

Pornhub è probabilmente il più grande sito di video per adulti sul pianeta. Tuttavia, a causa di tutte le nuove normative su Internet, l'accesso ai contenuti per adulti sta diventando sempre più difficoltoso. Ecco perché il sito sta avviando VPNhub, una VPN  proprietaria e gestita da Pornhub che teoricamente manterrà l'attività di navigazione anonima e sicura.

VPNhub è in fase di lancio e offre "larghezza di banda illimitata e gratuita" suiOS, Android, Windows e Mac OS (sebbene gli ultimi due siano solo premium). "Con 90 milioni di visitatori al giorno, la stragrande maggioranza dei quali usa dispositivi in ??movimento", ha detto il vicepresidente di Pornhub VP Corey Price, "è particolarmente importante che continuiamo a garantire la privacy dei nostri utenti".

La società sostiene che VPNhub ha 1.000 server in più di 15 paesi e che non registrerà i dati dell'utente o l'attività di navigazione stessa. È, tuttavia, supportato dalla pubblicità, con gli utenti che devono fare l'upgrade alla versione Premium per rimuovere gli annunci e utilizzare le versioni desktop della piattaforma.

Mindgeek, la holding che controlla Pornhub, non ha una grande reputazione per la sicurezza. Una violazione del 2012 dei siti affiliati YouPorn e Digital Playground ha rivelato i dettagli di oltre 1,1 milioni di utenti. Nel 2016, il forum di Brazzers è stato violato, con 800.000 membri in uscita. Nel 2017, Pornhub ha involontariamente ospitato un attacco malware che è stato operativo per più di un anno.

VPNhub sarà disponibile nel Regno Unito, nonostante sia probabile che venga utilizzato per aggirare l'imminente legge sulla verifica dell'età. Si insisterà sul fatto che le persone dimostrino di avere più di 18 anni prima di poter accedere ai contenuti per adulti, e Mindgeek offre la sua piattaforma AgeID per gestirlo.

Engadget ha chiesto informazioni su questo potenziale conflitto a Corey Price, che ha affermato che "VPNhub è un servizio separato e non correlato a AgeID". Più tardi ha aggiunto che la VPN "fornirà agli utenti un tunnel crittografato attraverso il quale potranno navigare in Internet in modo sicuro".

VPNhub è disponibile a livello globale, ad eccezione dei Paesi che gli Stati Uniti vietano alle proprie aziende di gestire. Tale lista include Birmania, Cuba, Iran, Corea del Nord, Sudan e Siria, mentre ci sono anche segnalazioni di divieti in Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Egitto e Cina..

25 maggio 2018

Fonte: engadget.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail