Fastweb

RFID, scopri quali sono le applicazioni

Google Pay Smartphone & Gadget #google pay #nfc Come funziona Google Pay, il pagamento contactless di Big G Mountain View ha appena rilasciato anche in Italia il suo sistema per i pagamenti mobile contactless. Ecco come scaricare l'applicazione sul nostro dispositivo elettronico e come utilizzarla al meglio
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
RFID, scopri quali sono le applicazioni FASTWEB S.p.A.
Un'etichetta posta su un elettrodomestico dotata di tag RFID
Internet
Lo sviluppo della tecnologia RFID non conosce davvero limiti. Ecco alcune delle applicazioni dei microchip per l’identificazione con radiofrequenza

Il futuro è della tecnologia RFID. I microchip e i tag che oggi permettono di velocizzare e migliorare l'identificazione e la tracciabilità di merci, bestiame e bagagli in un futuro non troppo lontano avranno un'importanza sempre maggiore anche per la nostra vita quotidiana.

 

Microchip e tag RFID con tanto di trasponder

 

A dimostrarlo sono i campi di applicazione di questa tecnologia. I tag per l'identificazione a radiofrequenza (questo il nome completo dell'acronimo RFID) trovano ampio utilizzo nella vita di tutti i giorni, non solo in ambito industriale. Scopriamo insieme alcune applicazioni della tecnologia RFID.

Passaporto elettronico

 

Il passaporto elettronico con microchip RFID

 

Introdotto per la prima volta nel 1998 dalla Malesia, il passaporto elettronico è ormai una realtà anche in Italia. Nel nostro Paese è arrivato nell'ottobre 2006 e da allora tutti i documenti di riconoscimento rilasciati dalle Questure italiane contengono un microchip RFID del tipo ISO 14443. In questo tag sono salvate tutte le informazioni contenute nella versione cartacea del passaporto, in modo che possano essere recepite anche da un lettore digitale. Nel tag RFID sono presenti, oltre alle nostre generalità, anche  la versione digitale della foto stampata sul passaporto.

Pagamenti

Molti istituti bancari (e non solo) stanno sviluppando sempre più velocemente sistemi di pagamento contacless (senza contatto, a distanza) che sostituiranno via via le carte di credito e gli altri sistemi di pagamento elettronici come i bancomat. Grazie al protocollo NFC (Near Field Communication), un'evoluzione a corto raggio della tecnologia RFID, nei prossimi anni sarà possibile pagare il cinema, la spesa o una cena al ristorante avvicinando semplicemente lo smartphone a un apposito lettore. Il Ticket Restaurant Mobile è solo una delle tante applicazioni dello RFID in questo campo: PostePay Postemobile è uno dei progetti italiani più avanti nel processo di sviluppo ma anche giganti del calibro di Visa e Mastercard stanno introducendo nel nostro Paese carte di credito dotate di tag RFID al posto di chip e bande magnetiche.

Biglietteria

Un settore che sembra poter trarre moltissimi vantaggi dall'utilizzo di microchip e tag RFID è quello legato all'emissione di biglietti per eventi (musicali, cinematografici, artistici, ecc.) e viaggi. Le maggiori città europee utilizzano già biglietti RFID per regolare l'accesso alle aree di sosta dei mezzi pubblici – in particolare l'accesso alle stazioni della ferrovia leggera e della metro. Anche i sistemi di ingresso agli impianti di risalita su moltissime piste da sci sono ormai regolati da questa tecnologia e, sempre grazie all'NFC, moltissime compagnie aeree stanno automatizzando le operazioni di imbarco.

 

 

L'utilizzo di biglietti RFID non porta vantaggi esclusivamente per i viaggiatori in termini di tempo e di eliminazione delle file. Anche le società che gestiscono i trasporti pubblici, ad esempio, possono sfruttare a loro favore i dati provenienti dai tag RFID presenti nei biglietti. In un sistema di trasporti molto esteso e, per alcuni versi, caotico come quello londinese, la possibilità di sfruttare i dati di tracciabilità dei microchip RFID permette di monitorare il flusso dei viaggiatori e anticipare possibili problemi dovuti al sovraffollamento e alla congestione delle diverse stazioni della metro.

Pedaggio stradale

Sulla rete autostradale di moltissimi Paesi – Italia compresa – agli automobilisti è offerta la possibilità di pagare il pedaggio in maniera automatica sfruttando tag RFID. Il sistema Telepass ne è un esempio lampante. Passando attraverso il casello elettronico, gli automobilisti non dovranno più fermarsi per pagare il dovuto ma il loro transito sarà captato dai sensori installati nell'asfalto e registrato dal sistema informatico centrale. In un secondo momento, questi dati saranno utilizzati per addebitare direttamente sul conto corrente o sulla carta di credito dell'automobilista il costo del pedaggio.

Sistemi anti-contraffazione

La tutela dei prodotti tipici protetti dai marchi DOP e DOC si combatte anche a colpi di microchip. Crescono in maniera esponenziale le associazioni di categoria che utilizzano i tag RFID per certificare provenienza e qualità dei loro prodotti. Grazie a essi i consumatori vengono rassicurati sull'origine e sulla filiera di produzione e distribuzione dei prodotti che arrivano sulla loro tavola: quale azienda li abbia coltivati o allevati e i trattamenti ai quali sono stati sottoposti.

Catalogazione e digitalizzazione dei fondi librari

L'utilizzo di tag RFID all'interno di biblioteche e librerie porta molteplici vantaggi. Dal "semplice" antitaccheggio, al più complesso sistema di automatizzazione dei prestiti e della restituzioni dei libri. Ma non solo. I microchip applicati sulla copertina dei volumi permettono di aggiornare in tempo reale l'inventario del fondo librario, di avere una catalogazione automatizzata e dettagliata e di ridurre al minimo il rischio di furto o mancata restituzione dei prestiti.

Raccolta rifiuti

 

 

L'applicazione di microchip RFID ai cassonetti della nettezza urbana permetterà, in un futuro nemmeno troppo lontano, di valutare, casa per casa, il livello di "differenziazione" effettuato ed eventualmente intervenire per correggere gli errori. Ma le applicazioni della tecnologia RFID alla raccolta rifiuti non si limitano a questo. Con i tag RFID sarà possibile stabilire esattamente la quantità di rifiuti prodotti da ogni utenza e calcolare, a seconda del singolo caso, la bolletta per il relativo smaltimento. Per l'utente, inoltre, sarà possibile controllare il percorso compiuto dai suoi rifiuti, così da verificare l'esatto conferimento in discarica o in centri di riciclaggio. Infine, grazie alla georeferenziazione legata ai microchip RFID è possibile controllare la distribuzione dei punti di raccolta dei rifiuti nella città, così da prevenire eventuali atti vandalici.

Identificazione degli animali

Se si eccettuano gli utilizzi all'interno di magazzini e impianti produttivi, l'identificazione di animali è una delle modalità più vecchie di usare chip RFID. Inizialmente pensata per identificare capi di allevamento all'interno di grandi superfici, oggi l'identificazione con RFID è utilizzata per una grande varietà di animali: quando si parla di "chip per identificare cani" non si sta parlando di nient'altro di un chip a radiofrequenza con i dati identificativi del vostro cucciolo a quattro zampe.

Biohacking

Impiantarsi RFID è una delle forme più elementari di biohacking, la pratica di modificare il proprio corpo con chip elettronici, "appendici" robotiche e altri dispositivi cibernetici. Grazie anche alla relativa facilità con cui ci si può "iniettare" un chip RFID, sono sempre di più le persone che decidono di impiantarne uno sottopelle (solitamente sul dorso della mano, tra pollice e indice). Un'azienda svedese, ad esempio, ha proposto ai propri dipendenti di sostituire il badge per l'entrata e l'uscita con un chip RFID all'interno della mano; mentre in alcuni Paesi si stanno testando soluzioni di questo genere per biglietti e abbonamenti smart e a prova di furto.

Competizioni sportive

Se vi chiedete come sia possibile cronometrare i tempi di atleti in competizioni sportive di massa – pensate, ad esempio, alla maratona di New York, con decine di migliaia di corridori – è perché non avete mai pensato ai possibili utilizzi dei chip RFID. E perché, probabilmente, non sapete che possono essere sottilissimi e piccolissimi. Agli atleti viene consegnato il chip prima della partenza, sotto forma di cavigliera o "affogato" nel pettorale: alla linea di start e a quella d'arrivo sono posti dei ricevitori in grado di captare contemporaneamente il segnale proveniente da decine e decine di chip e iniziare (o stoppare) il cronometraggio, così da avere misure sempre precise e puntuali.

Live interaction e social network

 

 

L'ultima frontiera del tag RFID è il tracking delle interazioni sociali nel corso di eventi mondani, feste e incontri pubblici. Dotando tutti i partecipanti a un qualsiasi evento di tag RFID sarà possibile monitorare le loro interazioni sociali e tenerne traccia: si potranno così ricavare dati socio-demografici sulla formazione di gruppi e l'interazione all'interno e all'esterno della nuova cerchia sociale. Si potranno postare su Facebook (o su qualsiasi altro social network) gli spostamenti, le persone con cui si sta parlando o interagendo, le attività che si stanno seguendo.

18 febbraio 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #rfid #microchip #tag #nfc #carta di credito #passaporto #facebook #social network

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.