velocità internet

Quanto dev'essere veloce Internet per farci sopravvivere a questa quarantena?

#iorestoacasa, la connessione Internet è diventata indispensabile per svoglere tutte le attività, lavorative e non, vediamo quanta ne serve
Quanto dev'essere veloce Internet per farci sopravvivere a questa quarantena? FASTWEB S.p.A.

Grazie o meglio, a causa del coronavirus, siamo in un momento cruciale nella storia di Internet. Le persone ne hanno più bisogno che mai perché sono bloccate a casa, ma talvolta potrebbe non essere abbastanza veloce per soddisfare le esigenze quotidiane di tutti.

Numerosi studi pubblicati la scorsa settimana hanno dimostrato che le connessioni Internet casalinghe stanno rallentando. Vediamo all'incirca di quanta velocità abbiamo bisogno per svolgere le attività più comuni.

Di seguito è riportato un riassunto di quanto dovrebbe essere veloce la vostra connessione Internet per fare cose come streaming video, giocare a giochi multiplayer online e lavorare in remoto. Innanzi tutto eseguite uno speed test per capire lo stato della vostra connessione. 

Navigazione web di base e attività lavorative

Se siete tra quell in grado di lavorare da remoto, di fare cioè lo smart working, durante questa quarantena, probabilmente la vostra routine quotidiana vi vedrà impegnati in un sacco di e-mail e forse videochiamate. Affronteremo le videochiamate un po' più tardi, ma per tutto il resto in questa categoria non è necessaria una grande velocità di Internet, per cavarsela.

Alcune linee guida raccomandano da un minimo di 1 Mbps a 5 Mbps per la navigazione web e il controllo della posta elettronica. Nella peggiore delle condizioni, se la velocità dovesse essere così bassa, dovreste comunque essere in grado di fare la maggior parte del lavoro senza problemi.

Ma ci sono altri fattori che possono entrare in gioco. La potenza del segnale WiFi, ad esempio, potrebbe non essere in grado di offrire velocità ideali perché il router è vecchio o magari necessita di essere spostato. Si ottengono risultati migliori dal WiFi se il router si trova in una posizione centrale, non ci sono pareti che interrompono il segnale e se non ci sono troppi dispositivi collegati contemporaneamente.

Ovviamente, se ci sono più persone che cercano di utilizzare la stessa rete contemporaneamente, la velocità di download a una cifra probabilmente non sarà sufficiente. Questo vale per tutte le attività online, non solo per la navigazione web.

Streaming di film e serie TV

Chiunque sia rinchiuso in casa ha bisogno di un modo per passare il tempo. È ragionevole supporre che tutti i principali servizi di streaming saranno presi d'assalto, in questi giorni, quindi bisognerà assicurarsi che la rete Internet sia abbastanza buona da trasmettere film e serie TV a un livello di qualità accettabile.

Ogni servizio ha le sue linee guida per questo, ma in generale, non è necessario internet super veloce per lo streaming video. Netflix e Amazon Prime Video raccomandano entrambi un minimo di 5 Mbps per i contenuti HD. Ovviamente, potreste comunque riscontrare buffering o cali di qualità se eseguite lo streaming con velocità così basse, il che potrebbe essere il motivo per cui è consigliabile una velocità dai 15 Mbps ai 25 Mbps.

Si tratta della velocità consigliata da Netflix, Amazon e Hulu per i contenuti 4K. Hulu afferma che sono richiesti 16 Mbps, mentre Netflix e Amazon suggeriscono 25 Mbps. Tuttavia, consigliamo almeno 40 Mbps per la visione in 4K. E a prescindere dal posto in cui vi troviate, lo streaming Ultra HD potrebbe non essere nemmeno possibile in questo momento.

Gaming online

Finora, abbiamo fatto affidamento esclusivamente sulla velocità di download perché è il fattore più importante per la navigazione e lo streaming web. I giochi online, tuttavia, sono un'altra cosa. Sia che stiate visitando isole in Animal Crossing o combattendo per la supremazia in Call of Duty, dovreste conoscere una piccola cosa chiamata "ping".
Una delle altre metriche mostrate in un risultato Speedtest.

Nel contesto dei giochi online, il ping è una misura di quanto tempo impiega il vostro input a registrarsi con il server del gioco. In genere viene misurato in millisecondi e PC Gamer consiglia un ping di 100 ms o inferiore per un'esperienza di gioco ottimale. Probabilmente potrete cavarvela fino a 150 ms a seconda del gioco, ma un ping alto creerà un ritardo che renderà i giochi online quasi ingiocabili.

Non dimenticate la velocità di download, però. Dovreste accoppiare il vostro ping basso ad una velocità di download di almeno 40-50 Mbps, affinché i giochi siano fruibili. Raccomandiamo inoltre di usare cavi Ethernet per giocare, se possibile.

Videochat

Poiché in questo momento di separazione sociale non è possibile incontrare i nostri amici di persona, ci possiamo rivolgere a servizi come Google Hangouts, Zoom, FaceTime e altre forme di video chat. La buona notizia è che non avrete bisogno di velocità supersoniche per far funzionare queste cose.

Zoom, ad esempio, richiede solo 1,8 Mbps per inviare e ricevere video 1080p in una videochiamata 1 ad 1, arrivando fino a 2,5 Mbps a 3 Mbps per le chiamate di gruppo. Certo, ormai dovrebbe essere ovvio che sarebbe meglio avere una rete più veloce, per gestire al meglio le videochiamate. Se riuscite ad ottenere da almeno 10 Mbps a 20 Mbps, riscontrerete sicuramente meno problemi.

Google Hangouts ha requisiti di rete altrettanto bassi, anche se questi aumentano man mano che più persone partecipano a una chiamata. Le videochiamate in questi giorni sono un servizio estremamente importante, quindi è confortante sapere che possono essere fatte senza una connessione internet particolarmente veloce.

Caricamento video

Chiunque voglia diventare un regista amatoriale durante la quarantena dovrà capire come funziona la velocità di upload. Mentre la velocità di download è una misura della velocità con cui la tua rete scarica le informazioni, la velocità di upload misura la velocità con cui le informazioni vengono caricate nella rete.

Se avete fatto lo speed test, probabilmente avrete notato che la vostra velocità di upload è molto inferiore rispetto alla velocità di download. Si tratta di una ragione data dalla progettazione. I provider di servizi internet domestici tendono a limitare la velocità di upload a un numero inferiore rispetto alla velocità di download perché, la maggior parte delle persone non ne ha bisogno. Diciamo che non entra davvero in gioco per la maggior parte delle attività quotidiane.

Tenendo presente tutto ciò, non è necessaria una particolare velocità minima di upload per pubblicare elementi su YouTube. Aiuterà avere velocità di upload a due cifre, sicuramente, ma un numero inferiore può non dare particolari problemi. Potrebbe volerci solo un po' più di tempo, per caricare un lungo video in HD.

Speriamo per voi che la vostra rete Internet sia in grado di soddisfare (o idealmente superare di gran lunga) tutte le figure sopra elencate durante questo periodo a casa. Sarebbe sicuramente un peccato non poter navigare in Internet, giocare online o guardare film in streaming.

26 marzo 2020

Fonte: mashable.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail