Fastweb

Come si accede alla rete Internet

Smartphone Internet #smartphone #rete cellulare APN, cos'è, a cosa serve e come si imposta Parametro fondamentale per la connettività da rete mobile, viene solitamente impostato automaticamente. In caso di emergenza, si può modificare manualmente
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come si accede alla rete Internet FASTWEB S.p.A.
Internet
Internet
Dalla fibra al rame passando per concetti come Ull e Wholesale. Viaggio nel mondo dell'accesso Internet "wired"

Oggi tutti parlano di accesso ad internet ma vi siete mai domandati come e che cosa serve per accedervi?

Tra gli amanti del settore molti ricorderanno il film War Games di  John Badham con Matthew Broderick dove il protagonista, hacker degli anni ’80, cercando il server che distribuisce giochi, si imbatte nel cervellone della N.O.R.A.D. (North American Aerospace Defense).

Solamente i più attenti si ricorderanno  delle scene in cui il protagonista, per cercare il server di giochi, collega il suo super accessoriato Personal Computer degli anni ’80 alla line telefonica mediante accoppiatore telefonico e cornetta analogica e, per trovare il server, chiede ad un programma specializzato di chiamare tutti i numeri di telefono del distretto telefonico dell’area per trovare il numero a cui risponde il server dei giochi.

Di passi avanti rispetto dal 1980 ad oggi ne sono stati fatti e da gigante, eppure il principio e gli elementi che utilizziamo oggi sono gli stessi.

La differenza sostanziale sta nel fatto che, a parità di doppino rame che esce da casa nostra, oggi:

   - Per connettersi ad un altro PC non dobbiamo sapere il numero di telefono a cui risponde ma ci basta digitare un indirizzo WEB (molto più semplice ed intuitivo da ricordare).

   - Gli avanzamenti tecnologici hanno portato ad una modifica sostanziale nel metodo di scambio informazioni tra i PC mediante cavo in rame da trasmissione analogica a trasmissione digitale.

   - L’utilizzo di trasmissione digitale, unito a raffinati i metodi di correzione degli errori di trasmissione e altro ancora, hanno permesso di aumentare la velocità di trasmissione dei bit.

Oltre a quanto sopra l’evoluzione tecnologica ha fatto si che si possano utilizzare, oltre al doppino in rame, anche altri “media” di cui esempi noti a tutti sono i cavi in fibra ottica, i cavi LAN o le reti senza fili sia quella Mobile (anche detta cellulare) che Wi-Fi.

L’accesso fisico alla rete Internet in Italia e significato di “ultimo miglio”

L’accesso alla rete del service provider può essere visto come il “mattone” su cui si appoggiano tutti i servizi  venduti a corredo (fonia, e-mail, VPN, accesso ad Internet, cloud computing ecc. ecc.).

Focalizzandosi sull’accesso alla rete, molti utenti concordano che è molto comodo l’accesso alla rete internet in  mobilità e, di conseguenza, gran parte degli utenti cerca di avere un accesso “senza fili” alla rete.

Pochi sono consci che “dietro” all’accesso della rete “senza fili” c’è sempre un accesso “Wired”. Specialmente nel caso della rete WI-FI, dietro alla connettività Wireless c’è sempre un modem (o router) collegato mediante rete rame (o fibra) al Service Provider (fornitore del servizio e della connettività) che fornisce l’accesso ad Internet. Per questo motivo nell’articolo presente e nei successivi si presterà attenzione all’accesso “Wired” alla rete.

Cosa c’è dietro il nostro doppino telefonico o dietro il nostro cavo in fibra a cui attacchiamo il modem o router di casa?

L’accesso alla “Big Internet” da casa cliente (o ufficio) si può schematizzare in tre “tronconi”:

   - Dal router/modem di casa (anche chiamato CPE) all’apparato di accesso del service provider mediante la rete di ultimo miglio rame o fibra (Last Mile Network)

   - Dall’apparato di accesso del service provider agli apparati di interconnessione verso il Backbone del service provider. (Access Network)

   - Dagli appari di interconnessione al Backbone del Service Provider agli apparati di interconnessione verso la Big Internet. (Backbone Network)

E in Italia come funziona?

Il modello dell’accesso alla Big Internet esposto sopra è valido indipendentemente dalla nazione in cui risiede il cliente finale ed opera il service provider.

E l’accesso mediante rete rame italiano?

La differenza in Italia è che la rete di ultimo miglio in rame è stata gestita e espansa dalle società che vennero trasformate nell’allora SIP (Società Italiana per l'Esercizio Telefonico), società statale di Telefonia (oggi Telecom Italia).

Le società di cui sopra hanno gestito il progetto di cablatura in rame di tutte le case italiane facendo in modo che tutte le linee cliente arrivassero, mediante aggregazione dei doppini in armadi strada (Street Cabinet), in siti di raccolta linee dell’ex monopolista (chiamati in gergo “Stadio di Linea” o SL). 

Negli SL le linee cliente vengono collegate agli apparati di accesso (Access Node installati in loco) di Telecom Italia o di altri operatori telefonici che affittano spazi in loco.

La rete di ultimo miglio di cui sopra viene chiamata anche “Rete ULL” (Unbundling Local Loop).

Quanto sopra sta ad indicare che, dato che la manutenzione della rete di accesso in rame è a carico di Telecom Italia, qualsiasi Service provider (S.P.) che vuole collegare un cliente con ultimo miglio in rame alla sua rete di Backbone, deve chiedere all’ex monopolista delle telecomunicazioni italiane di affittargli le linee in rame (doppini) su cui viaggia il traffico dati e/o voce del cliente finale.

Cos’è l’accesso Wholesale?

Ci sono casi in cui un service provider non ritiene conveniente installare direttamente i propri apparati negli SL dove è attestato il cliente: in tal caso l’operatore chiede a Telecom Italia o ad un altro operatore (OLO = Other Licensed Operator) co-locato nella SL di realizzare anche la rete di accesso. Da notare che la rete di Backbone (ed i servizi che si appoggiano alla rete) rimangono dell’operatore a cui si chiede il servizio finale. L’accesso in tal caso viene chiamato Wholesale.

Il primo operatore a fornite tale servizio è stato Telecom Italia con l'offerta BitStream. Ad oggi  tale offerta è in espansione ed altri operatori, come per esempio FASTWEB, offrono ai service provider di rete fissa la possibilità di affittare parte della propria rete di accesso.

Come funziona l’accesso in fibra italiano?

L’unico caso storico eccezione del precedente è la fibra FASTWEB, cablata a partire dal 2000, in cui l’ultimo miglio è fibra FASTWEB, la rete di accesso è FASTWEB ed il Backbone è FASTWEB.

Ultimamente lo scenario dell’accesso fibra sta cambiando e tutti gli operatori stanno concorrendo per gestire l’accesso fibra di nuova generazione (chiamato in gergo “Accesso NGN” o NGA) che si declina in accesso FTTH (Fiber To The Home) o accesso G-PON (Gigabit Passive Optical Network).

Cos’è l’FTTS o FTTC di cui si parla tanto?

L’FTTS (Fiber To The Street) o FTTC (Fiber To The Cabinet) è un metodo per accedere alla rete in cui si sfrutta il fatto che, da casa cliente allo stadio di linea di Telecom Italia, esistono dei ripartitori che “convogliano” i vari doppini (e le fibre se previsto) cliente verso lo SL. Di conseguenza quello che cambia è dov’è posizionato l’apparato di accesso, “accorciando” l’ultimo miglio. L’attributo “Fiber” sta ad indicare che il nodo d’accesso è collegato alla rete d’accesso mediante collegamento fibra.
 

E per le aziende?

Per le aziende vengono formulate soluzioni di accesso che dipendono dalla sede che deve essere collegata.

Nel caso di piccole e medie aziende, filiali secondarie di banche o di grandi assicurazioni, il tipo di accesso può essere analogo a quello fornito ai clienti residenziali.

In caso di sedi centrali di grandi aziende, anche chiamate CED (Centro Elaborazione Dati) , può capitare che la rete di accesso e la rete di ultimo miglio siano progettate ad hoc, arrivando alle situazioni limite in cui l’ultimo miglio non esiste (in quanto l’Access Node viene installato a casa cliente) o la rete di accesso non esiste (in quanto la rete di ultimo miglio va dal router cliente al Backbone router - collassando la rete di accesso in un punto).

Tipi di reti di accesso offerti in Italia divisi per rete di ultimo miglio

Riassumendo, dipendentemente dalla rete di ultimo miglio disponibile per il cliente finale, possono essere erogati dai service provider i seguenti accessi:

 - accesso alla rete digitale mediante doppino in Rame:

    > accesso ULL (mediante Stadio di Linea Telecom Telecom Italia)

       * ADSL Service Provider

       * SHDSL Service Provider

       * HDSL Service Provider

       * ADSL OLO (Wholesale ATM o Ethernet)

       * SHDSL Telecom Italia (Wholesale ATM o Ethernet)

    > Accesso FTTS

       * VDSL Service Provider

      *  VDSL OLO (Wholesale NGA)

      * Vectoring Service Provider
        
     * Vectoring OLO (Wholesale NGA)

 - accesso alla rete digitale mediante Fibra ottica:

    > Accesso MetroRing (Fibra FASTWEB)

    > Accesso FTTH

    > Accesso G-PON

Negli altri casi, gli accessi sono progettati ad hoc e dipendono: dalle soluzioni offerte dal service provider, dalla posizione della sede del cliente e dal costo della soluzione concordata con il cliente.

Oltre a quelli esposti sopra, ci sono ancora casi remoti in cui gli utenti accedono alla rete mediante collegamento analogico anche chiamato “Accesso DIAL-UP”. In tal caso, si utilizza la linea telefonica tradizionale (di fatti si chiama un numero di telefono a cui è collegato il server da cui poi si accede ad Internet).

In tal caso si parla di:

 - accesso alla rete mediante doppino in rame con segnale analogico:

    > accesso DIAL-UP mediante linea telefonica commutata (56Kbps)

    > accesso DIAL-UP mediante linea ISDN (128Kbps)

Andrea Cerritelli
Andrea Cerritelli @acerrite - linkedin.com/in/andreacerritelli FASTWEB Information Technology - OSS Solution Architect


Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #internet #accesso a internet #rame #doppino #ull #adsl #dial-up #ultimo miglio #wi-fi #fibra #service provider #backbone #wholesales #ngn #g-pon #ftth #fttc

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.